Home topics Monitoraggio dell'infrastruttura Che cos'è il monitoraggio dell'infrastruttura?
Esplora IBM Instana
Persona che guarda gli appunti davanti ai server

Il monitoraggio dell'infrastruttura è il processo di monitoraggio, analisi e gestione delle prestazioni, della disponibilità e dell'integrità dei componenti di backend dello stack tecnologico di un'azienda. 

Il monitoraggio dell'infrastruttura è il processo di monitoraggio, analisi e gestione delle prestazioni, della disponibilità e dell'integrità dei componenti di backend dello stack tecnologico di un'azienda. Questi componenti, dai chip di memoria e processori al sistema operativo (SO) e al server applicativo, svolgono ciascuno un ruolo fondamentale nella fornitura di un'applicazione o di un servizio agli utenti finali e possono esistere in ambienti cloud, on-premise e ibridi. Il monitoraggio di questi sistemi è importante perché i tempi di inattività delle applicazioni e il degrado del servizio possono causare abbandono degli utenti, perdite di entrate significative e danni alla reputazione dell'azienda.

Il monitoraggio dell'infrastruttura comporta l'impiego di strumenti specializzati che raccolgono, aggregano e analizzano automaticamente dati e metriche da server, virtual machines, container, database e altri componenti di backend. Gli strumenti di monitoraggio dell'infrastruttura coprono una vasta gamma di parametri quali l'utilizzo della CPU e della memoria, il traffico di rete, lo spazio su disco, i tempi di risposta, le percentuali di errore e altro ancora. Generano avvisi o notifiche quando vengono superate le soglie predefinite o vengono rilevate anomalie, permettendo ai team IT di indagare e risolvere potenziali problemi prima che si aggravino. L'obiettivo finale del monitoraggio dell'infrastruttura è garantire operazioni affidabili, sicure ed efficienti dell'infrastruttura IT.

Monitoraggio dell'infrastruttura in passato e oggi

Il monitoraggio delle infrastrutture si è evoluto in modo significativo nel corso degli anni, sulla spinta dei progressi tecnologici e delle mutevoli esigenze aziendali. Inizialmente, il monitoraggio dell'infrastruttura si concentrava principalmente sui componenti hardware del data center, come server e dispositivi di rete. Questi componenti statici erano relativamente facili da monitorare.

Con l'adozione delle piattaforme cloud, tra cui AWS, Microsoft Azure e Google Cloud, il monitoraggio dell'infrastruttura si è ampliato per includere ambienti virtualizzati, infrastruttura cloud, container, microservizi, Kubernetes e altre tecnologie moderne. Insieme alla capacità di monitorare i componenti effimeri dell'infrastruttura, i software di monitoraggio dell'infrastruttura di oggi devono incorporare automazione, intelligenza artificiale, monitoraggio in tempo reale, visibilità end-to-end, scalabilità, flessibilità, integrazione DevOps, visualizzazione, analytics e funzioni di sicurezza integrate.

Prova subito IBM Instana Observability

Ottieni una visibilità senza precedenti sullo stato di integrità dei componenti di backend, in modo da individuare e risolvere rapidamente qualsiasi problema.

Contenuti correlati

Iscriviti alla newsletter IBM

Come funziona il monitoraggio dell'infrastruttura

Il monitoraggio dell'infrastruttura funziona raccogliendo continuamente i dati dai vari componenti tradizionali e cloud-native dell'infrastruttura IT di un'organizzazione e analizzandoli per valutare le prestazioni, la disponibilità e l'integrità dei sistemi.  

I due metodi per la raccolta dei dati di sistema sono basati su agenti e agentless.

Monitoraggio basato su agenti

Un agente è uno strato di software leggero installato dagli ingegneri su un host (qualsiasi sistema o dispositivo che deve essere monitorato), che raccoglie dati telemetrici pertinenti sullo stato del sistema. Questo processo di installazione degli agenti sugli host è chiamato strumentazione. Con le attuali soluzioni leader di monitoraggio dell'infrastruttura, gli agenti sono in grado di utilizzare sensori per scoprire i componenti in tutto lo stack dell'infrastruttura dopo la configurazione. 

