Che cos'è la Platform as a Service (PaaS)?
Esplora la soluzione PaaS di IBM Abbonati per ricevere gli aggiornamenti cloud
Illustrazione con collage di pittogrammi di monitor del computer, server, nuvole, punti
Cos'è PaaS?

La Platform as a service (PaaS) è un modello di cloud computing che fornisce ai clienti una piattaforma cloud completa di hardware, software e infrastruttura, per sviluppare, eseguire e gestire le applicazioni senza i costi, la complessità e l'inflessibilità che spesso derivano dalla creazione e dal mantenimento di quel tipo di piattaforma on-premise.

Il provider PaaS ospita tutto: server, reti, storage, software del sistema operativo, database, strumenti di sviluppo—presso il relativo data center. In genere i clienti possono pagare una tariffa fissa per fornire una quantità specifica di risorse per un determinato numero di utenti oppure possono scegliere un prezzo con pagamento al consumo per pagare solo le risorse che usano.

Entrambe le opzioni consentono ai clienti PaaS di creare, testare, implementare, eseguire, aggiornare e scalare le applicazioni in modo più rapido ed economico rispetto a dover creare e gestire una propria piattaforma on-premise.

Ogni provider di servizi cloud , tra cui Amazon Web Services (AWS), Google Cloud, IBM Cloud e Microsoft Azure, mette a disposizione una sua offerta PaaS . Le soluzioni PaaS più diffuse sono disponibili anche come progetti open source (ad esempio Apache Stratos, Cloud Foundry) o come offerte di produttori software (ad esempio, Red Hat OpenShift e Salesforce Heroku).

Ottieni flessibilità sul posto di lavoro con DaaS

Scopri in che modo il Desktop as a Service (DaaS) consente alle aziende di raggiungere lo stesso livello di prestazioni e sicurezza della distribuzione delle applicazioni on-premise.

Contenuti correlati

Registrati per ricevere la guida sull'hybrid cloud

Benefici della PaaS

I benefici più comunemente citati della PaaS, rispetto a una piattaforma on-premise, comprendono:

  • Time-to-market più rapido. Con la PaaS, non è necessario acquistare e installare l'hardware e il software utilizzati per creare e gestire la piattaforma di sviluppo delle applicazioni e non è neppure necessario che i team di sviluppo attendano durante lo svolgimento di queste operazioni. È sufficiente collegarsi alla PaaS del provider di cloud service per iniziare immediatamente il provisioning delle risorse e lo sviluppo.

  • Accesso conveniente a una più ampia varietà di risorse. Le piattaforme PaaS offrono in genere l'accesso a una gamma più ampia di scelte all'interno dello stack delle applicazioni, inclusi sistemi operativi, middleware, database e strumenti di sviluppo, rispetto a quanto la maggior parte delle organizzazioni è in grado di mantenere in modo pratico o conveniente. 

  • Più libertà di sperimentare, con meno rischi. La PaaS consente inoltre di provare o testare nuovi sistemi operativi, linguaggi e altri strumenti senza dover effettuare investimenti sostanziali in essi o nell'infrastruttura necessaria per eseguirli.

  • Scalabilità semplice ed economica. Con una piattaforma on-premise , la scalabilità è sempre costosa, spesso dispendiosa e talvolta inadeguata: è necessario acquistare più capacità di elaborazione, storage e rete in previsione dei picchi di traffico. Gran parte di questa capacità rimane inattiva durante i periodi di traffico ridotto e non può essere aumentata in tempo per far fronte a picchi imprevisti. Con la PaaS, puoi acquistare più capacità e utilizzarla immediatamente, ogni volta che ne hai bisogno.

  • Maggiore flessibilità per i team di sviluppo. I servizi PaaS forniscono un ambiente di  sviluppo software condiviso che consente ai team di sviluppo e operativi di accedere a tutti gli strumenti di cui hanno bisogno da qualsiasi posizione, con una connessione Internet.

