Che cos'è il sourcing?
Esplora IBM Sterling Supply Chain Intelligence Suite Accedi all'ebook IBM Food Trust
Disegno di un sistema naturale complesso

Data di pubblicazione: 13 dicembre 2023
Collaboratori: Alexandra Jonker

Che cos'è il sourcing?

Il sourcing è il processo di individuazione, valutazione e selezione dei fornitori per la fornitura di beni e servizi. Se applicate tatticamente e strategicamente, le attività di sourcing possono avere un impatto importante su costi, qualità e disponibilità di beni e servizi di un'organizzazione.

Il sourcing è una delle prime fasi della gestione della supply chain—la gestione dell'intero flusso di produzione di un bene o servizio. Le organizzazioni implementano processi di sourcing per creare la propria rete di fornitori ("collegamenti" nella catena) che spostano i prodotti.

Spesso utilizzato in modo intercambiabile con "approvvigionamento", il sourcing è un processo distinto della supply chain all'interno del reparto di approvvigionamento. I professionisti dell'approvvigionamento gestiscono l'intero processo end-to-end di acquisizione di beni e servizi da fonti esterne. Sono incluse attività quali l'individuazione della necessità, la negoziazione dei contratti, l'emissione degli ordini di acquisto, la richiesta di acquisto e la gestione della prestazione.

Per comprendere meglio le differenze chiave, considera l'approvvigionamento come il "chi" (i fornitori stessi) che costruisce la supply chain e l'approvvigionamento come il "cosa" (merci e servizi) all'interno di una supply chain. A causa della loro stretta dipendenza, le strategie di approvvigionamento e reperimento in genere condividono obiettivi e metriche simili.

IBM Food Trust
Quali sono i diversi tipi di sourcing?

Secondo alcune autorità della supply chain, esiste oltre una dozzina di tipi di sourcing, ma i più comuni sono:

Esternalizzazione

L'outsourcing consiste nell'avvalersi di un fornitore terzo nazionale o estero per svolgere un'attività o per fornire beni o servizi normalmente forniti a livello interno.

Insourcing

L'insourcing consiste nello sfruttare le risorse interne per eseguire le attività della supply chain. Spesso consiste in una strategia di riduzione dei costi ed è l’opposto dell’outsourcing.

Near-sourcing

Il near-sourcing, chiamato anche nearshoring, comporta lo spostamento delle attività di sourcing più vicine al luogo in cui vengono venduti i beni o servizi. Ciò aiuta a ridurre i costi di trasporto e i tempi di consegna.

Single sourcing

Il single sourcing consiste nello scegliere un solo fornitore per tutti i materiali, beni e servizi. Ciò può creare esclusività del prodotto con materiali unici e ridurre il tempo impiegato nelle trattative contrattuali e nella selezione dei fornitori.

Global sourcing

Il global sourcing consiste nell'approvvigionamento di beni o servizi da fornitori sui mercati internazionali. Ciò fornisce alle aziende l'accesso a risorse a basso costo e skill potenzialmente non disponibili nella loro area geografica.

Joint venture

Le joint venture sono partnership tra una o più altre organizzazioni per condividere risorse e punti di forza. Ciò può aumentare il potere contrattuale con i fornitori e limitare i rischi della supply chain.

Che cos'è il sourcing strategico?

Nella sua forma più semplice, il sourcing è un processo transazionale che cerca il miglior valore, spesso fornito dal fornitore che offre beni e servizi al prezzo più basso. Il sourcing strategico, invece, considera le esigenze e gli obiettivi a lungo termine di un'azienda quando valuta i potenziali fornitori. Infatti, nel sourcing strategico spesso le organizzazioni sfruttano i dati provenienti dalle attività di approvvigionamento per sviluppare strategie di sourcing che riflettono il quadro generale.

Con una mentalità di sourcing strategico, il fornitore con il prezzo più basso potrebbe non sempre potrebbe essere l'opzione migliore. Piuttosto, il team di sourcing potrebbe anche considerare fattori quali qualità, reputazione e servizio. Possono inoltre valutare come una partnership a lungo termine con un fornitore preferenziale possa rafforzare e snellire l'intera supply chain, promuovere le ambizioni di sostenibilità e massimizzare i risparmi sui costi.

Il sourcing tattico è simile al sourcing strategico, ma si concentra su obiettivi a breve termine e su esigenze immediate meno complesse piuttosto che su obiettivi a lungo termine. Il sourcing strategico è un processo ininterrotto che implica una valutazione e un adeguamento continui delle attività di sourcing. Ad esempio, selezionare un fornitore per prodotti per la pulizia durante la stagione delle influenze è un'operazione di sourcing tattico, mentre selezionare un fornitore per i componenti critici di una linea di prodotti chiave è un sourcing strategico.

