Cos'è SaaS – Software-as-a-Service?

Scopri come funziona SaaS e perché è il modello di distribuzione del software predominante oggi

Disegno di colleghi in un ufficio
Cos'è SaaS?

SaaS, o Software-as-a-Service, è un software applicativo ospitato sul cloud e utilizzato su una connessione Internet tramite un browser web, un'applicazione per dispositivi mobili o un thin client. Il provider SaaS è responsabile del funzionamento, della gestione e della manutenzione del software e dell'infrastruttura su cui viene eseguito. Il cliente si limita a creare un account, pagare un canone e svolgere il suo lavoro.

Alcuni storici del settore fanno risalire le origini di SaaS agli anni '50 del secolo scorso, quando le applicazioni in esecuzione sui mainframe venivano fornite ai terminali remoti. SaaS come lo conosciamo oggi è iniziato però nel 1999, quando Salesforce lanciò il suo sistema CRM (customer relationship management), creato da zero come un software ospitato sul cloud fornito ai browser web.

Oggi SaaS è il servizio di cloud computing pubblico più diffuso e il modello di distribuzione del software dominante. Gran parte del software utilizzato dalla forza lavoro - dagli strumenti quotidiani come Slack (per la messaggistica) e Dropbox (per l'archiviazione e la condivisione di file) alle applicazioni di business fondamentali come ERP (enterprise resource planning) e le piattaforme di ottimizzazione delle risorse umane e della forza lavoro - viene fornito tramite l modello SaaS. Rispetto al software tradizionale installato on-premise, SaaS offre alle aziende di tutte le dimensioni - dalle startup alle gigantesche organizzazioni globali - i vantaggi di un rapido time-to-value, delle spese generali di gestione ridotte, se non nulle, e costi prevedibili.

Questa popolarità continuerà a crescere. L'analista del settore Gartner prevede che gli introiti derivanti dal software SaaS a livello globale supereranno i 145 miliardi di dollari entro la fine del 2022 (link esterno a IBM); un altro analista, IDC (International Data Corporation), prevede che il mercato mondiale per SaaS crescerà fino a 302,1 miliardi di dollari entro il 2025 (link esterno a IBM).


Come funziona SaaS

SaaS sfrutta l'infrastruttura di cloud computing e le economie di scala per fornire ai clienti un approccio più semplificato all'adozione, all'utilizzo e al pagamento del software. Tutte le applicazioni SaaS condividono le seguenti caratteristiche:

Le applicazioni SaaS sono progettate per essere ospitate nel cloud. Il vendor di software SaaS può ospitare l'applicazione sulla propria infrastruttura cloud o servirsi di un provider di servizi cloud (come AWS (Amazon Web Services), Google Cloud, IBM Cloud o Microsoft Azure). L'hosting presso un provider di servizi cloud affermato consente al provider SaaS di offrire la scalabilità e l'accessibilità globale che alcuni clienti potrebbero richiedere.

Le applicazioni SaaS sono accessibili a qualsiasi cliente con una connessione Internet e un dispositivo dell'utente finale connesso a Internet (ad esempio un computer, un telefono cellulare o un tablet). Le applicazioni SaaS in genere vengono eseguite in qualsiasi browser web; sui dispositivi mobili, le applicazioni SaaS possono essere eseguite in modo più efficace su (o potrebbero richiedere) un'applicazione per dispositivi mobili o un'applicazione per tablet. Alcune applicazioni SaaS, come Adobe Acrobat, possono offrire o richiedere un thin client dedicato che gli utenti scaricano e installano sui loro computer.

Le applicazioni SaaS sfruttano l'architettura multi-tenant, in cui una singola istanza dell'applicazione serve ogni cliente. Per la sicurezza e la privacy dei dati, i dati applicativi, i dati utente, i dati di sistema e le configurazioni personalizzate di ciascun cliente sono tenuti separati da quelli degli altri clienti.

Cosa forse più importante, le applicazioni SaaS richiedono una gestione limitata, se non nulla, e zero manutenzione da parte del cliente. Il vendor SaaS è responsabile di quanto segue

  • Provisioning, gestione e manutenzione di tutti i server, le apparecchiature di rete, l'hardware di storage e il software operativo necessari per eseguire l'applicazione
  • Applicazione delle correzioni delle funzioni e delle patch di sicurezza come necessario
  • Fornitura di bilanciamento del carico, infrastruttura ridondante, backup dei dati, sicurezza del cloud e servizi di disaster recovery per evitare interruzioni e soddisfare gli standard di prestazioni, disponibilità e protezione dei dati specificati nell'accordo sui livelli di servizio (SLA, service level agreement).