  • Costi complessivamente inferiori. Chiaramente, la PaaS riduce i costi consentendo a un'organizzazione di evitare le spese di capitale associate alla creazione e alla scalabilità di una piattaforma applicativa. Ma la PaaS può anche ridurre o eliminare i costi di licenza del software. Inoltre, gestendo patch, aggiornamenti e altre attività amministrative, la PaaS può ridurre i costi complessivi di gestione delle applicazioni. 
Come funziona la PaaS

In generale, le soluzioni PaaS si compongono di tre parti principali:

  • Infrastruttura cloud che include macchine virtuali (VM), software per sistemi operativi, storage, networking e firewall

  • Software per la creazione, l'implementazione e la gestione di applicazioni

  • Un'interfaccia grafica utente o GUI in cui i team di sviluppo o DevOps possono svolgere tutto il lavoro durante l'intero ciclo di vita dell'applicazione

Poiché la PaaS offre tutti gli strumenti di sviluppo standard tramite l'interfaccia online della GUI, gli sviluppatori possono accedere da qualsiasi luogo per collaborare a progetti, testare nuove applicazioni o implementare prodotti completati. Le applicazioni vengono progettate e sviluppate direttamente nella PaaS utilizzando il middleware. Grazie ai workflow semplificati, più team di sviluppo e operativi possono lavorare contemporaneamente allo stesso progetto.

I provider di servizi PaaS gestiscono la maggior parte dei servizi di cloud computing , come server, tempo di esecuzione e virtualizzazione. In qualità di cliente PaaS , la tua azienda mantiene la gestione di applicazioni e dati.

PaaS, IaaS e SaaS

Come la PaaS, l'Infrastructure-as-a-Service (IaaS) e il Software-as-a-Service (SaaS) sono modelli comuni di servizi di cloud computing. In effetti, è comune che un'organizzazione li utilizzi tutti e tre, anche se non li acquista tutti e tre in modo specifico. Per chiarire:

L'IaaS è l'accesso via Internet a un'infrastruttura IT "grezza": server fisici, macchine virtuali, storage, rete e firewall, in hosting presso un provider di cloud. L'IaaS elimina i costi e il lavoro di proprietà, gestione e manutenzione dell'infrastruttura on-premise . Con l'IaaS, l'organizzazione fornisce la propria piattaforma applicativa e le proprie applicazioni. 

Qualsiasi offerta PaaS include necessariamente le risorse IaaS necessarie per ospitarla, anche se tali risorse non sono suddivise in modo discreto o indicate come IaaS.

Il SaaS è un software applicativo che utilizzi tramite cloud, come se fosse stato installato sul tuo computer (a volte, alcune parti di esso sono installate sul tuo computer). Il SaaS consente alla tua organizzazione di utilizzare un'applicazione senza le spese di configurazione dell'infrastruttura per eseguirla e senza gli sforzi e il personale necessari per mantenerla (applicare correzioni di bug e aggiornamenti, risolvere interruzioni e altro ancora). Salesforce e Slack sono esempi di offerte SaaS popolari. La maggior parte delle applicazioni Web sono considerate SaaS.

Ogni offerta SaaS include le risorse IaaS necessarie per ospitarla e, come minimo, i componenti PaaS necessari per eseguirla. Alcuni fornitori di SaaS forniscono anche un PaaS discreto che consente a terzi di personalizzare l'offerta SaaS .

Approfondimenti su IaaS, PaaS e SaaS
Casi d'uso per la PaaS

Fornendo una piattaforma integrata e pronta all'uso e consentendo alle organizzazioni di trasferire la gestione dell'infrastruttura al provider di cloud e concentrarsi sulla creazione, l'implementazione e la gestione delle applicazioni, la PaaS può agevolare o far avanzare diverse iniziative IT, tra cui:

  • Sviluppo e gestione delle API: grazie ai suoi framework integrati, la PaaS rende molto più semplice per i team sviluppare, eseguire, gestire e proteggere le API (application programming interface) per la condivisione di dati e funzionalità tra le applicazioni.

  • Internet of Things (IoT): la PaaS è subito in grado di supportare una serie di linguaggi di programmazione (Java, Python, Swift e molti altri), strumenti e ambienti applicativi utilizzati per lo sviluppo di applicazioni IoT e per l'elaborazione in tempo reale dei dati generati dai dispositivi IoT .

  • Sviluppo agile e DevOps:il PaaS è in grado di fornire ambienti completamente configurati per automatizzare il ciclo di vita delle applicazioni software, tra cui integrazione, distribuzione, sicurezza, test e implementazione.

  • Migrazione al cloud e sviluppo cloud-native: con i suoi strumenti pronti all'uso e le funzionalità di integrazione, il PaaS può semplificare la migrazione delle applicazioni esistenti al cloud, in particolare tramite il replatforming (spostando un'applicazione nel cloud con modifiche che utilizzano meglio la scalabilità del cloud, il bilanciamento del carico e altre funzionalità) o il ripristino (riprogettando alcune o tutte le applicazioni con i microservizi,i container e altre tecnologie cloud-native).