Soluzioni correlate

IBM Supply Chain Control Tower

IBM Sterling Transparent Supply

IBM MRO Inventory Optimization

Quali sono i benefici del sourcing strategico?

Il sourcing strategico aiuta le organizzazioni a ottenere un vantaggio competitivo: fornire ai clienti prodotti e servizi di alta qualità al prezzo migliore.

Gestione dei costi

Prendendosi il tempo necessario per selezionare i fornitori in modo ponderato e strategico, le organizzazioni possono spesso negoziare contratti a lungo termine con prezzi e termini di pagamento più vantaggiosi—come prezzi all'ingrosso e tariffe ridotte. Un prezzo inferiore per un prodotto o servizio si traduce in prezzi più bassi per i clienti, il che mantiene le aziende competitive.

Soddisfazione del cliente

Il sourcing da fornitori di alto livello e accuratamente selezionati può produrre beni e servizi di qualità superiore. Materie prime migliori portano a prodotti superiori e di elevato valore che funzionano bene e durano più a lungo. Ciò può aiutare le organizzazioni a soddisfare le aspettative dei clienti, ispirare la fedeltà e migliorare la reputazione del marchio.

Gestione del rischio

Una dipendenza bilanciata da un ampio ecosistema di fornitori di qualità riduce il rischio. Con un portafoglio di fornitori diversificato, le organizzazioni possono evitare ritardi, cancellazioni e fluttuazioni dei prezzi dovuti a interruzioni della supply chain—causate da qualsiasi fattore, disordini politici o eventi meteorologici gravi.

Maggiore sostenibilità

Le organizzazioni possono esaminare attentamente ciascun fornitore per garantire che le sue pratiche di sostenibilità siano in linea alle proprie. Ciò contribuisce a promuovere gli obiettivi di sostenibilità dell'azienda e a ridurre l'impatto ambientale complessivo della supply chain.

Che cos'è il sourcing responsabile?

Il sourcing responsabile considera gli impatti sociali, economici e ambientali di tutte le attività di sourcing e dei fornitori. È alla base del concetto di "tripla linea di fondo” che suggerisce che i risultati aziendali non possono essere misurati solo in base ai profitti finanziari. Devono invece tenere conto anche del benessere delle persone e del pianeta. Le organizzazioni che praticano il sourcing responsabile assumono la responsabilità di ciò che accade durante l'intera ciclo di vita del prodotto—dalle emissioni di carbonio ai diritti dei lavoratori. L'obiettivo del sourcing responsabile è quello di ridurre i danni potenziali e aumentare gli impatti positivi.

Le procedure aziendali sostenibili sono fondamentali per i clienti e gli investitori di oggi. Metà dei consumatori è disposta a pagare di più per prodotti o marchi sostenibili. E i consumatori orientati allo scopo, che scelgono prodotti e marchi in base a quanto sono in linea ai loro valori, rappresentano ora il segmento di mercato più ampio (44%). Le certificazioni di sostenibilità di terze parti, come lo status di B Corp o la certificazione Rainforest Alliance, vengono spesso utilizzate come indicatori di sourcing responsabile rivolti ai clienti.

Le strategie della supply chain riflettono sempre più questo desiderio di sostenibilità: secondo uno studio del 2022, il 52% dei chief supply chain officer (CSCO) si sta adoperando in modo più deciso verso la neutralità delle emissioni di carbonio.1 Il sourcing responsabile può essere considerato un passo fondamentale per raggiungere questo obiettivo.

Il sourcing responsabile è inoltre fondamentale per garantire la conformità alla legislazione nuova e a quella esistente che richiedono trasparenza sull'impatto degli sforzi e delle iniziative ambientali, sociali e di governance (ESG) di un'organizzazione. Ad esempio, la Corporate Sustainability Reporting Directive (CSRD) dell'Unione Europea (UE) richiederà che le aziende divulghino il loro processo di due diligence per individuare e mitigare gli impatti sociali e ambientali nelle loro catene del valore e nelle supply chain.

Quali sono i passaggi chiave nella strategia di sourcing?

Il modo in cui le organizzazioni sviluppano una strategia di sourcing in base alle dimensioni dell'azienda, agli obiettivi aziendali e al settore. Tuttavia, questi cinque passaggi si trovano spesso nelle strategie efficaci di sourcing:

1. Impostazione degli obiettivi.Un primo passo comune prevede l' individuazione di obiettivi e KPI specifici. Questi obiettivi possono includere la riduzione dei costi, il miglioramento della qualità del prodotto o una migliore gestione del rischio dei fornitori .

