Cos'è la gestione dei rischi?
Identifica, valuta e controlla le minacce ad un'organizzazione
Foto di un gruppo di giovani imprenditori che lavorano su una rete computer a tarda notte
Perché la gestione dei rischi è importante?

La gestione dei rischi è il processo di identificazione, valutazione e controllo dei rischi finanziari, legali, strategici e di sicurezza relativi al capitale e agli utili di un'organizzazione. Queste minacce o rischi, potrebbero originare da una vasta gamma di fonti, tra cui incertezza finanziaria, responsabilità legali, errori strategici di gestione, incidenti e catastrofi naturali.

Se un evento imprevisto coglie di sorpresa la tua azienda, l'impatto potrebbe essere relativo, ad esempio un impatto sulle tue spese generali. Nel peggiore dei casi, però, potrebbe essere catastrofico e portare gravi conseguenze, ad esempio una grave difficoltà finanziaria o addirittura portare alla chiusura della tua azienda.

Per ridurre i rischi, un'organizzazione ha bisogno di allocare le risorse per ridurre al minimo, monitorare e verificare l'impatto degli eventi negativi, e sfruttare al massimo quello degli eventi positivi. Un approccio coerente, sistemico e integrato alla gestione dei rischi può aiutare a determinare la soluzione migliore per individuare, gestire e mitigare i grandi rischi.


Il processo di gestione dei rischi

A un livello più ampio, la gestione dei rischi è un sistema di persone, processi e tecnologia che consente all'organizzazione di fissare obiettivi in linea con i valori e i rischi.

Un programma di valutazione dei rischi di successo deve soddisfare obiettivi legali, contrattuali, interni, sociali ed etici, oltre a monitorare le nuove normative legate alla tecnologia. Concentrando l'attenzione sul rischio e allocando le risorse necessarie per verificare e mitigare i rischi, un'azienda si proteggerà dall'incertezza, ridurrà i costi e aumenterà la probabilità di successo e di continuità delle operazioni aziendali.
Tre passaggi importanti relativi al processo di gestione dei rischi sono l'identificazione dei rischi, l'analisi e la valutazione dei rischi, la riduzione e il monitoraggio dei rischi.

Identificazione dei rischi

L'identificazione dei rischi è il processo in cui vengono identificate e valutate le minacce verso un'organizzazione, le sue operazioni e la suo forza lavoro. Ad esempio, l'identificazione dei rischi può includere la valutazione di minacce alla sicurezza IT come malware e ransomware, incidenti, disastri naturali e altri eventi potenzialmente dannosi che potrebbero interrompere le operazioni di business.

Analisi e valutazione dei rischi

L' analisi del rischio implica stabilire la probabilità che un evento rischioso si verifichi e l'eventuale risultato di ciascun evento. La valutazione dei rischi mette a confronto l'importanza di ciascun rischio e li classifica in base alla rilevanza e le conseguenze.

Attenuazione e monitoraggio dei rischi

L'attenuazione del rischio si riferisce al processo di pianificazione e sviluppo di metodi e opzioni per ridurre le minacce agli obiettivi del progetto. Un gruppo di lavoro del progetto potrebbe implementare strategie di attenuazione del rischio per identificare, controllare e valutare rischi e conseguenze inerenti al completamento di uno specifico progetto, come ad esempio la creazione di un nuovo prodotto. L' attenuazione rischio comprende anche le azioni poste in essere per affrontare le problematiche e gli effetti di tali problemi legati a un progetto.

La gestione dei rischi è un processo continuo che si adatta ed evolve nel tempo. La ripetizione e il controllo continui dei processi possono aiutare a garantire la massima copertura dei rischi noti e sconosciuti.


