Cosa sono il backup e il ripristino?
Con la trasformazione digitale in pieno svolgimento, la richiesta di soluzioni di backup and recovery sempre più scalabili, capaci e convenienti è più alta che mai.
Esplora IBM Cloud Backup
Una persona che utilizza il computer al lavoro
Cosa sono il backup e il ripristino?

Il backup e il ripristino si riferiscono a tecnologie e pratiche per la creazione di copie periodiche di dati e applicazioni su un dispositivo secondario separato e il conseguente utilizzo di tali copie per ripristinare i dati e le applicazioni (e le operazioni aziendali da cui dipendono) nel caso in cui i dati e le applicazioni originali siano andati persi o siano rimasti danneggiati a causa di un'interruzione di corrente, di un attacco informatico, di un errore umano, di un disastro o di qualche altro evento non pianificato.

Il backup e il ripristino sono una componente essenziale della strategia di disaster recovery di qualunque azienda.

Contenuti correlati

Iscriviti alla newsletter IBM

Strategia e pianificazione

La modalità di backup dei dati e delle applicazioni (ovvero, la frequenza con cui viene eseguito il backup e su quale dispositivo o posizione) dipende dal costo derivante dalla perdita dell'accesso ai dati e alle applicazioni per un determinato periodo di tempo e dal costo della sostituzione o ricreazione dei dati in caso di perdita definitiva.

In genere, il primo passo nella creazione di una strategia di backup, in particolare di una strategia di backup aziendale, consiste nel determinare gli obiettivi di tempo di ripristino e di punto di ripristino per ciascuna origine dati e applicazione.

  • L'obiettivo del tempo di ripristino, o RTO, si riferisce al tempo massimo che l'azienda può permettersi di trascorrere senza accedere ai dati o all'applicazione, ovvero alla velocità con cui è necessario recuperare i dati e l'applicazione.

  • L'obiettivo del punto di ripristino, o RPO, si riferisce alla quantità di dati che ci si può permettere di perdere e stabilisce la frequenza con cui è necessario eseguire il backup dei dati per evitare di perderne altri.

Gli RTO e gli RPO variano a seconda dell'attività in cui si opera e delle singole applicazioni e dati in questione. Le applicazioni mission-critical (ad esempio, il sistema di e-commerce di un grande rivenditore online o l'applicazione di trading di un broker) potrebbero richiedere RTO e RPO microscopici perché, in ogni caso, il tempo di inattività potrebbe costare milioni al minuto. Tuttavia, il sistema di posta elettronica di un broker può richiedere RTO e RPO più brevi rispetto al sistema di posta elettronica di un rivenditore, perché il broker potrebbe necessitare di una traccia di controllo completa delle e-mail per la conformità alle normative.

Oltre a RTO e RPO, altri fattori che determinano la scelta della tecnologia di backup e ripristino includono la necessità di scalabilità, sicurezza dei dati e persino la distanza fisica (ad esempio, se è necessario mantenere i backup abbastanza lontani dall'infrastruttura di produzione per garantire il recupero da un'interruzione di corrente o da un disastro nella zona).

Dispositivi e servizi di backup

Quale tipo di dispositivo o servizio puoi utilizzare per eseguire il backup dei tuoi dati? In linea di massima, hai quattro possibilità.

Unità a nastro


Il nastro è il supporto di backup più datato attualmente in uso. Offre uno storage dei dati a basso costo e ad alta capacità, ma le prestazioni di lettura/scrittura relativamente lente rendono il nastro una scelta inadeguata per il backup incrementale, la protezione continua dei dati (CDP) o qualsiasi altro metodo di backup che aggiorna i backup ogni volta che i dati cambiano (consulta la sezione "Metodi e soluzioni comuni" di seguito). Il nastro è anche più soggetto all'usura fisica e al danneggiamento rispetto ad altri supporti di storage, pertanto deve essere gestito attentamente e costantemente testato per garantire che funzioni al momento del ripristino. Per questi motivi, il nastro è la scelta migliore per i backup notturni o settimanali o per archiviare in modo economico i dati che l'organizzazione desidera o è tenuta a conservare, ma che non sono necessari per rendere rapidamente l'azienda di nuovo operativa in caso di interruzione o disastro.

Hard disk drive (HDD) o solid-state drive (SSD)


Oggi il backup della maggior parte dei dati viene eseguito su HDD (hard disk drive) o SSD (solid-state drive), sia che si tratti di un'unità esterna indipendente che di una parte di un server di backup (vedi sotto). Entrambe offrono prestazioni di lettura/scrittura molto più veloci rispetto al nastro, il che le rende una buona scelta per i backup continuamente aggiornati e per gli scenari di backup con RTO/RPO breve.