Quando tutto è completamente strumentato, ogni agente inizia a raccogliere un'ampia gamma di metriche e misurazioni che riflettono il comportamento e lo stato dell'infrastruttura. Queste metriche possono includere l'utilizzo di CPU e memoria, larghezza di banda di rete, utilizzo dello spazio su disco, tempi di risposta, tassi di errore, conteggi delle transazioni e altro ancora. Idealmente, la piattaforma di monitoraggio delle prestazioni acquisisce costantemente questi dati in tempo reale a intervalli di 1 secondo senza campionamento. Questo tipo di granularità è uno dei principali vantaggi della raccolta basata su agenti, che semplifica l'identificazione e la risoluzione dei problemi non appena questi si presentano.

La raccolta basata su agenti consente anche un monitoraggio proattivo. Impostando le soglie, che attivano avvisi quando elementi come l'utilizzo della CPU superano una certa percentuale, gli amministratori possono rimanere sempre un passo avanti rispetto a potenziali problemi di prestazioni. Gli avvisi possono essere inviati tramite e-mail o SMS, oppure integrati in sistemi di notifiche come Slack o PagerDuty.

Il vantaggio principale degli agenti è che consentono una raccolta dei dati molto più ricca. Inoltre, operazioni come la diagnostica e la correzione dei problemi possono avvenire in modo automatico. Lo svantaggio è che gli agenti consumano risorse di sistema quali cicli CPU, memoria e larghezza di banda di rete per raccogliere e trasmettere dati di monitoraggio. Ciò può avere un leggero impatto sulle prestazioni del sistema se il monitoraggio utilizza molte risorse o se il sistema dispone di risorse limitate.

Monitoraggio agentless

A differenza della raccolta basata su agenti, il metodo agentless non richiede l'installazione di un agente software separato sull'host. È basato su protocolli integrati, come Windows Management Instrumentation (WMI), Simple Network Management Protocol (SNMP), Secure Shell (SSH) e NetFlow, per raccogliere e fornire i dati di sistema alla soluzione di monitoraggio dell'infrastruttura. Spesso è l'unica opzione per hardware specializzati su cui non può essere installato un agente, come router, commutatori e bilanciatori di carico. Viene utilizzato anche per i sistemi e dispositivi legacy con risorse disponibili limitate.

Uno dei vantaggi della raccolta agentless è che funziona su diversi sistemi operativi e piattaforme, purché siano supportati le API o i protocolli richiesti. Ciò lo rende più flessibile in ambienti eterogenei.

L'agentless riduce anche l'impatto sulle prestazioni. Poiché il monitoraggio agentless non richiede agenti software eseguiti sui singoli sistemi, non vi è alcun consumo di risorse aggiuntivo o impatto sulle prestazioni dei sistemi monitorati.

Le funzionalità di monitoraggio agentless si basano sui dati esposti tramite protocolli di rete o API. Pertanto, i dati disponibili possono essere limitati rispetto alla raccolta basata su agenti, poiché non tutte le metriche a livello di sistema o i dati specifici delle applicazioni potrebbero essere accessibili tramite questi metodi. Inoltre, il metodo agentless è fortemente dipendente dalla rete, e molto probabilmente non funzionerà se la rete non è in linea.

Con le complesse architetture moderne di oggi, vengono utilizzati metodi di raccolta sia basati su agenti che agentless. Le principali soluzioni di monitoraggio dell'infrastruttura possono gestire a livello centrale metodi di raccolta sia con agenti che agentless.

Quali parti dell'infrastruttura devono essere monitorate?

Il monitoraggio dell'infrastruttura serve vari casi d'uso in diversi settori e organizzazioni. Di seguito sono riportati alcuni modi comuni in cui è possibile utilizzare il monitoraggio dell'infrastruttura:

  • Ottimizzazione delle prestazioni: il monitoraggio dell'infrastruttura consente di monitorare le metriche chiave delle prestazioni per identificare le aree di miglioramento, come l'ottimizzazione dell'utilizzo della CPU o della memoria, l'identificazione della congestione della rete o l'ottimizzazione delle query del database per prestazioni migliori.

  • Rilevamento proattivo dei problemi: monitorando i componenti dell'infrastruttura in tempo reale, le organizzazioni possono rilevare in modo proattivo i problemi prima che abbiano un impatto sugli utenti finali o causino interruzioni del servizio. Gli avvisi e le notifiche possono anche aiutare i team IT a identificare e risolvere potenziali problemi dell'infrastruttura prima che si trasformino in incidenti critici, facendoli diventare una componente essenziale del workflow IT.

