Leeds Library Service
Un innovativo programma basato sul prestito di tablet consente l'accesso a Internet alle persone che ne hanno bisogno
Un giovane che ride con una donna anziana

Il Leeds Library Service, attraverso l'iniziativa "100% Digital Leeds", desiderava ampliare l'inclusione digitale fornendo tablet e corsi di formazione agli abitanti di Leeds. IBM® MaaS360® with Watson™ Unified Endpoint Management (UEM) aiuta a proteggere i dati personali dei mutuatari, consentendo un rapido ed efficiente processo di recupero dei tablet per la ridistribuzione.

Sfida di business

Il programma di prestito dei tablet ha dovuto affrontare un problema critico di scalabilità. Senza strumenti di gestione mobile ed endpoint, il personale doveva riconfigurare completamente ogni tablet dopo il ripristino delle impostazioni di fabbrica per cancellare i dati personali del mutuatario. 

Trasformazione

La gestione unificata degli endpoint, fornita dal solution provider O2 utilizzando MaaS360, combinata con i controlli sull'utilizzo dei dati del Business Partner IBM Asavie, ha permesso di garantire la privacy dei dati e rapidità di esecuzione per la ridistribuzione.

Risultati Riduce il tempo
necessario per preparare i tablet da ore a minuti
Protegge i dati
dei mutuatari e aiuta a soddisfare i requisiti GDPR
Traccia l'efficacia
con monitoraggio dell'utilizzo e reporting del programma
Storia di una sfida aziendale
Promuovere l'inclusione digitale in tutta la città

Una serie di fattori sono alla base della spinta della città di Leeds a migliorare l'accessibilità digitale per i residenti. Uno è l’ambizioso obiettivo “100% Digital Leeds” a sostegno di una strategia “digitale per definizione” per la fornitura di servizi. Un altro è il lancio dell'Universal Credit, un programma esclusivamente digitale che consolida i servizi di richiesta di una serie di diverse prestazioni sociali nazionali. 

Il consiglio comunale, in linea con il proprio motto “Una città compassionevole con un’economia forte”, si impegna a raggiungere le persone che sono in qualche modo svantaggiate e, di conseguenza, escluse dal digitale. Sebbene esistano numerosi enti che affrontano l’inclusione digitale in vari modi, il comune ha deciso di consolidare i propri sforzi attraverso il Leeds Library Service per fornire, a sua volta, risorse, indicazioni e supporto alle organizzazioni che si occupano di servizi a determinati gruppi della popolazione.

"Vogliamo affrontare questi fattori importanti, ma vogliamo anche che le persone apportino dei miglioramenti alle proprie vite", afferma Jason Tutin, Digital and Learning Development Manager per il Leeds Library Service. “Ciò potrebbe aiutare a ridurre l’isolamento sociale utilizzando Facebook per stare al passo con amici e familiari e sentirsi più parte della comunità. Oppure potrebbe permettere alle persone di cercare lavoro online. Ci consentirà di comunicare in modo più efficace con le persone rispetto a dire “Potete fare le cose del consiglio online”.

Il Library Service ha ideato un innovativo programma di prestito di tablet per raggiungere le popolazioni digitalmente escluse, estendendo l'accesso a Internet nella comunità. Tuttavia, da un primo progetto pilota che prevedeva il prestito di tablet ai membri del programma Library at Home, si è capito che il servizio non poteva estendere un'iniziativa basata sull'utilizzo di iPad pronti all'uso, senza alcuna gestione aggiuntiva. 

"Ogni volta che un cliente restituiva un tablet, eseguivamo un ripristino delle impostazioni di fabbrica per cancellare tutti i dati personali. Ma questo cancellava anche tutto ciò che di utile avevamo preinstallato sull’iPad, come il collegamento al nostro catalogo online per aiutare i clienti a prendere in prestito i libri”, afferma Jason Tutin. Ciò significava che il personale doveva ricaricare manualmente i contenuti su ogni tablet prima di poterli distribuire di nuovo, un processo che era a malapena gestibile con 20 tablet. 

Ogni volta che un cliente restituiva un tablet, eseguivamo un ripristino delle impostazioni di fabbrica per cancellare tutti i dati personali. Jason Tutin Digital and Learning Development Manager Leeds Library Service
Storia della trasformazione
UEM fornito da MaaS360

Con l'obiettivo di scalare fino a 150 tablet del programma, il Library Service ha iniziato a parlare con i fornitori per rendere la transizione da un utente all'altro più efficiente. L'operatore di telefonia mobile O2 ha collaborato per creare una soluzione end-to-end su misura per il programma di prestito dei tablet.