2. Analisi delle attuali attività di sourcing. Successivamente, i team di approvvigionamento possono scegliere di esaminare i dati storici relativi all'approvvigionamento e ai processi aziendali per individuare le aree di miglioramento, esaminare più da vicino le prestazioni dei fornitori o vedere dove è possibile tagliare le spese inefficienti.

3. Valutazione del mercato. La ricerca di mercato e i dati dei concorrenti sono fondamentali per prendere decisioni strategiche di sourcing. Le informazioni relative alle abitudini di consumo, alle tendenze del settore e alle best practice, nonché ai fattori economici e geopolitici possono aiutare le aziende a comprendere il loro posto nel mercato.

4. Controllo e selezione dei fornitori.Stabilire un processo di valutazione e selezione dei fornitori è un passaggio fondamentale. Considera la qualità dei fornitori, l'affidabilità finanziaria, l'allineamento tra valore e cultura e il potenziale di una partnership a lungo termine. I team possono utilizzare una combinazione di interviste ai fornitori, RFP (richieste di proposte), RFQ (richieste di preventivi), schede di valutazione e altro ancora per facilitare la selezione.

5. Valutazione continua delle prestazioni dei fornitori. Un buon piano di sourcing strategico non si esaurisce con la firma del contratto. Garantisci il successo a lungo termine con un'analisi continua delle prestazioni attraverso audit regolari, il monitoraggio dei KPI, la gestione delle relazioni con i fornitori e la raccolta di feedback. Quindi, effettua i necessari aggiustamenti secondo necessità per allinearti agli obiettivi fissati nella prima fase.

Che cos'è la tecnologia di sourcing?

Man mano che le supply chain diventano più complesse, le organizzazioni possono scegliere di integrare tecnologie intelligenti come l'AI, l'automazione, l'analisi dei dati e la blockchain nei processi di approvvigionamento, nel software di approvvigionamento e nei workflow. Ciò può consentire diversi benefici, tra cui: riduzione dei costi operativi; efficienze abilitate dall'automazione in tutte le attività di sourcing (come una migliore gestione dei contratti, l'onboarding accelerato dei fornitori e l'analisi dei prezzi e della spesa); approvvigionamento più responsabile e maggiore sostenibilità lungo tutta la supply chain.

Ad esempio, le piattaforme blockchain possono aiutare gli acquirenti a garantire che le materie prime utilizzate per i nuovi prodotti siano prodotte in modo responsabile. Inoltre, i workflow intelligenti possono portare a pagamenti anticipati ai fornitori, migliorando così il capitale circolante e il flusso di cassa.

Soluzioni correlate
IBM Sterling Supply Chain Intelligence Suite

Applica la potenza dell'AI e la velocità dell'automazione per migliorare la resilienza, la sostenibilità e la gestione della supply chain.

Esplora IBM Sterling Supply Chain Intelligence Suite

Risorse Farmer Connect + IBM

Scopri in che modo Farmer Connect e IBM Food Trust stanno collegando coltivatori di caffè e consumatori con la blockchain.

Blockchain per le supply chain dei beni di consumo

Il settore dei beni di consumo deve affrontare una serie di ostacoli legati alle proprie supply chain globali che possono essere risolti grazie alla visibilità.

IBM Blockchain Transparent Supply

Scopri come le aziende visionarie stanno utilizzando la blockchain per risolvere i problemi più impegnativi della loro attività, del loro settore e persino del mondo.

Che cos'è la gestione della supply chain?

La gestione della supply chain consiste nel controllo dell'intero flusso di produzione di un bene o di un servizio, dalle materie prime alla consegna del prodotto finale.

Cos'è la triple bottom line?

La triple bottom line (TBL) è un framework di sostenibilità che ruota attorno alle tre P: persone, pianeta e profitto.

Che cos'è la sostenibilità nel business?

La sostenibilità nel business si riferisce alla strategia e alle azioni di un'azienda per eliminare gli impatti ambientali e sociali negativi causati dalle operazioni di business.

Fasi successive

IBM Sterling Supply Chain Intelligence Suite è una soluzione di ottimizzazione e automazione basata su AI. Progettata per le organizzazioni che trovano difficoltà nel rimediare alle perturbazioni nella supply chain attraverso la trasformazione tradizionale, la suite facilita la resilienza e la sostenibilità della rete di approvvigionamento, aumenta l'agilità e velocizza il time-to-value mediante insight attivabili, workflow più smart e automazione intelligente.

Esplora Supply Chain Intelligence Suite Provalo gratis per 30 giorni
Note a piè di pagina

studio IBV 2022 CSCO, dati non pubblicati