  • Pianificazione e scalabilità della capacità: il monitoraggio delle metriche dell'infrastruttura nel tempo consente alle organizzazioni di analizzare i modelli di uso, prevedere i requisiti futuri delle risorse e pianificare l'espansione della capacità. Aiuta inoltre a identificare le risorse sottoutilizzate o sovrautilizzate, consentendo una distribuzione più efficace del workload.

  • Identificazione dei guasti e analisi delle cause principali: il monitoraggio dell'infrastruttura aiuta a identificare i guasti e le cause principali dei problemi di sistema o del degrado delle prestazioni. Analizzando le metriche e i registri, i team IT possono individuare i problemi sottostanti, che si tratti di guasti hardware, configurazioni errate del software, interruzioni della rete o errori delle applicazioni.

  • Conformità SLA: il monitoraggio dell'infrastruttura aiuta le organizzazioni a soddisfare i requisiti del service level agreement (SLA) monitorando e segnalando i KPI (indicatori chiave di prestazione). Il monitoraggio di metriche quali tempi di attività, tempi di risposta e disponibilità può fornire i dati necessari per garantire la conformità con gli SLA e dimostrare l'affidabilità dei servizi IT.

  • Ottimizzazione della capacità e gestione dei costi: il monitoraggio delle risorse e dell'utilizzo dell'infrastruttura consente alle organizzazioni di ottimizzare l'allocazione delle risorse, identificare risorse inattive o sottoutilizzate e prendere decisioni informate in merito al loro provisioning. Questa ottimizzazione può aiutare a ridurre i costi evitando spese legate a risorse superflue o ridimensionando correttamente le implementazioni dell'infrastruttura.

  • Monitoraggio della sicurezza: il monitoraggio dell'infrastruttura è fondamentale per rilevare gli incidenti legati alla sicurezza e garantire la conformità con le politiche di sicurezza. Monitorando i registri di sistema, il traffico di rete e gli eventi di sicurezza, le organizzazioni possono identificare attività sospette, potenziali violazioni o vulnerabilità e adottare misure tempestive per mitigare qualsiasi rischio per la sicurezza.

Questi sono solo alcuni esempi di come può essere utilizzato il monitoraggio dell'infrastruttura. I casi d'uso ideali variano a seconda del settore, delle dimensioni dell'organizzazione e della criticità dei sistemi monitorati per le operazioni aziendali.

Casi d'uso per il monitoraggio dell'infrastruttura

Il monitoraggio dell'infrastruttura serve vari casi d'uso in diversi settori e organizzazioni. Di seguito sono riportati alcuni modi comuni in cui è possibile utilizzare il monitoraggio dell'infrastruttura:

Ottimizzazione delle prestazioni

Il monitoraggio dell'infrastruttura consente di monitorare le metriche chiave delle prestazioni per identificare le aree di miglioramento, come l'ottimizzazione dell'utilizzo della CPU o della memoria, l'identificazione della congestione della rete o l'ottimizzazione delle query del database per prestazioni migliori.

Rilevamento proattivo dei problemi

Monitorando i componenti dell'infrastruttura in tempo reale, le organizzazioni possono rilevare in modo proattivo i problemi prima che abbiano un impatto sugli utenti finali o causino interruzioni del servizio. Gli avvisi e le notifiche possono aiutare i team IT a identificare e risolvere potenziali problemi dell'infrastruttura prima che si trasformino in incidenti critici.

Pianificazione e scalabilità della capacità

Il monitoraggio delle metriche dell'infrastruttura nel tempo consente alle organizzazioni di analizzare i modelli di uso, prevedere i requisiti futuri delle risorse e pianificare l'espansione della capacità. Aiuta inoltre a identificare le risorse sottoutilizzate o sovrautilizzate, a prevedere la crescita e a prendere decisioni informate sulla scalabilità.  

Identificazione dei guasti e analisi delle cause principali

Il monitoraggio dell'infrastruttura aiuta a identificare i guasti e le cause principali dei problemi di sistema o del degrado delle prestazioni. Analizzando le metriche e i registri, i team IT possono individuare i problemi sottostanti, che si tratti di guasti hardware, configurazioni errate del software, interruzioni della rete o errori delle applicazioni.

Conformità SLA

Il monitoraggio dell'infrastruttura aiuta le organizzazioni a soddisfare i requisiti del service level agreement (SLA) monitorando e segnalando i KPI (indicatori chiave di prestazione).Il monitoraggio di metriche quali tempi di attività, tempi di risposta e disponibilità può fornire i dati necessari per garantire la conformità con gli SLA e dimostrare l'affidabilità dei servizi IT.