  • Strategia di hybrid cloud: l'hybrid cloud integra servizi di cloud pubblicoservizi di cloud privato e un'infrastruttura on-premise e fornisce orchestrazione, gestione e portabilità delle applicazioni in tutti e tre i settori. Il risultato è un Distributed Computing Environment unificato e flessibile, in cui un'organizzazione può eseguire e scalare i propri workload tradizionali (legacy) o cloud-native sul modello informatico più appropriato. La giusta soluzione PaaS consente agli sviluppatori di creare una volta, quindi distribuire e gestire ovunque in un ambiente hybrid cloud.
Tipi di PaaS appositamente progettati

Molti fornitori di cloud, software e hardware offrono soluzioni PaaS per la creazione di tipi specifici di applicazioni o di applicazioni che interagiscono con specifici tipi di hardware, software o dispositivi.

  • L'AIPaaS (PaaS for Artificial Intelligence) consente ai team di sviluppo di creare applicazioni artificial intelligence (AI) senza la spesa spesso proibitiva necessaria per l'acquisto, la gestione e il mantenimento della potenza di elaborazione, delle funzionalità di storage e della capacità di rete di cui queste applicazioni hanno bisogno. In genere, l'AiPaaS include il machine learning pre-addestrato e i modelli di deep learning che gli sviluppatori possono utilizzare così come sono o personalizzare, e API già pronte per integrare specifiche funzionalità di AI, come il riconoscimento vocale o la conversione Speech to Text, in applicazioni esistenti o nuove.

  • L'iPaaS (integration Platform as a Service) è una soluzione in hosting nel cloud per integrare le applicazioni. L'iPaaS fornisce alle organizzazioni un modo standardizzato per connettere dati, processi e servizi su cloud pubblico, cloud privato e ambienti on-premise senza dover acquistare, installare e gestire il proprio hardware di integrazione di backend, middleware e software. (Tieni presente che le soluzioni Paas spesso includono un certo grado di funzionalità di integrazione, come ad esempio l'API Management, ma l'iPaaS è più completa).

  • La cPaaS (communications Platform as a Service) è una PaaS che consente agli sviluppatori di aggiungere facilmente alle applicazioni funzionalità vocali (chiamate in entrata e in uscita), video (comprese le teleconferenze) e di messaggistica (testo e social media), senza dover investire in hardware e software di comunicazione specializzati. 

  • L'mPaaS (mobile Platform as a Service) è una PaaS che semplifica lo sviluppo di applicazioni per dispositivi mobili. L'mPaaS in genere fornisce metodi ad uso limitato di codice (anche semplici drag and drop) per accedere a funzionalità specifiche del dispositivo, tra cui la fotocamera, il microfono, il sensore di movimento e le funzionalità di geolocalizzazione (o GPS) del telefono.
Soluzioni correlate
IBM WebSphere Hybrid Edition

Modernizza, crea nuove app, riduci i costi e massimizza il ROI.

Esplora IBM WebSphere Hybrid Edition
Red Hat® OpenShift® on IBM Cloud®

Distribuisci cluster ad alta disponibilità e completamente gestiti con un clic.

Esplora Red Hat OpenShift su IBM Cloud
Risorse Microservices in the enterprise, 2021

Un approccio basato su microservizi allo sviluppo di applicazioni può presentare delle sfide significative per qualsiasi organizzazione. Tuttavia, gli utenti dei microservizi concordano sempre più spesso sul fatto che i risultati, tra cui una maggiore produttività degli sviluppatori, una maggiore soddisfazione dei clienti e un time-to-market più rapido, valgono lo sforzo.

IaaS, PaaS e SaaS

Comprendi e confronta i tre modelli di servizi di cloud computing più diffusi.

Cos'è il cloud computing?

Il cloud computing consente di accedere all'infrastruttura via internet e di utilizzare le risorse informatiche senza installarle e mantenerle in loco.

Fai il passo successivo

Red Hat OpenShift on IBM Cloud offre agli sviluppatori un modo rapido e sicuro per containerizzare e implementare i carichi di lavoro aziendali nei cluster Kubernetes. Delega attività noiose e ripetitive che coinvolgono la gestione della sicurezza, la gestione della conformità, la gestione dell'implementazione e la gestione continua del ciclo di vita.

Scopri Red Hat OpenShift su IBM Cloud Inizia gratuitamente