All'inizio del 2020, con gli ospedali di tutto il Regno Unito che rischiavano di essere sopraffatti, il governo del Regno Unito ha riconosciuto la necessità di intervenire. Il mantra di "Resta a casa. Proteggi il servizio sanitario nazionale. Salva vite" è nato mentre i funzionari e i ministri della sanità pubblica stavano definendo le misure che ritenevano necessarie per controllare la pandemia. L'esigenza di espandere notevolmente la capacità di test per il COVID-19 e di tracciamento dei contatti della nazione - a milioni al giorno - e la necessità di farlo velocemente ha riscontrato un consenso generale e immediato.

La capacità di intervenire tempestivamente per controllare la diffusione del virus in caso di risultati positivi era di importanza cruciale per interrompere la catena di trasmissione. Quanto maggiore sarebbe stato il tempo necessario per elaborare i risultati, tanto più sarebbe cresciuto il potenziale di trasmissione del virus. IBM ha fornito una piattaforma Salesforce che ha consentito alla UK Health Security Agency (UKHSA) di implementare rapidamente soluzioni come l'International Arrivals Service, il Managed Quarantine Service (MQS) e un portale web per fornitori di test privati. Inoltre, IBM® Consulting - Hybrid Cloud Services ha formato un team congiunto e multidisciplinare - utilizzando la piattaforma MuleSoft Anypoint - per creare una piattaforma d'integrazione SaaS (Software as a Service) che la UKHSA ha denominato Real-Time Testing Service (RTTS) in grado di elaborare tutti i risultati dei test per il COVID-19 per il successivo tracciamento dei contatti.

Ripensando al progetto, Simon Bolton, Chief Executive di NHS Digital ed ex Chief Information Officer di NHS Test & Trace, vede il notevole aumento della velocità di elaborazione dei risultati dei test come il vantaggio distintivo del progetto. "Il fatto che siamo stati in grado di ridurre il tempo di elaborazione dei risultati dei test da otto ore a pochi minuti è stato assolutamente essenziale per reprimere la diffusione del virus", afferma Bolton. “Oggi, stiamo elaborando oltre un milione di test per il Covid al giorno, fino a 300 al secondo. È questa straordinaria velocità di elaborazione, resa possibile da una struttura portante resiliente, che sta alla base di tutto ciò che abbiamo realizzato."

Adam Wheelwright, attuale CIO della UKHSA, ha toccato gli stessi tasti sottolineando l'importanza di un trasferimento dati veloce e affidabile. “La necessità cruciale di migliorare la qualità e il flusso dei dati è stata una delle sfide più importanti per la risposta al COVID. Essere in grado di progettare, costruire, implementare e quindi evolvere una soluzione di interscambio di dati di livello produttivo ad alto volume, in qualsiasi organizzazione può essere impegnativo, ma farlo con successo durante una pandemia che si verifica una volta (si spera) nell'arco di una generazione è davvero eccezionale e questo risultato non avrebbe potuto essere raggiunto senza un lavoro di squadra di livello mondiale e concentrandosi sia sulla distribuzione che sui risultati.

Tempo di elaborazione dei risultati dei test per il COVID-19 ridotto da 8 ore a

16 minuti

consentendo un più rapido tracciamento dei contatti

Elaborazione dei test per il COVID-19 a una velocità di più di

1 milione

al giorno, o fino a 300 al secondo

Rapidità di adattamento

La pandemia si stava espandendo rapidamente in tutto il mondo e le varie nazioni stavano adottando strategie di risposta diverse. Non c'era uno schema di risposta coerente. I tassi e i modelli di infezione stavano cambiando, stavano emergendo nuove varianti e i funzionari della sanità pubblica stavano acquisendo una comprensione più profonda dei rischi di infezione.