MaaS360 offre le funzionalità di gestione unificata degli endpoint (UEM) che sono parte integrante della soluzione O2, che include tablet iPad, 5 GB al mese di dati mobili per tablet e una preinstallazione personalizzata di app, eBook e un app store modificato. Il preload include anche collegamenti a servizi comunali come gli alloggi e risorse quali link, app e contenuti digitali per aiutare le persone a gestire la propria salute. 

UEM di MaaS360 offre al Library Service un controllo preciso e una gestione centralizzata dei tablet in prestito. I tablet possono essere tracciati e controllati per assicurare il servizio e la sicurezza. In caso di smarrimento o furto, il tablet può essere bloccato e resettato da remoto.

"Ora con MaaS360, quando viene restituito un tablet, possiamo eseguire un ripristino delle impostazioni di fabbrica per cancellare i dati del mutuatario senza perdere l'immagine precaricata", afferma Jason Tutin, sottolineando che la cancellazione dei dati è una funzionalità fondamentale per soddisfare i requisiti di privacy dei dati previsti dal Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati (GDPR). 

Soluzione alla mano, il Library Service ha collaborato con O2 per identificare gli enti di beneficenza e di supporto alle comunità locali che si occupano delle persone più a rischio di esclusione digitale, tra cui i care leavers (giovani che escono dai programmi di assistenza e supervisione), gli anziani e i rifugiati. Tra questi, tre sono stati selezionati per un programma pilota di tre mesi che prevedeva il prestito di 10 tablet ai propri clienti. 

"Le persone utilizzavano i tablet esattamente per quel tipo di cose che volevamo potessero fare", afferma Jason Tutin. Ad esempio, i care leaver utilizzavano i tablet per cercare lavoro online e prepararsi per ulteriori studi. Un'ente partecipante stava insegnando ai suoi clienti rifugiati l'inglese come seconda lingua. I mutuatari di tablet imparavano in parte guardando su YouTube i video delle lezioni di inglese. 

“Ma guardavano i video in alta definizione, a schermo intero, utilizzando la scheda SIM. Ciò significava che avrebbero esaurito i 5 GB di dati mobili a disposizione in un paio di giorni. Questo era un problema che non avevamo previsto”. 

O2 ha coinvolto il Business Partner IBM Asavie, un partner tecnico di MaaS360, per fornire il controllo dei dati mobili come parte della soluzione globale di gestione dei tablet. Integrato sia in MaaS360 che nella scheda SIM, Asavie Moda monitora l'utilizzo dei dati mobili e, quando viene raggiunta una soglia di consumo di 2,5 GB, riduce la velocità di connettività a 2G o meno. Ciò preserva in modo significativo l'utilizzo dei dati mantenendo un livello di servizio accettabile, anche per la visione dei video. 

"Senza i controlli offerti dalla soluzione Asavie Moda, avremmo dovuto affrontare la difficile scelta di costi di dati non sostenibili o di disattivare la connessione SIM quando gli utenti raggiungevano il limite di dati preimpostato di 5GB", afferma Jason Tutin, aggiungendo che la funzionalità Asavie Moda blocca anche la scheda SIM sul tablet in modo che non possa essere utilizzata con un altro dispositivo mobile. " 

Ora con MaaS360, quando ci viene riportato un tablet, possiamo fare un ripristino delle impostazioni di fabbrica per ripulire i dati del prestatario senza perdere l'immagine precaricata. Jason Tutin Digital and Learning Development Manager, Leeds Library Service
Storia dei risultati
Scalare per colmare il divario digitale della città

Dopo il successo di questa idea, il Leeds Library Service ha ampliato il suo “inventario” a 150 tablet e collabora con agenzie di servizi sociali ed enti di beneficenza in tutta la città per affrontare l’esclusione digitale e apportare miglioramenti misurabili alla vita dei cittadini di Leeds. 

L'espansione del programma è possibile grazie al controllo e all'efficienza offerti dalle funzionalità UEM di MaaS360 e all'ottimizzazione dei dati mobili e ai controlli SIM di Asavie Moda. MaaS360 aiuta il Library Service a proteggere i dati personali dei clienti degli enti dalle minacce online. La possibilità di cancellare i dati personali senza eliminare i collegamenti e le applicazioni preinstallate consente al personale di preparare i tablet in modo rapido e semplice per i prossimi utenti. 

La soluzione fornisce inoltre dati di utilizzo completi che il Library Service può usare per capire come vengono utilizzati i tablet e quindi misurare l'efficacia del programma. 

"Se 20 tablet vengono prestati a un ente di beneficenza che si occupa dei senzatetto, ad esempio, e il 60% delle volte vengono utilizzati per accedere a servizi abitativi online, possiamo riferire tale effetto al consiglio comunale", afferma Jason Tutin. "È molto più efficace che chiedere alle persone di scrivere quali siti web stanno visitando."

