iFarming
Più colture. Meno acqua. Un pianeta migliore.
Primo piano di grappoli di uva nera coltivati in un vigneto

Per aiutare gli agricoltori a utilizzare meno acqua, la startup iFarming ha sviluppato una nuova soluzione per l'irrigazione intelligente. La piattaforma, supportata dalla tecnologia IBM® watsonx e IBM® Cloud, utilizza i dati dei sensori IoT per prevedere il fabbisogno idrico e controllare l'irrigazione in tempo reale, regolando i livelli dell'acqua in base alla crescita delle colture e alle condizioni meteorologiche locali.

Sfida di business

Per affrontare i problemi legati alla siccità a livello regionale, iFarming intendeva aiutare le aziende agricole locali a gestire meglio il loro utilizzo dell’acqua e consentire alle autorità di mappare meglio le colture pianificate in base al clima.

Trasformazione

Utilizzando la tecnologia IBM, iFarming ha sviluppato un'app per l'irrigazione intelligente che estrae grandi volumi di dati dai sensori IoT per migliorare le tecniche agricole, prevedere meglio il fabbisogno idrico delle colture ed evitare l'irrigazione eccessiva.

Risultati Risparmio idrico del 40%
allineando meglio le attività di irrigazione alle esigenze delle colture
Riduzione dei costi per l'irrigazione del 25%
in media, oltre a una produttività maggiore del 30%.
Maggiore flessibilità
con una piattaforma cloud scalabile e open source
Storia di una sfida aziendale
Una stagione di crescita

Per un pianeta fatto prevalentemente di acqua, rimanere idratati può rivelarsi sorprendentemente difficile. Le piante sviluppano sistemi radicali complessi. Gli animali si aggregano intorno ai punti di abbeveraggio. E da tempo immemore gli esseri umani costruiscono le proprie società lungo le principali fonti d'acqua e sviluppano tecnologie per trasferire l'acqua utilizzabile da laghi e fiumi naturali verso le case e i campi.

Ma quando le temperature globali aumentano e le precipitazioni medie diminuiscono, questi sforzi possono rapidamente rivelarsi insufficienti.

"Ultimamente è stata una bella sfida per tutti i Paesi del Mediterraneo", spiega Amine Lasram, cofondatore di Sofia Holding, Business Partner IBM e società madre di diverse aziende tecnologiche in Europa. "Nella regione le precipitazioni continuano a diminuire da cinque anni a questa parte, e le persone stanno soffrendo molto. E circa il 70% del nostro consumo idrico è destinato all’agricoltura".

Con una domanda così elevata e un’offerta così bassa, gli agricoltori di tutto il Mediterraneo devono far fronte a crescenti pressioni per fermare lo spreco di acqua. E Sofia riteneva di essere nella posizione ideale per aiutare.

Già attiva nei settori sanitario e automobilistico, l'azienda ha iniziato a esplorare come poter reimpiegare i progressi nel campo dell'IT e dell'Internet delle cose (IoT) per fornire assistenza alla comunità agricola. Un'esplorazione che ha portato alla fondazione di iFarming.

"L’agricoltura è un business importante in Europa", spiega Lasram. "E iFarming ci consente di portare l'agricoltura intelligente nella regione".

Sia che coltivino mandorle, olive o arance, i nostri utenti hanno ridotto in media il consumo di acqua del 40%. Amine Lasram Co-Founder Sofia Holding
Storia della trasformazione
AI, IoT e H2O

Per la sua offerta iniziale, la nuova azienda ha sviluppato una piattaforma per l'irrigazione intelligente, Phyt'Eau, che consente agli agricoltori di monitorare la salute delle piante e il loro bisogno di acqua in tempo reale. La soluzione, basata sulla tecnologia watsonx, è in grado di fornire raccomandazioni mirate sull'irrigazione in base alla natura del raccolto, al suo livello di crescita e alle condizioni meteorologiche attuali e previste, aiutando gli agricoltori a evitare un'irrigazione eccessiva o insufficiente.

"L'obiettivo è ridurre il consumo di acqua", aggiunge Lasram. "Monitoriamo il punto di stress di ogni pianta e diciamo agli agricoltori se ha bisogno di acqua o meno. E se il software è collegato al loro sistema di irrigazione, può inviare automaticamente il comando".

Ospitata in un ambiente IBM Cloud e realizzata con  IBM® watsonx IoT Platform, la soluzione Phyt'Eau raccoglie attivamente i dati di temperatura e barometrici dai sensori presenti in tutti i campi monitorati e i dati provenienti da The Weather Company, una società IBM. Grazie a questo flusso di informazioni e alle previsioni meteorologiche a sette giorni fornite da IBM, la soluzione è in grado di calcolare il punto di stress di ogni pianta ogni 30 minuti e formulare le indicazioni sull'irrigazione corrispondenti.

Abbiamo esaminato altre piattaforme cloud, ma non ci offrivano lo stesso supporto. Con IBM non si ottiene solo il cloud, ma anche le persone. Amine Lasram` Co-Founder Sofia Holding
Storia dei risultati
Meno acqua. Meno sprechi.

Già impiegata in aziende agricole in Tunisia e in Francia, Phyt'Eau sta avendo un impatto notevole.

"Sia che coltivino mandorle, olive o arance", spiega Lasram, "i nostri utenti hanno ridotto in media il consumo di acqua del 40%. Abbiamo utilizzato Phyt'Eau anche per un campo da golf qui in Francia, consentendo un risparmio del 30%".

