L'innovazione che crea opportunità
IBM e Fondazione Piazza dei Mestieri: insieme per offrire ai giovani pari opportunità nello studio e nel lavoro
Young students in the classroom

“L’aspetto più innovativo di Piazza dei Mestieri è sicuramente il fatto di abbinare ad ogni percorso formativo una correlata attività produttiva in modo che i nostri ragazzi possano fare un’esperienza di lavoro vero.”

A parlare è Giovanni Clot, Direttore Generale di Piazza dei Mestieri, un’avventura nata nel 2004 con un solo obiettivo: aiutare i giovani a trovare la loro strada nel mondo valorizzando i loro desideri e i loro talenti.

La Fondazione Piazza dei Mestieri opera ispirandosi alle piazze di una volta, dove le persone si trasferivano vicendevolmente conoscenze e abilità e dove si creava una contaminazione tra arti e mestieri e all’agorà della polis greca, luogo deputato allo scambio di idee e al confronto.

Formazione professionale, aiuto compiti, valorizzazione dei propri talenti, Job Center, progetti di integrazione per studenti stranieri, ma soprattutto un ponte tra scuola e lavoro.

La Piazza dei Mestieri è un esempio virtuoso di inclusione sociale giovanile.

 

Sedi in Italia

 

5 su

18.000 mq

 

Ore di formazione

 

+57.000

erogate

 

 

Stage e tirocini

 

+13.000 in aziende italiane

L’innovazione tecnologica dei nostri sistemi e l’applicazione delle soluzioni IBM sono state la chiave per ridurre il digital divide tra gli studenti permettendoci di fornire a tutti una didattica dinamica ed efficiente anche nei difficili momenti del lockdown. Giovanni Clot Direttore Generale Piazza dei Mestieri
Semplificazione e integrazione: i primi passi verso il percorso di innovazione

Per semplificare la gestione, governata a distanza per tutte le sedi, è stata integrata una soluzione di desktop virtuale utilizzando un'infrastruttura VDI. La virtualizzazione è stata decisiva durante i lockdown degli scorsi anni per consentire agli studenti di mantenere il legame con ambiente e attività di formazione e vincere il senso di solitudine che li aveva colpiti ma soprattutto ha permesso di ridurre, fino quasi annullare, il pericolo di digital divide tra i propri alunni: tutti hanno potuto accedere alle aule virtuali dal proprio PC, tablet  o telefono indipendentemente dalla qualità delle dotazioni informatiche in possesso.

I sistemi adottati e acquistati in quel periodo hanno permesso la frequenza in classi sia ‘full DAD’, sia ‘blended’ e, anche, la suddivisione delle classi in due aule, per consentire di mantenere il distanziamento.  

Si è verificato inoltre un aumento del 3% di presenze rispetto a quelle dei giorni pre-pandemia.

Questa soluzione ha portato con sè un impatto significativo sulle prestazioni del sistema di archiviazione e quindi la necessità di migliorarne l’efficienza e la sicurezza rispetto alla soluzione precedente.

La soluzione è stata estesa poi anche alle sedi degli altri centri di formazione a Moncalieri, Catania, Milano, Novara e Sondrio.

 

Perché la scelta delle soluzioni IBM

Con l’adozione del nuovo storage IBM FlashSystem 5200 e dei moduli NVMe FlashCore Module, Piazza dei Mestieri è riuscita a garantire ottime performance per la fruizione del servizio VDI, riducendo inoltre footprint e consumi e facilitando la gestione. In aggiunta lo storage supporta tutte le applicazioni amministrative di primaria importanza della Fondazione per la memorizzazione sicura e per l’accesso performante dei dati.

Piazza dei Mestieri ha intrapreso inoltre un percorso verso l’implementazione di alti livelli di sicurezza del proprio patrimonio informatico e della salvaguardia dei dati con l’adozione di un secondo storage FlashSystem 5200 e la soluzione di Data Resilience Safeguarded Copy integrata negli storage, che permette di fare copie isolate e immutabili per un rapido ripristino dei dati in caso di attacco informatico.

 

Grazie ad IBM oggi Piazza dei Mestieri è in grado di allestire un’aula in un'ora, rispetto alle giornate di lavoro che erano necessarie in precedenza per la preparazione di macchine, software e contenuti didattici. Allo stesso modo, al termine dell’unità formativa è altrettanto agevole ripristinare un sistema di partenza e implementare nuovi contenuti. Giovanni Clot Direttore Generale Piazza dei Mestieri
Crediamo che la crescita personale e professionale siano un diritto di tutti.