Molti vendor SaaS forniscono anche un'API (application programming interface) che i loro clienti possono utilizzare per integrare l'applicazione SaaS con altre applicazioni SaaS o software tradizionali.


Determinazione dei prezzi di SaaS

Le applicazioni SaaS sono disponibili in un'ampia gamma di schemi di determinazione dei prezzi dell'abbonamento, tutti molto diversi dalla tradizionale concessione in licenza di software, che forniva l'accesso al software e ai servizi correlati per uno specifico periodo o per un prezzo fisso (o un menu di prezzi fissi).

Determinazione dei prezzi: gratis o 'freemium'

La maggior parte dei fornitori SaaS offre una versione gratuita del software che i clienti possono provare per un breve periodo di tempo, di solito una settimana o un mese. In genere queste versioni di prova gratuite offrono l'accesso a tutte le funzioni del software, ma limitano il numero di volte o la misura in cui tali funzioni possono essere utilizzate; alcuni non richiedono nemmeno una carta di credito.

Alcune aziende SaaS offrono versioni "freemium" delle loro applicazioni: versioni che sono sempre gratuite, con un sottoinsieme limitato ma utile delle funzioni complete dei prodotti o che non sono limitate in alcun modo ma che periodicamente visualizzano annunci pubblicitari che l'utente deve chiudere con un clic prima di continuare a lavorare. I provider SaaS sperano che gli utenti freemium alla fine passeranno a una versione a pagamento del software.

Determinazione dei prezzi: abbonamento a livelli mensili o annuali

Per le piccole e medie imprese, i prodotti SaaS offrono in genere "livelli" di determinazione dei prezzi basati sul set di funzioni o sul livello di utilizzo. Ad esempio, una soluzione di marketing mediante e-mail SaaS può offrire un livello standard per un massimo di 5.000 contatti a 250 USD al mese, un livello 'pro' per un massimo di 20.000 contatti per 500 USD al mese e un livello 'business' per 100.000 contatti più la progettazione e l'hosting della pagina di destinazione per 600 USD al mese. Per le aziende molto grandi, i vendor SaaS offro un livello "enterprise" che consente una selezione più granulare delle funzioni, un'assistenza prioritaria, dei termini speciali dell'accordo sui livelli di servizio (SLA) e perfino una determinazione dei prezzi negoziabile.

La determinazione dei prezzi a livelli consente ai clienti di scegliere il piano migliore per le loro esigenze funzionali e il loro budget ed eseguire la scalabilità non richiede altro che il passaggio al livello successivo. La maggior parte della determinazione dei prezzi di abbonamento a livelli offre uno sconto ai clienti che pagano per un anno intero in una volta e un adeguamento proporzionale del prezzo per i clienti che cambiano i livelli nel corso del loro abbonamento. 


Vantaggi di SaaS

I benefici e i vantaggi di SaaS possono essere compresi meglio facendo un paragone con il software tradizionale, ossia software installato e gestito su un'infrastruttura on-premise:

