Cos'è la triple bottom line?
Esplora IBM Envizi
Mano che incorpora la sostenibilità in un sistema complesso

Pubblicato: 1 dicembre 2023
Collaboratori: Alexandra Jonker

Cos'è la triple bottom line?

La triple bottom line (TBL) è un framework di sostenibilità che ruota attorno alle tre P: persone, pianeta e profitto. Massimizzando tutte e tre le bottom lines, le organizzazioni hanno maggiori probabilità di avere un impatto positivo sul mondo, migliorando al contempo le prestazioni finanziarie.

Il concetto di triple bottom line suggerisce che i risultati aziendali non possono essere misurati solo in base ai profitti finanziari. Devono invece considerare anche il benessere delle persone e del pianeta. Ciò significa che le organizzazioni che adottano i framework TBL sono responsabili di tutti gli stakeholder—non solo degli azionisti.

Piano di azione sulla sostenibilità: indicazioni e modello

Questa guida delinea cosa includere in un piano d'azione per la sostenibilità, la struttura, gli stakeholder con cui interagire e un modello bonus scaricabile.

Le tre P

La triple bottom line è suddivisa in tre P che aiutano le organizzazioni a visualizzare e integrare meglio le pratiche sostenibili in tutta l'azienda. In dettaglio, sono:

Persone

Ciò comprende l'impatto sociale di un'azienda su tutti gli stakeholder e il modo in cui crea valore per loro ora e per le generazioni future. Ciò include i clienti, la più ampia comunità in cui opera l'azienda, i dipendenti, i partner della supply chain e i fornitori. Strettamente connessa alla responsabilità sociale d'impresa (CSR), questa bottom line comprende iniziative sul capitale umano che promuovono l'equità sociale sia all'interno che all'esterno dell'azienda.

Pianeta

Si tratta dell'impatto di un'azienda sull'ambiente naturale e sui sistemi ecologici con l'obiettivo di arrecare il minor danno con il massimo beneficio. Questo risultato spesso richiede uno sforzo maggiore per essere misurato rispetto alle persone e al profitto. Può incoraggiare iniziative come la valutazione del ciclo di vita dei prodotti e strategie più efficaci per ridurre le emissioni di gas serra.

Profitto

Definita anche “prosperità”, questa bottom line si concentra sull'impatto economico complessivo di un'azienda. Ciò viene spesso frainteso o limitato alla tradizionale definizione contabile di profitti interni. Tuttavia, in questo contesto, il profitto o la prosperità riflettono il beneficio economico che la società riceve dalla strategia aziendale di un’organizzazione, come il pagamento responsabile delle tasse e la creazione di posti di lavoro.

La storia della triple bottom line

John Elkington ha reso popolare il termine "triple bottom line" nel 1994, quando ha sfidato le imprese ad andare oltre i profitti per migliorare le condizioni delle persone e la salute del pianeta.

L’idea della triple bottom line e la necessità di considerare le questioni sociali e ambientali verranno poi ritrovate nei successivi benchmark di sostenibilità come i Dow Jones Sustainability Indexes (DJSI) e la Global Reporting Initiative (GRI). È stata poi seguita da strategie finanziarie come il ritorno sull'investimento sociale (SROI), la contabilità completa dei costi, i framework di rendicontazione ESG e molte altre.

Ma, secondo Elkington, la triple bottom line non doveva diventare un framework o uno strumento di contabilità. Piuttosto, era un metodo per ispirare un pensiero critico sul capitalismo che incoraggiasse un cambiamento duraturo del sistema.

Al di fuori di alcuni early adopters, Elkington osserva che molti dirigenti d'azienda faticano ancora a spostare l'ago della bilancia sulle persone e sul pianeta alla stessa velocità con cui lo fanno per i profitti. Tanto che, nel 2018, nel suo articolo sull'Harvard Business Review, ha auspicato una "nuova ondata" della TBL che portasse avanti più radicalmente lo scopo originario.1

Oggi le B Corporations sono costituite con la TBL al centro e sono ciò che Elkington considera "un luminoso raggio di speranza" per il futuro del concetto.