All'inizio del 2021, i ministri di una serie di agenzie governative stavano discutendo attivamente le misure necessarie da adottare alle frontiere del Regno Unito per controllare la diffusione delle varianti che suscitavano preoccupazioni. Per Jackie Keane, Digital and Technology Portfolio Director per Trace Portfolio, le nuove regole sulle frontiere erano esattamente il tipo di cambiamenti nelle politiche per cui lei e il suo team dovevano essere preparati. Quindi, quando sono stati annunciati i controlli alle frontiere, spiega Keane, il team IBM e Salesforce non partiva da zero. "Con l'RTTS e la piattaforma Salesforce CRM già completati, le fondamenta della soluzione erano già lì", afferma. "Questo ci ha messo in una posizione solida per implementare molto rapidamente i nuovi International Arrivals Service ed MQS".

In base alla nuova politica, le persone che arrivavano alle frontiere del Regno Unito dall'estero dovevano rispettare delle regole di quarantena e test dipendenti dallo stato di rischio Covid del loro paese di partenza. I viaggiatori provenienti da paesi della "lista rossa", quelli ritenuti ad alto rischio per ceppi nuovi ed emergenti di coronavirus, avrebbero dovuto seguire un protocollo di test e quarantena relativamente complesso sia prima che dopo l'ingresso nel paese.

Affinché il programma funzionasse, la UKHSA doveva guidare ogni passeggero attraverso una sequenza di passaggi, che partivano dalla compilazione dei moduli di localizzazione dei passeggeri, passando per le istruzioni per i test, per finire con la prenotazione dell'hotel in cui effettuare la quarantena. Poiché ogni flusso dipendeva dai risultati dei test, l'interazione con i laboratori di test era fondamentale.

Donna sulle strisce pedonali che parla al cellulare

Un team di team produce risultati

In termini di vantaggio iniziale, le soluzioni create dai team IBM, Salesforce e MuleSoft non erano gli unici tasselli al loro posto. Avevano rapidamente e massicciamente accresciuto i propri "team di team" globali in modo da rispondere ad un carico di lavoro in continua espansione, utilizzando prassi di miglioramento continuo e fornitura continua (Continuous Improvement and Continuous Delivery, CI/CD) come il monitoraggio dei KPI e i test automatizzati, solo per citarne alcune. "Avevamo stabilito una capacità di fornitura molto elevata, senza soluzione di continuità e senza intoppi", osserva Matt Candy, l'IBM Executive Sponsor del progetto. "Quando ci siamo aggiudicati il progetto per l'MQS e l'International Arrivals Service, i nostri team congiunti sono stati in grado di prepararsi per affrontare la sfida."

In qualità di Deputy Portfolio Director del team di Keane e responsabile della fornitura per l'RTTS, Daniel Jeans ha visto in prima persona cosa significa la co-creazione senza soluzione di continuità. “In tutto il team di fornitura c'era una mentalità da 'lascia il tuo badge alla porta'. C'era una consapevolezza diffusa tra tutti i membri del team che ciò che stavano facendo avrebbe potuto salvare vite umane", afferma Jeans. "Quel tipo di cultura aperta e trasparente ha davvero contribuito a promuovere il miglioramento continuo, la disponibilità a provare nuovi approcci e imparare dagli errori che un progetto come questo richiedeva".

Primo piano di un programmatore di computer che scrive codice in ufficio

Successo continuo sotto pressione

Nel giro di pochi mesi, circa 100.000 persone in arrivo sono state messe in quarantena attraverso il programma e, di queste, oltre il 2% è risultato positivo al COVID-19. Il fatto che la soluzione abbia impedito a quei viaggiatori di entrare in contatto con la popolazione del Regno Unito nel suo insieme e abbia chiaramente salvato vite umane non è stato l'unico motivo per cui la UK Association of Project Managers gli abbia conferito il premio APM Social Project of the Year per il 2021. Né lo sono stati i tempi rapidi di risposta.

Forse ancora di più, commenta Keane, sono state le "circostanze straordinarie" in cui è stata sviluppata la soluzione. “Il progetto MQS ha richiesto un alto grado di collaborazione in un panorama particolarmente complesso, e tutto sotto i riflettori. Ho avuto il privilegio di aver fatto parte di un team così eccezionale che ha lavorato duramente per ottenere i risultati necessari combattendo con il tempo che scorreva veloce".