  • SaaS fornisce un'adozione e una realizzazione dei benefici più rapide, se non addirittura istantanee. . I clienti possono acquistare e iniziare a utilizzare le applicazioni SaaS immediatamente, a volte in pochi minuti, per un costo iniziale minimo (essenzialmente il costo dell'abbonamento del primo mese). Fai un confronto con il software tradizionale, che potrebbe richiedere l'acquisto e il provisioning di server, l'installazione di software su ogni dispositivo dell'utente finale e l'acquisto di una licenza completa per ogni utente preceduto dalla determinazione di un budget specifico per tale scopo.
  • SaaS fornisce l'accesso a nuove funzioni e versioni non appena sono disponibili. I provider SaaS spesso eseguono upgrade delle funzioni e aggiungono funzionalità più volte alla settimana, senza che i clienti se ne accorgano; possono persino eseguire un upgrade dell'interfaccia e dell'esperienza utente senza causare interruzioni dell'attività del clienti. Fai il confronto con il tradizionale software on-premise, per cui gli upgrade periodici sono spesso così costosi e invasivi che i clienti potrebbero attendere dei mesi che la funzionalità sia disponibile in una nuova versione (se non scelgono di tralasciare del tutto qualche upgrade).
  • SaaS consente una scalabilità efficiente in termini di costi e on-demand. I clienti possono eseguire la scalabilità incrementale e decrementale delle applicazioni SaaS come necessario semplicemente eseguendo l'upgrade o il downgrade dei livelli oppure acquistando ulteriore capacità. Fai un confronto con il software tradizionale, che richiede che i clienti acquistino capacità aggiuntiva in previsione di picchi di utilizzo - capacità che resta inutilizzata e sprecata fino al momento in cui se ne ha poi bisogno.
  • SaaS offre costi prevedibili e spese generali notevolmente inferiori. Con SaaS non c'è bisogno di destinare del budget per l'infrastruttura su cui eseguire il software, per periodici upgrade del software e per l'infrastruttura per supportarli e, forse cosa più importante, per il personale IT interno per l'installazione, l'upgrade e la manutenzione del software. Quasi tutta la spesa va direttamente all'utilizzo del software.

Potenziali sfide

Nonostante i suoi vantaggi, SaaS introduce potenziali rischi e sfide di cui i clienti, in particolare i clienti aziendali, devono essere consapevoli.

Poiché sono molto facili da usare per gli utenti, le applicazioni SaaS possono proliferare in un'organizzazione senza che il personale IT ne sia consapevole. Questo fenomeno, chiamato "Shadow IT", può comportare rischi per la sicurezza. A livello di base, se non sa quale software stanno utilizzando gli utenti, il personale IT non può garantire che il software sia sicuro. Lo Shadow IT può anche esacerbare le cattive prassi di sicurezza esistenti - quali l'utilizzo della stessa password per più applicazioni - e aumentare di conseguenza la vulnerabilità complessiva di un'organizzazione nei confronti degli aggressori.

Un altro potenziale rischio è una condizione di vincoli imposti dal vendor o la difficoltà di un cliente a passare a un altro vendor SaaS quando l'applicazione del vendor che si sta utilizzando non soddisfa più i suoi requisiti di prestazioni, funzionalità o business. Ad esempio, se un'applicazione SaaS si basa su una logica di business proprietaria o su uno stack di tecnologie proprietario, potrebbe essere difficile, se non impossibile, passare da tale applicazione SaaS a un'altra senza fare compromessi significativi.


Confronto tra SaaS, PaaS e IaaS

SaaS, PaaS e IaaS sono i tre principali modelli di calcolo "as a service" offerti dai provider di servizi cloud. Ciascuno si rivolge a un diverso tipo di cliente di cloud computing e delega un diverso grado di gestione IT al provider di servizi cloud.

SaaS, come discusso in modo dettagliato in precedenza, è per i clienti che desiderano acquistare e utilizzare un'applicazione software pronta all'uso e ospitata sul cloud tramite una connessione Internet. SaaS delega tutto lo sviluppo software e la gestione dell'infrastruttura al provider di servizi cloud.

PaaS, o Platform-as-a-Service, fornisce una piattaforma ospitata sul cloud completa e pienamente gestita - hardware, software, strumenti di sviluppo e infrastruttura - tramite una connessione internet per i clienti che desiderano sviluppare delle proprie applicazioni. PaaS  consente ai team di sviluppo di software di creare, testare, distribuire, eseguire, aggiornare e ridimensionare le applicazioni in modo più rapido ed economico di quanto potrebbero se dovessero creare e gestire una loro  piattaforma on-premise.

IaaS, o Infrastructure-as-a-Service, fornisce l'accesso on-demand alle risorse di calcolo, rete e storage ospitate nel cloud secondo una formula con pagamento a consumo. IaaS è per i clienti che desiderano il controllo interno delle loro applicazioni e della loro piattaforma ma che desiderano ampliare e ridurre le risorse dell'infrastruttura in base alle esigenze, invece di pagare il prezzo elevato della creazione e della gestione di un data center on-premise con la capacità di soddisfare carichi di lavoro altamente variabile o caratterizzati da picchi. 

Scopri di più sulle differenze tra IaaS, PaaS e SaaS

Soluzioni correlate