Perché la TBL è importante?

Le pratiche commerciali sostenibili sono sempre più attraenti sia per i clienti che per gli investitori. Metà dei consumatori è disposta a pagare un premio per prodotti sostenibili o un marchio sostenibile. E i consumatori orientati allo scopo, che scelgono prodotti e marchi in base a quanto sono in linea con i loro valori, rappresentano ora il segmento di mercato più ampio (44%). Inoltre, la legislazione sull'impatto ambientale e sociale viene avanzata e adottata a livello globale, come la Corporate Sustainability Reporting Directive (CSRD). 

Un modello di business che considera le tre P può aiutare le organizzazioni a perseguire la responsabilità sociale aziendale (CSR). CSR aumenta la consapevolezza delle pratiche e delle iniziative sostenibili di un'organizzazione che contribuiscono al benessere della società. La TBL può funzionare come strumento interno per coinvolgere l'azienda nel perseguimento di questi obiettivi CSR e nell'accoglierli al centro delle operazioni. Misurazioni di terze parti come i metriche ambientali, sociali e di governance (ESG) possono quindi fornire prove quantificabili del loro successo ai fini del reporting.

Un framework triple bottom line può anche creare valore interno. Un'azienda che ha pratiche aziendali sostenibili e basate sul valore può incoraggiare la fidelizzazione dei dipendenti, ridurre i rischi (a causa della resilienza della supply chain) e ridurre i costi di produzione e manutenzione.

Come le imprese possono avvicinarsi alla TBL

Le organizzazioni possono prendere in considerazione le seguenti iniziative e strategie nell'ambito di ognuna delle tre P per approcciarsi alla triple bottom line:

Persone

Garantire che l’equità sociale comprenda pratiche sia interne che esterne. Può essere semplice come la partnership con organizzazioni no-profit che incoraggiano il volontariato dei dipendenti o complesso come riconfigurare le supply chain per garantire pratiche commerciali eque. Come base di partenza, un'azienda che cerca di seguire un framework TBL basato sulle "persone" potrebbe assicurarsi di non sfruttare il capitale umano con cui l'organizzazione interagisce o su cui influisce, adottando pratiche di lavoro eque e sostenendo un ambiente di lavoro pulito e sicuro.

Pianeta

Anche le aziende più piccole possono apportare modifiche per ridurre il proprio impatto ambientale negativo e gli effetti del cambiamento climatico. Ad esempio, trovare modi per limitare il consumo di energia o utilizzare fonti di energia rinnovabili per ridurre l'impronta di carbonio e sostenere obiettivi di net zero; ridurre gli sprechi razionalizzando i processi e il riciclaggio o passando a materiali di origine etica possono contribuire al livello di sostenibilità ambientale di un'organizzazione.

Profitto

La bottom line economica considera tutti gli indicatori economici su cui un’organizzazione incide. Un chiaro esempio di ciò può essere trovato negli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile delle Nazioni Unite. L’obiettivo numero otto mira a promuovere “una crescita economica duratura, inclusiva e sostenibile, un’occupazione piena e produttiva e un lavoro dignitoso per tutti”.2 A livello organizzativo, ciò può variare dalla garanzia di pratiche di lavoro eque, sia all'interno che presso i fornitori, all'adozione di politiche orientate allo sviluppo che sostengano la creazione di posti di lavoro, l'imprenditorialità e l'innovazione.

L'influenza della TBL

Il movimento delle B Corp si basa sui principi della TBL. Le B Corporation certificate sono "leader nel movimento globale per un'economia inclusiva, equa e rigenerativa".3A differenza di altre certificazioni aziendali, la certificazione B Corp misura l'intero impatto sociale e ambientale di un'azienda. La certificazione può aiutare a rafforzare la fiducia dei clienti, ad attrarre e fidelizzare i dipendenti e ad attirare investitori.

Per ottenere la certificazione, le aziende devono dimostrare standard elevati di prestazioni sociali e ambientali, responsabilità degli stakeholder e trasparenza. Sono poi tenuti a sottoporsi allo stesso processo di verifica ogni tre anni per ricertificarsi.

