BNP Paribas
In che modo le banche possono consentire un rapido sviluppo dei prodotti?
Scopri di più
Una persona che utilizza lo sportello bancomat con una carta di credito

Per migliorare la qualità e l'efficienza, BNP Paribas sta revisionando l'ambiente di sviluppo software per i suoi sistemi principali. Collaborando con IBM per implementare un moderno ambiente di sviluppo integrato (IDE) supportato da strumenti open source, BNP Paribas sta trasformando l'ambiente di sviluppo sulla piattaforma IBM® Z, risparmiando denaro e aumentando la qualità.

Sfida di business

Per garantire qualità e reattività, BNP Paribas ha deciso di fornire ai propri sviluppatori IBM Z un IDE moderno, insieme al controllo autonomo e alla responsabilità dei propri ambienti di sviluppo. 

Trasformazione

Ha implementato IBM® Developer for z/OS e IBM Z Development and Test Environment, combinati con strumenti open source, per creare un ambiente di sviluppo più efficiente, agile, autonomo e intuitivo.

Risultati Maggiore efficienza
nello sviluppo e nei test consente di risparmiare tempo e denaro
Una maggiore autonomia
e la standardizzazione degli strumenti aumentano il coinvolgimento degli sviluppatori e la qualità del codice
Un ambiente modernizzato
attirerà nuovi sviluppatori e consentirà l'evoluzione dei processi
Storia di una sfida aziendale
Unire mondi separati

In un mercato globale sempre più deregolamentato, le banche tradizionali si trovano ad affrontare nuovi tipi di sfide. Continuano infatti a emergere agili concorrenti FinTech, che sfruttano le opportunità date dalla maggiore facilità, per un cliente, di passare da un fornitore di servizi finanziari a un altro. Date queste sfide, le grandi banche globali come BNP Paribas, l’ottava banca mondiale per asset, devono migliorare costantemente la qualità e la reattività delle proprie offerte digitali. La capacità di superare i concorrenti FinTech nel cogliere nuove opportunità dipende in parte dalla capacità di collegare i sistemi core consolidati con le nuove applicazioni front-end. Raggiungere la velocità e l’efficienza richieste significa modernizzare le pratiche di sviluppo per i sistemi principali e offrire agli sviluppatori, compresi i fornitori di terze parti, maggiore autonomia nei loro ambienti di sviluppo.

BNP Paribas esegue le sue applicazioni strategiche di core banking e i suoi database esclusivamente sulla piattaforma server di livello enterprise IBM Z . Riconoscendo che questo ambiente era in ritardo rispetto ai sistemi distribuiti della banca in termini di facilità ed efficienza dello sviluppo software, BNP Paribas ha intrapreso un importante progetto di modernizzazione. 

Abdelhakim Loumassine, Responsabile della Mainframe Division di BNP Paribas, afferma: "Volevamo risolvere le sfide quotidiane per gli sviluppatori nell'ambiente IBM Z e rispondere alle loro criticità. Ma il quadro generale prevede l'attuazione di un cambiamento nella cultura per allinearsi ai principi DevOps. Si tratta di unire i mondi di Z e dei sistemi aperti per creare un unico insieme di processi e approcci per gli sviluppatori".

Esaminando il panorama esistente, BNP Paribas ha scoperto che i suoi sviluppatori sulla piattaforma Z si trovavano ad affrontare sfide legate sia a dei vincoli in termini di capacità sia alla necessità di utilizzare strumenti obsoleti con standardizzazione, prestazioni e facilità d'uso limitate. La banca mirava a consolidare il set di strumenti esistente per aumentare la produttività nelle fasi di sviluppo e test funzionali. BNP Paribas desiderava anche aumentare la qualità del software finale, in parte consentendo test di regressione più approfonditi, e rendere IBM Z una piattaforma più intuitiva per gli sviluppatori appena assunti.

"La piattaforma IBM Z offre prestazioni e resilienza eccezionali: la nostra infrastruttura non ha mai fallito", afferma Loumassine. "Volevamo proteggere e sostenere questo valore fornendo nuove funzionalità agli sviluppatori".

La piattaforma IBM Z offre prestazioni e resilienza eccezionali: la nostra infrastruttura non ha mai fallito. Volevamo proteggere e sostenere questo valore fornendo nuove funzionalità agli sviluppatori. Abdelhakim Loumassine Responsabile della Mainframe Division BNP Paribas
Storia della trasformazione
Reinventare lo sviluppo

Il progetto di modernizzazione dei sistemi core è stato inizialmente realizzato nell'ambito di BNP Paribas Partners for Innovation (BP2I, una joint venture detenuta in parti uguali da BNP Paribas e IBM) e per il retail banking in Francia, con l'intenzione di estenderlo nel tempo a tutta la banca. Il progetto si basa su quattro principi guida fondamentali: dare autonomia agli sviluppatori, coinvolgere gli sviluppatori responsabilizzandoli, modernizzare l'ambiente di sviluppo e di test attraverso la razionalizzazione e l'automazione e far convergere gli approcci e gli strumenti di sviluppo per i sistemi aziendali e gli ambienti aperti. 