La nostra necessità è di innovare la formazione professionale, al fine di renderla uno strumento capace di combattere la dispersione scolastica e formativa e di renderla trampolino di lancio per l’inserimento nel mondo del lavoro e per questo avevamo l'esigenza di modernizzare il sistema di fruizione della didattica, garantendone sempre l’accessibilità e la sicurezza.

La collaborazione con Bellucci Spa, la loro competenza e capacità di analizzare problematiche di volta in volta differenti e le soluzioni tecnologiche di IBM hanno segnato un importante punto di svolta nel percorso di trasformazione digitale che ci eravamo prefissati e che riteniamo essere necessario per continuare ad offrire ai giovani l'opportunità reale di rendere migliore il loro futuro.

"Il progetto realizzato per Piazza dei Mestieri", conferma Alberto Bellucci, General Manager, Bellucci SpA, "oltre all’importanza legata al valore sociale dell’attività della Fondazione, è anche un interessante esempio di come le soluzioni di un gigante internazionale della tecnologia e della consulenza come IBM si possano adattare alle esigenze di realtà di tutte le dimensioni. Per noi la sfida più importante non è tanto reperire la tecnologia, dato che siamo da anni partner di IBM, quanto la capacità di disegnare la soluzione ideale per ciascuna azienda, nella consapevolezza che non esistono esigenze (e anche budget) uguali per tutti. Con Piazza dei Mestieri abbiamo seguito un approccio olistico, che ci ha consentito di fornire soluzioni in continuità con quanto già in essere, seguendo tutte le fasi dalla progettazione alla resa in opera, con l’attenzione e la cura e ci ha permesso di diventare il loro partner di fiducia in ambito tecnologico."

 

logo SAS
Fondazione Piazza dei Mestieri
 

La Fondazione Piazza dei Mestieri è il soggetto che ha dato vita all’esperienza della Piazza.
Nata nel 2004 a Torino, la Piazza dei Mestieri è un luogo di educazione e di aggregazione per i giovani il cui obiettivo finale è creare un punto di aggregazione in cui sia evidente un contenuto educativo e formativo.

All’interno della Piazza dei Mestieri sono operanti specifiche unità produttive in cui vengono progettati e realizzati prodotti e servizi di qualità e dove gli allievi possono fare le loro prime esperienze di apprendistato.

Ogni anno la Piazza dei Mestieri accoglie circa cinquemila giovani italiani e stranieri, nelle sue sedi di Torino, Catania e Milano, arrivati per inseguire un sogno, per essere aiutati a diventare uomini e donne, per imparare un mestiere e trovare un lavoro.

Piazza dei Mestieri
logo SAS
Bellucci SpA
  

Bellucci SpA è un'azienda specializzata nella fornitura di soluzioni hardware e software, progettazione delle architetture dei sistemi e dei modelli as-a-service.

Bellucci SpA
Termini Legali

© Copyright IBM Corporation 2023.

IBM, il logo IBM, ibm.com, sono marchi di International Business Machines Corp., registrati in diversi Paesi del mondo. Altri nomi di prodotti e servizi potrebbero essere marchi di IBM o di altre aziende.

Le informazioni contenute nel documento sono aggiornate alla data della prima pubblicazione e potrebbero essere modificate da IBM senza alcun preavviso.

Tutti gli esempi citati relativi a clienti sono presentati a scopo illustrativo di come alcuni clienti abbiano utilizzato i prodotti IBM e dei risultati da essi eventualmente conseguiti. LE INFORMAZIONI FORNITE NEL PRESENTE DOCUMENTO SONO DA CONSIDERARSI “NELLO STATO IN CUI SI TROVANO”, SENZA GARANZIE, ESPLICITE O IMPLICITE, IVI INCLUSE GARANZIE DI COMMERCIABILITÀ, DI IDONEITÀ PER UN PARTICOLARE SCOPO E GARANZIE O CONDIZIONI DI NON VIOLAZIONE. I prodotti IBM sono coperti da garanzia in accordo con termini e condizioni dei contratti sulla base dei quali vengono forniti.