La riduzione dell'uso di acqua contribuisce a sua volta a ridurre i costi complessivi per l'irrigazione del 25% e ad aumentare la produttività delle attività agricole, in media, del 30%.

Al di là dei risparmi, iFarming è anche soddisfatta del livello di supporto continuo ricevuto da IBM. "Abbiamo preso in considerazione altre piattaforme cloud, ma non ci offrivano lo stesso supporto. Con IBM non si ottiene solo il cloud, ma anche le persone. Siamo una piccola azienda e dal momento in cui ci siamo rivolti a loro ci hanno dato dei feedback, chiedendoci ad esempio: "Perché fate così?" e "Perché non provate questo?" Ci hanno davvero aiutato molto".

Per aiutare iFarming a migliorare ulteriormente la sua offerta Phyt'Eau e a sviluppare competenze cognitive più profonde, IBM ha anche fornito all'azienda l'accesso al programma IBM Scale Zone, un'iniziativa di cooperazione guidata da IBM che mette in contatto le startup con potenziali clienti su larga scala.

"Siamo molto contenti di collaborare con IBM", conclude Lasram. "Se lo avessimo fatto con qualcun altro, sarebbe stato completamente diverso. Avremmo dovuto seguire le loro indicazioni per l'architettura. IBM, invece, è open source. Possiamo personalizzare tutto come vogliamo e continuare a beneficiare della sicurezza e della scalabilità di IBM".

Logo iFarming
Informazioni su iFarming

Fondata nel 2017, iFarming (link esterno a ibm.com) fa parte del gruppo Sofia Holding. L'azienda sviluppa soluzioni incentrate sulla modernizzazione del settore agricolo, incorporando l'AI e la tecnologia IoT nell'agricoltura tradizionale. L'organizzazione ha attualmente sede in Tunisia e gestisce diversi uffici in Francia.

The Weather Company

The Weather Company, un'azienda IBM, fornisce ogni giorno oltre 25 miliardi di previsioni personalizzate e attuabili a livello globale a milioni di consumatori e migliaia di operatori di marketing e aziende. Lo fa attraverso l'API di Weather, la sua divisione di soluzioni aziendali, e i prodotti digitali di The Weather Channel (link esterno a ibm.com) e Weather Underground (link esterno a ibm.com). I suoi prodotti includono l'app meteo più scaricata al mondo, una rete di 250.000 stazioni meteorologiche personali, un sito Web tra i primi 20 degli Stati Uniti, una delle più grandi piattaforme di dati IoT al mondo e soluzioni aziendali leader di settore.

Fai il passo successivo

Per saperne di più sulle soluzioni IBM presentate in questa storia, contatta il tuo rappresentante IBM o un business partner IBM.

Visualizza alti casi d'uso Contatta IBM
Legale

© Copyright IBM Corporation 2019. IBM Corporation, IBM watsonx, New Orchard Road, Armonk, NY 10504

Prodotto negli Stati Uniti d'America, settembre 2019.

IBM, il logo IBM, ibm.com, IBM Cloud, IBM watsonx, watsonx e watsonx IoT sono marchi di International Business Machines Corp., registrati in diverse giurisdizioni del mondo. Altri nomi di prodotti e servizi potrebbero essere marchi di IBM o di altre società. Un elenco aggiornato dei marchi IBM è disponibile sul web in "Copyright and trademark information" all'indirizzo ibm.com/trademark.

Le informazioni contenute nel presente documento sono aggiornate alla data della prima pubblicazione e possono essere modificate da IBM senza preavviso. Non tutte le offerte sono disponibili in ogni Paese in cui opera IBM.

Gli esempi citati relativi a dati di prestazione e clienti sono presentati unicamente a scopo illustrativo. Gli attuali risultati in termini di performance possono variare a seconda delle specifiche configurazioni e delle condizioni operative. LE INFORMAZIONI RIPORTATE NEL PRESENTE DOCUMENTO SONO DA CONSIDERARSI “NELLO STATO IN CUI SI TROVANO”, SENZA GARANZIE, ESPLICITE O IMPLICITE, IVI INCLUSE GARANZIE DI COMMERCIABILITÀ, DI IDONEITÀ A UN PARTICOLARE SCOPO E GARANZIE O CONDIZIONI DI NON VIOLAZIONE. I prodotti IBM sono coperti da garanzia in accordo con termini e condizioni dei contratti sulla base dei quali vengono forniti.

Dichiarazione di buone pratiche di sicurezza: la sicurezza dei sistemi IT comporta la protezione dei sistemi e delle informazioni tramite la prevenzione, il rilevamento e la risposta ad accessi impropri all'interno e all'esterno dell'azienda. Gli accessi impropri possono causare alterazione, distruzione, appropriazione indebita o abuso dei dati e danni o abuso dei sistemi, anche per essere utilizzati per attacchi verso terzi. Nessun sistema o prodotto IT va considerato totalmente sicuro e nessun singolo prodotto, servizio o misura di sicurezza è da considerarsi completamente efficace nella prevenzione dell’uso o dell’accesso improprio. I sistemi, i prodotti e i servizi IBM sono progettati per far parte di un approccio legittimo e completo alla sicurezza, il quale implica necessariamente procedure operative supplementari, e potrebbe richiedere altri sistemi, prodotti o servizi per fornire la massima efficacia. IBM NON GARANTISCE CHE SISTEMI, PRODOTTI O SERVIZI SIANO ESENTI DA O RENDERANNO L’AZIENDA ESENTE DA CONDOTTA MALEVOLA O ILLEGALE DI UNA QUALSIASI PARTE.