"Con l'implementazione di strumenti aperti sulla nostra piattaforma IBM Z, abbiamo voluto consentire agli sviluppatori del mondo open e del mondo Z di parlare la stessa lingua", afferma Loumassine. "Ma gli strumenti non sono fini a se stessi: sono il mezzo con cui raggiungeremo il nostro obiettivo di costruire una nuova cultura e nuovi modi di lavorare".

La piattaforma principale di BNP Paribas è stata costruita nel corso di decenni e il costante aumento di processi e strumenti ha creato un ambiente statico per gli sviluppatori. In questo modo si è consolidata la tendenza a continuare a fare le cose nello stesso modo di prima, che impediva agli sviluppatori di eguagliare l'agilità dei loro colleghi nel mondo dei sistemi aperti. 

"Volevamo attuare un cambiamento rivoluzionario e reinventare completamente il ruolo di sviluppatore di sistemi core", ricorda Loumassine. "Stravolgere le abitudini radicate del passato comportava certamente dei rischi, quindi abbiamo lavorato a stretto contatto con IBM per tutta la durata del progetto. Basandoci sulla nostra relazione consolidata con IBM Francia, abbiamo coinvolto gli IBM Z Labs negli Stati Uniti, che si sono dimostrati molto reattivi e veloci nel risolvere le nostre sfide".

Per modernizzare le sue pratiche di sviluppo e test su IBM Z, BNP Paribas ha implementato IBM Developer for z/OS come nuovo ambiente di sviluppo integrato (IDE), insieme a IBM Z Development and Test Environment per lo sviluppo e i test flessibili, oltre alle soluzioni IBM® InfoSphere Optim per la gestione dei dati. La banca sta adottando lo strumento open-source Git come soluzione di gestione del codice sorgente (SCM) e sta valutando l'implementazione di IBM Application Discovery and Delivery Intelligence per misurare la copertura del codice durante i test e per mappare le applicazioni durante le revisioni dell'ambiente. 

"Con l'introduzione dei nuovi strumenti, stiamo già assistendo a un significativo aumento dell'efficienza nella scrittura e nel test del codice", commenta Loumassine. “Inoltre, stiamo dando agli sviluppatori autonomia e controllo, il che avrà conseguenze ancora più importanti sul lungo periodo. Ora gli sviluppatori sono responsabili della configurazione dei propri ambienti di sviluppo e possiamo concedere loro diritti/ruoli su quegli ambienti che sarebbe stato troppo rischioso, forse addirittura impossibile, concedere loro prima sulle LPAR classiche”. 

L'efficienza data dal passaggio a IBM Developer for z/OS viene inoltre reinvestita nella qualità, in particolare migliorando la durata e la copertura dei test di regressione. In definitiva, una migliore verifica migliorerà la qualità e la robustezza del software rilasciato agli utenti finali e ridurrà la necessità di correzioni successive.

BNP Paribas ha anche implementato IBM z/OS Connect Enterprise Edition come strumento strategico per presentare i servizi IBM Z come API RESTful che possono essere richiamate e utilizzate da altre applicazioni. "Il progetto di modernizzazione migliora la nostra comprensione e il controllo sui servizi in esecuzione sui nostri sistemi aziendali", afferma Loumassine. "Più riusciamo a esporre le applicazioni e la logica aziendale in esecuzione su IBM Z, maggiore sarà il valore che potremo apportare all'azienda e ai nostri clienti". Grazie a pratiche di sviluppo e servizi agili e moderni, BNP Paribas può ora utilizzare senza problemi i dati e le transazioni aziendali critiche su IBM Z nell'ambito della sua strategia hybrid cloud.

Continuando a modernizzare l’ambiente di sviluppo per la nostra piattaforma IBM Z, i vantaggi in termini di controllo, autonomia, qualità, velocità ed efficienza continueranno a crescere, apportando valore aggiunto all'azienda. Abdelhakim Loumassine Responsabile della Mainframe Division BNP Paribas
Storia dei risultati
Tutto in un unico posto

L'introduzione di IBM Developer for z/OS ha completamente cambiato lo spazio di sviluppo di BNP Paribas, fornendo un ambiente moderno con un'interfaccia standardizzata e intuitiva. Tutto ciò è rafforzato dall'utilizzo di Git, lo standard di mercato de facto per l'SCM, che fa sì che i nuovi assunti si sentano immediatamente a proprio agio nell'ambiente IBM Z. 