Le unità SSD sono sempre più diffuse perché offrono tempi di lettura/scrittura più rapidi rispetto alle unità HDD, richiedono meno spazio fisico per archiviare la stessa quantità di dati e consumano meno energia (anche se il costo per gigabyte è maggiore). Uno svantaggio delle HDD e delle SDD è che non sono particolarmente scalabili: se si ha bisogno di maggiore capacità di backup, è necessario acquistare e installare un nuovo disco fisico.

Server di backup


Un server di backup è un server dedicato creato appositamente per il backup dei file archiviati su più computer client della stessa rete. Il server è dotato di una notevole capacità di archiviazione su disco e di un software specializzato per la pianificazione e la gestione dei backup. I dischi dei server di backup sono spesso configurati per la ridondanza, in modo da proteggere i dati di backup e garantire la continuità dei backup in caso di guasto del disco. Un server di backup in sede può essere una soluzione di backup economica per un piccolo ufficio, ma non protegge i dati di backup da interruzioni locali o disastri fisici.

Backup su cloud


Il backup su cloud consiste nell'eseguire il backup di dati e applicazioni tramite una rete aziendale o una connessione internet a un server di backup fisico o (più probabilmente) virtuale in un data center remoto gestito dall'azienda, da un provider di hosting o da un provider di servizi cloud.

Il backup su cloud è in genere il tipo di backup più flessibile. Consente di eseguire il backup di file, dati di applicazioni o interi server fisici o virtuali e di pianificare i backup con la frequenza che si desidera. Poiché i server di backup su cloud sono in genere virtualizzati, consentono di scalare in modo semplice ed economico in base alle esigenze. Il backup su cloud elimina la necessità di spostare fisicamente i supporti di backup in un'altra sede (con conseguenti RTO e RPO significativamente più elevati) per proteggersi da interruzioni di corrente o disastri locali.

Metodi e soluzioni comuni

Quello che segue è un elenco dei metodi di backup e ripristino più comunemente utilizzati. Il metodo o la combinazione di metodi scelta dipenderà dai fattori già menzionati (RTO, RPO, scalabilità, sicurezza, requisiti di distanza geografica) e dai seguenti fattori:

  • Se hai bisogno di proteggere dati personali, di piccole imprese o di aziende

  • Se hai la necessità di eseguire il backup di soli dati, dati e applicazioni oppure di interi computer fisici o macchine virtuali

  • I metodi di backup offerti dal provider di servizi di backup

  • Il tuo budget

Full-image only


Il backup full-image only esegue periodicamente il backup di una copia completa dell'origine dati che si desidera proteggere. Per ripristinare i dati persi, è sufficiente sostituirli con il backup full-image più recente. I ripristini full-image sono rapidi, ma poiché i backup full-image possono richiedere molto tempo e non possono essere eseguiti con la stessa frequenza degli altri backup, questo metodo non è adatto a RTO/RPO più brevi.  

Incrementale


Il backup incrementale inizia con un backup full-image per poi eseguire backup periodici dei soli dati che sono stati modificati dopo il backup più recente; in genere, dopo un numero prestabilito di backup incrementali, viene eseguito un altro backup full-image e il ciclo ricomincia. Per ripristinare i dati, si applica prima il backup full-image più recente e poi si applica ogni backup incrementale successivo all'RPO desiderato. La modalità incrementale consente di risparmiare tempo di backup grazie a un minor numero di backup completi e di velocizzare i tempi di ripristino dei file modificati di recente.

Differenziale

 

Il backup differenziale esegue il backup di tutti i dati che sono stati modificati dopo l'ultimo backup full-image. Per ripristinare i dati, si applica prima il backup full-image più recente e poi il backup differenziale più recente. Il tempo di backup aumenta con ogni successivo backup differenziale, ma il ripristino richiede l'applicazione di solo due file di backup: l'ultimo backup full-image e il backup differenziale).

Protezione continua dei dati (CDP)


Chiamata anche backup continuo o in tempo reale, la CDP salva istantaneamente una copia di ogni modifica apportata ai dati su un dispositivo di archiviazione separato e tiene traccia di ogni salvataggio. La CDP elimina l'interruzione dei backup distinti in quanto il backup avviene costantemente. Inoltre, poiché la CDP è in grado di ripristinare i dati dalla modifica più recente o da qualsiasi momento specifico, fornisce la protezione più completa e granulare per i dati.

Backup bare metal


Il backup bare metal esegue il backup di un intero computer o server (applicazioni, dati, sistema operativo e così via) in modo da consentirne il ripristino su hardware bare metal (un hardware senza un sistema operativo o software preinstallato).