Bolton di NHS Digital vede anche nell'intesa del team allargato - unito da uno scopo comune - un motivo fondamentale della sua capacità di realizzare così tanto in un arco di tempo così breve. "L'incredibile ritmo raggiunto da IBM e Salesforce ha mostrato a molte persone cos'è l'arte del possibile, quanto velocemente puoi realizzare se lavori insieme e ti impegni", afferma. “Ogni membro di questo team è venuto ogni giorno a lavorare con la consapevolezza che ciò che stava facendo facesse davvero la differenza nel salvare vite umane. E credo che l'abbiano fatta."

Dall'introduzione di MQS, il ritmo di sviluppo non è diminuito. Le modifiche alle politiche grandi e piccole sono state quasi costanti e il tasso di nuove versioni sulla piattaforma Salesforce e MuleSoft, oltre 100 in nove mesi, è stato a dir poco rapido. Per tenere il passo con queste modifiche settimanali alle politiche, il team di fornitura ha applicato il metodo Kanban a tutte le squadre, migliorando così la sua capacità di adattare le priorità e accelerare la fornitura con un preavviso estremamente breve. Anche la completa automazione dei test è stata un fattore determinante nel portare sia la velocità che la qualità nei processi di fornitura. Attualmente, il programma Test & Trace può eseguire oltre 120.000 test, in tutte le soluzioni, in meno di un'ora.

Oggi queste soluzioni costituiscono il fondamento strategico della risposta dello UKHSA alla pandemia fornendo piattaforme sicure, scalabili e performanti in tutto la UKHSA.

Componenti della soluzione

Logo UKHSA e NHS

Informazioni sulla UK Health Security Agency (UKHSA)

La UKHSA (link esterno a ibm.com) è il dipartimento governativo responsabile della protezione del Regno Unito dall'impatto delle malattie infettive e di tutte le altre minacce sanitarie. La UKHSA è un'agenzia esecutiva, patrocinata dal Department of Health and Social Care (DHSC) e formata dalle organizzazioni precedenti, NHS Test & Trace e Public Health England.

NHS Digital

NHS Digital (link esterno a ibm.com) è il fornitore nazionale di informazioni, dati e sistemi IT per commissari, analisti e medici nel settore sanitario e sociale in Inghilterra, in particolare quelli che collaborano con il National Health Service of England. In qualità di unità del Department of Health and Social Care (DHSC), NHS Data fornisce servizi digitali per l'NHS e l'assistenza sociale, compresa la gestione di ampi programmi di informazione sanitaria. NHS Digital è anche il collettore nazionale di informazioni sulla salute e l'assistenza sociale, e pubblica oltre 260 pubblicazioni statistiche ogni anno, comprese le statistiche ufficiali e nazionali.

© Copyright IBM Corporation 2022. IBM Corporation, IBM Consulting, New Orchard Road, Armonk, NY 10504

Prodotto negli Stati Uniti d'America, giugno 2022.

IBM, il logo IBM e ibm.com sono marchi di International Business Machines Corp., registrati in diverse giurisdizioni nel mondo. Altri nomi di servizi o prodotti possono essere marchi di IBM o di altre società. Un elenco aggiornato dei marchi IBM è disponibile sul web all'indirizzo www.ibm.com/legal/copytrade.

Questo documento è aggiornato alla data iniziale della pubblicazione e può essere modificato da IBM senza necessità di preavviso. Non tutte le offerte sono disponibili in ogni paese in cui opera IBM.

I dati relativi alle prestazioni e gli esempi relativi ai clienti, citati nel presente documento, vengono presentati a scopo meramente esplicativo. Le prestazioni reali possono variare a seconda delle specifiche configurazioni e condizioni operative. LE INFORMAZIONI CONTENUTE IN QUESTO DOCUMENTO SONO FORNITE NELLO STATO IN CUI SI TROVANO, SENZA ALCUNA GARANZIA, ESPRESSA O IMPLICITA, INCLUSE, A TITOLO DI ESEMPIO, GARANZIE IMPLICITE DI COMMERCIABILITÀ E DI IDONEITÀ PER UNO SCOPO SPECIFICO E DI NON VIOLAZIONE. I prodotti IBM sono garantiti secondo i termini e le condizioni dei contratti che ne regolano la fornitura.