"In precedenza, gli sviluppatori di sistemi aziendali disponevano di una dozzina di strumenti e perdevano sempre del tempo per passare da uno all'altro", spiega Loumassine. Ora stiamo creando un vero e proprio IDE, con tutti gli strumenti in un'unica interfaccia, in modo che le persone abbiano tutto ciò di cui hanno bisogno a portata di mano". Questo rappresenta un grande cambiamento culturale, perché mette tutti i nostri sviluppatori sullo stesso piano”.

Con il test del codice in tempo reale, gli sviluppatori possono ora individuare potenziali problemi del codice molto prima rispetto al passato (il principio DevOps dello “shift left”) consentendo una risoluzione più rapida e semplice. Gli sviluppatori possono inoltre contare su una maggiore autonomia in un ambiente di sviluppo altamente grafico e interattivo, creando uno spazio di lavoro più soddisfacente e produttivo.

"Gli utenti possono organizzare il proprio ambiente esattamente come desiderano", afferma Loumassine. "Questo rende i sistemi aziendali molto più attraenti per i nuovi assunti e aumenta l'efficienza degli sviluppatori esistenti. Ora offriamo anche una maggiore automazione nei test. Ad esempio, gli sviluppatori possono eseguire test su dati anonimi provenienti da una copia del database di produzione. IBM InfoSphere Optim estrae e inserisce i dati nel proprio ambiente di sviluppo; questi processi sono sotto il controllo diretto degli sviluppatori”. 

Loumassine conclude: “Continuando a modernizzare l’ambiente di sviluppo per la nostra piattaforma IBM Z, i vantaggi in termini di controllo, autonomia, qualità, velocità ed efficienza continueranno a crescere, apportando valore aggiunto all'azienda. Allo stesso tempo, stiamo dando ai nostri team l'agilità necessaria per rispondere meglio alle nuove esigenze aziendali, assicurandoci di disporre di tecnologie standard di mercato e degli stessi strumenti, mentalità e competenze in tutti i nostri ambienti". 

Logo BNP Paribas
BNP Paribas

La nascita di BNP Paribas S.A. (link esterno a ibm.com) risale al 1848, quando fu fondata la Banque Nationale de Paris (BNP). A seguito della fusione con Paribas nel 2000, il gruppo è cresciuto fino a diventare l'ottava banca più grande al mondo per asset posseduti. Offrendo servizi di retail e investment banking, il gruppo opera in più di 70 paesi e impiega circa 200.000 persone. In Francia, BNP Paribas gestisce oltre 2.200 filiali e 3.200 sportelli automatici, servendo più di sei milioni di famiglie francesi.

Fasi successive

Per maggiori informazioni sugli strumenti di sviluppo software IBM per IBM Z, contatta il tuo rappresentante IBM o Business Partner IBM oppure visita il seguente sito Web: ibm.com/marketplace/developer-for-z-systems

Visualizza altre storie di clienti o scopri di più su IBM Systems Software

PDF in francese
Note a piè di pagina

 

© Copyright IBM Corporation 2020. IBM Corporation, IBM Cloud, New Orchard Road, Armonk, NY 10504. Prodotto negli Stati Uniti d'America, maggio 2020.

IBM, il logo IBM, ibm.com, IBM Z, Rational e z/OS sono marchi di International Business Machines Corp., registrati in diverse giurisdizioni del mondo. Altri nomi di prodotti e servizi potrebbero essere marchi di IBM o di altre società. Un elenco aggiornato dei marchi IBM è disponibile sul web in "Copyright and trademark information" all'indirizzo www.ibm.com/it-it/legal/copytrade.shtml.

Le informazioni contenute nel presente documento sono aggiornate alla data della prima pubblicazione e possono essere modificate da IBM senza preavviso. Non tutte le offerte sono disponibili in ogni Paese in cui opera IBM.

Gli esempi citati relativi a dati di prestazione e clienti sono presentati unicamente a scopo illustrativo. Gli attuali risultati in termini di performance possono variare a seconda delle specifiche configurazioni e delle condizioni operative. LE INFORMAZIONI RIPORTATE NEL PRESENTE DOCUMENTO SONO DA CONSIDERARSI “NELLO STATO IN CUI SI TROVANO”, SENZA GARANZIE, ESPLICITE O IMPLICITE, IVI INCLUSE GARANZIE DI COMMERCIABILITÀ, DI IDONEITÀ A UN PARTICOLARE SCOPO E GARANZIE O CONDIZIONI DI NON VIOLAZIONE. I prodotti IBM sono coperti da garanzia in accordo con termini e condizioni dei contratti sulla base dei quali vengono forniti.

È responsabilità del cliente assicurare la conformità a normative e regolamenti applicabili. IBM non fornisce consulenza legale né dichiara o garantisce che i propri servizi o prodotti assicurino al cliente la conformità con qualsivoglia legge o regolamento.