Ripristino istantaneo


Metodo di backup e ripristino per macchine virtuali (VM), il ripristino istantaneo mantiene una VM di backup continuamente aggiornata per la VM di produzione. Quando è il momento di eseguire il ripristino, il sistema reindirizza il carico di lavoro alla VM di backup in tempo reale in modo che gli utenti possano continuare a lavorare senza interruzioni mentre il personale IT ripristina la VM originale. Il ripristino istantaneo offre i vantaggi di RTO e RPO pari a zero ma, in molti casi, le prestazioni della VM di backup sono leggermente inferiori a quelle della VM originale.

Casi d'uso speciali

Backup e ripristino di Windows 10


Il Backup e ripristino di Windows 10 esegue periodicamente backup full-image dei file secondo una pianificazione definita dall'utente. Può anche creare un'immagine di backup dell'intero sistema (sistema operativo, applicazioni, file, impostazioni, ecc.) in modo da poter ripristinare tutto se necessario. Uno strumento aggiuntivo chiamato Cronologia file può essere impostato per salvare automaticamente più versioni di un file in modo da poter ripristinare il file nella versione o nel momento desiderato.

Time Machine


Integrato in Apple macOS, Time Machine esegue automaticamente backup orari, giornalieri e settimanali dell'intero sistema Mac. Può salvare il backup sul Mac, su un'unità esterna o su una Time Capsule AirPort (se se ne possiede una: Apple non ne produce più). Quando è il momento di ripristinare i file, Time Machine consente di sfogliare i backup datati per scegliere il punto di ripristino desiderato. È anche possibile eseguire il backup dei file sul Mac, come documenti, foto e canzoni, su iCloud.

Backup e ripristino del database SQL


È possibile eseguire il backup e il ripristino di MySQL, PostgreSQL e database SQL facilmente dalla riga di comando o con strumenti di terze parti disponibili separatamente.

iPhone


È possibile eseguire il backup dell'iPhone sul computer utilizzando iTunes o su cloud utilizzando iCloud. A seconda della quantità di dati memorizzati sul telefono, potrebbe essere necessario acquistare altro spazio di archiviazione iCloud.

Backup e ripristino di Android


Backup e ripristino di Android è uno strumento di backup integrato in tutti i dispositivi mobili Android che esegue il backup dei dati e delle impostazioni su Google Drive. Inoltre, alcuni produttori di telefoni Android, come Samsung, offrono le proprie app di backup e ripristino e servizi di archiviazione dei dati.

Soluzioni correlate
IBM Cloud Backup

Crea e implementa app che si connettono a IBM® Cloud in pochi minuti.

Esplora IBM Cloud Backup
Veeam on IBM Cloud

Il backup predittivo e il recupero veloce per il cloud ibrido consentono di spostare più facilmente i carichi di lavoro e i backup on-premise nel cloud per il disaster recovery.

Esplora Veeam su IBM Cloud
Soluzioni per la protezione continua dei dati (CDP)

Crea un piano di backup, disaster recovery e business continuity per i carichi di lavoro nel cloud con IBM Business Partner come Veeam e Zerto.

Esplora le soluzioni di protezione continua dei dati (CDP)
Cyber resilience con IBM Storage FlashSystem

IBM FlashSystem Cyber Recovery Guarantee è stata pensata per chi acquista un nuovo array FlashSystem con IBM Storage Expert Care e IBM Storage Insights Pro. Con questo pacchetto, IBM garantisce il recupero di un punto di ripristino di una Safeguarded Copy (uno snapshot non mutabile) entro 60 secondi.

Proteggi i tuoi dati con IBM Storage FlashSystem
Risorse Che cos’è il disaster recovery?

Una panoramica del processo di pianificazione del disaster recovery e alcune indicazioni per stabilire se il Disaster-Recovery-as-a-Service (DRaaS) è la scelta giusta per proteggere la tua azienda.

Che cos'è il multicloud?

Il multicloud, ovvero l'utilizzo di servizi cloud di due o più fornitori, offre alle organizzazioni maggiore flessibilità per ottimizzare le prestazioni, controllare i costi e sfruttare le migliori tecnologie cloud disponibili.

Fai il passo successivo

IBM offre IBM Cloud Backup, un sistema completo di backup e ripristino basato su agenti gestito tramite un'interfaccia Web intuitiva e reattiva. IBM Cloud Backup consente di eseguire ripristini bare metal e backup di soli dati per applicazioni software di terze parti ampiamente utilizzate. È dotato di crittografia end-to-end per proteggere i dati, compressione intelligente e deduplicazione front-end per ridurre l'ingombro dei dati fino al 99%.

Scopri di più su IBM Cloud Backup