Strategie di risposta e gestione dei rischi

Ci sono cinque strategie comunemente accettate per affrontare il rischio. Il processo inizia con una considerazione iniziale su come evitare il rischio e poi procede in tre percorsi aggiuntivi volti ad affrontare il rischio (trasferimento, diffusione e riduzione). Idealmente, questi tre percorsi sono impiegati in unione tra loro come parte di una strategia globale. Può esserci qualche rischio residuo.

Quali sono le risposte più comuni ai rischi?

Prevenzione del rischio

La prevenzione è un metodo per mitigare il rischio che prevede la non partecipazione in attività che possono negativamente influire sull'organizzazione. Non fare investimenti o avviare una linea di prodotti sono esempi di tali attività, in quanto evitano il rischio di perdite.

Riduzione dei rischi

Questo metodo di gestione dei rischi tenta di ridurre al minimo le perdite, invece di eliminarla completamente. Pur accettando il rischio, rimane concentrato sul mantenere la perdita sotto controllo e prevenirne la diffusione. L'esempio nell'assicurazione sanitaria sono le cure di prevenzione.

Condivisione dei rischi

Quando i rischi sono condivisi, le possibilità di perdita vengono trasferite dall'individuo al gruppo. Una società per azioni è un buon esempio di rischio condiviso — un certo numero di investitori mette in comune il capitale e ognuno sostiene una parte dei rischi legati al possibile fallimento dell'impresa.

Trasferimento dei rischi

Trasferire contrattualmente un rischio a terze parti, come ad esempio stipulare un'assicurazione per coprire eventuali danni a proprietà o persone, sposta i rischi associati alla proprietà dal proprietario alla compagnia di assicurazione.

Accettazione e conservazione dei rischi

Dopo che tutte le misure di condivisione del rischio, trasferimento del rischio e riduzione del rischio sono state implementate, rimarranno alcuni rischi in quanto è praticamente impossibile eliminare tutti i rischi (tranne che tramite la prevenzione del rischio). Questo si chiama rischio residuo.


Limitazioni e standard di gestione dei rischi

Gli standard di gestione dei rischi stabiliscono una serie specifica di processi strategici a partire dagli obiettivi di un'organizzazione e mirano ad identificare i rischi e promuoverne l'attenuazione attraverso la best practice. Gli standard spesso sono progettati da agenzie che lavorano insieme per promuovere obiettivi comuni al fine di garantire processi di gestione del rischio di alta qualità. Ad esempio, lo standard ISO 31 000 sulla gestione dei rischi è uno standard internazionale che fornisce principi e linee guida per un'efficace gestione dei rischi.

Adottare uno standard per gestione dei rischi ha i suoi vantaggi, ma comporta comunque delle sfide. Il nuovo standard potrebbe non adattarsi facilmente in quello che si sta già facendo, quindi potresti dover introdurre nuovi modi di lavorare. E gli standard potrebbero aver bisogno di essere personalizzati per il tuo settore o la tua azienda. 


Soluzioni correlate

Servizi di consulenza per la gestione dei rischi

Gestisci i rischi derivanti dalle condizioni di mercato che cambiano, dalle normative in evoluzione e dalle operazioni ricche di complessità, aumentando al tempo stesso l'efficienza.


Rischi finanziari e servizi di conformità

Accelera gli insight, taglia i costi delle infrastrutture e aumenta l'efficienza per prendere decisioni consapevoli dei rischi con IBM RegTech.


Soluzioni di gestione dei rischi AI-driven

Semplifica la gestione dei rischi e della conformità normativa con una piattaforma GRC unificata basata sull'AI e su tutti i tuoi dati.


GRC (governance, risk and compliance)

Gestisci meglio i tuoi rischi, la conformità e la governance collaborando con i nostri consulenti in materia di sicurezza.


Valutazioni del rischio sulla sicurezza

Identifica le vulnerabilità di sicurezza IT per contribuire a mitigare i rischi di dell'azienda.


Servizi di gestione delle minacce

Crea un framework di sicurezza più intelligente per gestire l'intero ciclo di vita delle minacce.