Nel Regno Unito, le Community Interest Companies (CIC) esistono per avvantaggiare la comunità piuttosto che gli azionisti. Sono considerate imprese sociali dal governo, il che significa che aiutano le persone o le comunità.

Per diventare una CIC, le aziende devono avere una dichiarazione di interesse comunitario che spieghi cosa l'azienda intende fare; un asset lock, ovvero una promessa legale di utilizzare i beni solo per obiettivi sociali e che limiti il denaro che può pagare agli azionisti; uno statuto e, infine, l'approvazione da parte dell'autorità di regolamentazione delle società di interesse comunitario.4

Anche le istituzioni finanziarie adottano un approccio TBL. La triple bottom line è al centro della Global Alliance for Banking on Values (GABV), una rete internazionale di banche indipendenti che stanno lavorando per fornire uno sviluppo economico, sociale e ambientale sostenibile. Alcuni degli obiettivi principali della GABV sono rendere le banche più trasparenti ed espandere la pratica delle banche basate sui valori.

Come si misura la triple bottom line?

Può essere difficile misurare l'impatto sociale e ambientale con metriche standard. Ad esempio, l'impatto di una strategia TBL comprende le relazioni tra dipendenti e fornitori, le imposte pagate, l'impronta di carbonio, l'influenza della comunità e molto altro.

Alcune aziende potrebbero invece scegliere di adottare e concentrarsi su misure in linea con la loro strategia triple bottom line, come i framework di rendicontazione ESG. Inoltre, l’utilizzo di strumenti che consentono l’automazione, la visibilità dei dati, la definizione e il monitoraggio degli obiettivi e la valutazione della catena del valore può aiutare a semplificare la quantificazione della triple bottom line.

Soluzioni correlate
IBM Envizi ESG Suite

Semplifica la raccolta, il consolidamento, la gestione, l'analisi e il reporting dei dati ambientali, sociali e di governance (ESG)

Scopri IBM Envizi ESG Suite
Risorse Che cos'è la rendicontazione CSR?

Il reporting sulla responsabilità sociale d'impresa fornisce trasparenza aziendale ai principali stakeholder sulle prestazioni sociali e ambientali di un'organizzazione.

Cosa significa net zero?

Net zero è il punto in cui i gas serra emessi nell'atmosfera sono bilanciati da una quantità equivalente di gas a effetto serra rimossi dall'atmosfera.

Cos'è la CSRD?

La CSRD è la legislazione dell’UE che impone alle imprese dell’UE di riferire sull’impatto ambientale e sociale delle loro attività commerciali e sull’impatto aziendale dei loro sforzi e iniziative ESG.

Che cosa sono i framework ESG?

I framework ESG vengono utilizzati dalle organizzazioni per segnalare pubblicamente le metriche ambientali, sociali e di governance (ESG) dettagliate del business.

Che cos'è la sostenibilità nel business?

La sostenibilità negli affari si riferisce alla strategia di un'azienda per ridurre l'impatto ambientale negativo derivante dalle sue operazioni in un determinato mercato.

Cos'è la decarbonizzazione?

La decarbonizzazione è un metodo di attenuazione del cambiamento climatico che riduce le emissioni di gas a effetto serra (GHG) e le rimuove dall'atmosfera.

Fasi successive

Dai un'occhiata più da vicino a IBM Envizi per scoprire come questa suite di gestione ESG può aiutarti ad accelerare la tua strategia.

Esplora IBM Envizi Inizia la prova gratuita di 14 giorni
Note a piè di pagina

1 25 anni fa ho coniato la frase “Triple Bottom Line”. Ecco perché è ora di ripensarlo " (link esterno a ibm.com), John Elkington, Harvard Business Review, 5 giugno 2018

"I 17 Obiettivi" (link esterno a ibm.com), Nazioni Unite

"La Certificazione B Corp" (link esterno a ibm.com), B Lab

"Creare un'Impresa Sociale" (link esterno a ibm.com), gov.uk