 

Le persone guardavano i video in alta definizione, a schermo intero, utilizzando la scheda SIM. Ciò significava che avrebbero esaurito i 5 GB di dati mobili a disposizione in un paio di giorni. Questo era un problema che non avevamo previsto. Jason Tutin Digital and Learning Development Manager, Leeds Library Service
Logo della Leeds Library
Informazioni sul Leeds Library Service

Il Leeds Library Service gestisce 34 biblioteche in tutta la città di Leeds nel West Yorkshire, Inghilterra. Con una popolazione stimata di 780.000 abitanti, Leeds è diventata il più grande centro legale e finanziario al di fuori di Londra. La città si impegna a garantire che tutti i cittadini beneficino della sua fiorente economia e ad aumentare l'inclusione digitale tra i gruppi della popolazione a rischio. Il Servizio Bibliotecario sta portando avanti questo progetto con l'iniziativa "100% Digital Leeds". Per saperne di più, visita: www.digitalinclusionleeds.com (link esterno a ibm.com).

Fai il passo successivo

Per ulteriori informazioni sulla gestione unificata degli endpoint con IBM MaaS360 con Watson, visita: https://www.ibm.com/it-it/security/mobile

Per ulteriori informazioni sulle soluzioni mobili di O2, visita: https://www.o2.co.uk/business (link esterno a ibm.com)

Per ulteriori informazioni sulle soluzioni di ottimizzazione dei dati mobili Asavie Moda di Asavie, visita: https://www.asavie.com/asavie-moda (link esterno a ibm.com)

Per ulteriori informazioni sulle soluzioni e sui servizi IBM Security, visita: ibm.com/security, segui @IBMSecurity su Twitter (link esterno a ibm.com).

Visualizza alti casi d'uso Per saperne di più (link esterno a ibm.com)
Legale

© Copyright IBM Corporation 2018. IBM Security, 75 Binney Street, Cambridge MA 02142

Prodotto negli Stati Uniti d'America, settembre 2018

IBM, il logo IBM, ibm.com, MaaS360 e Watson sono marchi commerciali di International Business Machines Corp., registrati in molte giurisdizioni in tutto il mondo. Altri nomi di prodotti e servizi potrebbero essere marchi di IBM o di altre società. Un elenco aggiornato dei marchi IBM è disponibile sul Web in "Copyright and trademark information" all'indirizzo ibm.com/trademark.

Le informazioni contenute nel presente documento sono aggiornate alla data della prima pubblicazione e possono essere modificate da IBM senza preavviso. Non tutte le offerte sono disponibili in ogni Paese in cui opera IBM. Non tutte le offerte sono disponibili in ogni Paese in cui opera IBM.

Gli esempi citati relativi a clienti sono presentati unicamente a scopo illustrativo. Gli attuali risultati in termini di performance possono variare a seconda delle specifiche configurazioni e delle condizioni operative.

La valutazione e la verifica del funzionamento di qualsiasi altro prodotto o programma con prodotti e programmi IBM sono responsabilità dell’utente.

LE INFORMAZIONI FORNITE NEL PRESENTE DOCUMENTO SONO DA CONSIDERARSI “NELLO STATO IN CUI SI TROVANO”, SENZA GARANZIE, ESPLICITE O IMPLICITE, IVI INCLUSE GARANZIE DI COMMERCIABILITÀ, DI IDONEITÀ PER UN PARTICOLARE SCOPO E GARANZIE O CONDIZIONI DI NON VIOLAZIONE. I prodotti IBM sono coperti da garanzia in accordo con termini e condizioni dei contratti sulla base dei quali vengono forniti.

È responsabilità del cliente assicurare la conformità a normative e regolamenti applicabili. IBM non fornisce consulenza legale né dichiara o garantisce che i propri servizi o prodotti assicurino al cliente la conformità con qualsivoglia legge o regolamento.

Dichiarazione di buone pratiche di sicurezza: la sicurezza dei sistemi IT comporta la protezione dei sistemi e delle informazioni tramite la prevenzione, il rilevamento e la risposta ad accessi impropri all'interno e all'esterno dell'azienda. Gli accessi impropri possono causare alterazione, distruzione o appropriazione indebita delle informazioni o danni o abuso dei sistemi, anche per attaccare altri. Nessun sistema o prodotto IT va considerato totalmente sicuro e nessun singolo prodotto o misura di sicurezza è da considerarsi completamente efficace nella prevenzione dell’accesso improprio. Sistemi e prodotti IBM sono progettati come elementi di un approccio legittimo e completo alla sicurezza, nel rispetto delle normative, che richiederà necessariamente procedure operative aggiuntive e il probabile impiego di altri sistemi, prodotti o servizi per fornire la massima efficacia. IBM non garantisce che sistemi e prodotti siano immuni dalla condotta dannosa o illegale di qualsiasi parte.