Ottimizzazione della capacità e gestione dei costi

Il monitoraggio delle risorse e dell'utilizzo dell'infrastruttura consente alle organizzazioni di ottimizzare l'allocazione delle risorse, identificare risorse inattive o sottoutilizzate e prendere decisioni informate in merito al loro provisioning.Questa ottimizzazione può aiutare a ridurre i costi evitando spese legate a risorse superflue o ridimensionando correttamente le implementazioni dell'infrastruttura.

Monitoraggio della sicurezza

Il monitoraggio dell'infrastruttura è fondamentale per rilevare gli incidenti legati alla sicurezza e garantire la conformità con le politiche di sicurezza. Monitorando i registri di sistema, il traffico di rete e gli eventi di sicurezza, le organizzazioni possono identificare attività sospette, potenziali violazioni o vulnerabilità e adottare misure tempestive per mitigare qualsiasi rischio per la sicurezza.

Questi sono solo alcuni esempi di come può essere utilizzato il monitoraggio dell'infrastruttura. I casi d'uso ideali variano a seconda del settore, delle dimensioni dell'organizzazione e della criticità dei sistemi monitorati per le operazioni aziendali.

Best practice per il monitoraggio dell'infrastruttura

 

Quali che siano le esigenze della tua azienda, esistono diverse best practice da seguire per aiutarti a ottenere il massimo dal tuo investimento in una soluzione di monitoraggio dell'infrastruttura.

  • Stabilisci e rivedi le metriche di base: stabilisci le metriche di base delle prestazioni e i KPI per i componenti dell'infrastruttura durante le operazioni normali. I livelli di base e i KPI forniscono un punto di riferimento per rilevare anomalie e deviazioni dal comportamento normale. Man mano che la tua infrastruttura si evolve, aggiorna e adatta i livelli di base in modo da non creare punti ciechi.

  • Configura avvisi completi: crea avvisi significativi, attuabili e pertinenti al problema specifico in questione. Evita di creare rumore impostando soglie adeguate e filtrando i falsi positivi. Assicurati che gli avvisi forniscano informazioni sufficienti per diagnosticare e risolvere i problemi in modo efficiente.

  • Organizza e assegna priorità alle notifiche: quando configuri una soluzione di monitoraggio per inviare notifiche su specifici tipi di eventi, determina quali devono essere prioritarie. Gli incidenti gravi, come le interruzioni dei server che influiscono sull'esperienza dell'utente, devono essere affrontati con estrema urgenza.
  • Esegui un test: aspettare che si verifichi un'emergenza reale non è il momento migliore per mettere alla prova il tuo sistema di monitoraggio. Pianifica un test del sistema per assicurarti che tutto funzioni esattamente come dovrebbe.

  • Configura dashboard specifici per ruolo: le principali soluzioni di monitoraggio dell'infrastruttura di oggi consentono di creare dashboard su misura in base al ruolo di ciascun utente. Dopotutto, i dati e gli avvisi che interessano a un membro del team SecOps saranno molto diversi da quelli rilevanti per un CFO.

  • Affidati al supporto del fornitore: se riscontri problemi con la configurazione e l'utilizzo della soluzione di monitoraggio dell'infrastruttura, affidati al fornitore per il supporto. I loro consulenti, il centro assistenza e il personale di supporto ti guideranno nella risoluzione dei problemi.

Seguendo queste best practice, le organizzazioni possono stabilire un framework di monitoraggio dell'infrastruttura solido ed efficace che fornisce informazioni utili, consente la risoluzione proattiva dei problemi e offre stabilità e alle prestazioni complessive dei loro sistemi IT.

Soluzioni correlate
Monitoraggio delle prestazioni delle applicazioni IBM Instana Observability

Supera le tradizionali soluzioni di monitoraggio delle prestazioni delle applicazioni democratizzando l'osservabilità in modo che chiunque si occupi di DevOps, SRE, ingegneria della piattaforma, ITOps e sviluppo possa ottenere i dati di monitoraggio delle applicazioni che desidera, con il contesto di cui ha bisogno.

Esplora Instana

Application Resource Management Piattaforma IBM Turbonomic Application Resource Management (ARM)

Sfrutta l'automazione che riduce i rischi per le prestazioni delle applicazioni e ottimizza l'elasticità. Taglia la spesa per il cloud del 33%, riduci i costi dell'infrastruttura del 75% e ottieni un ROI del 471%.

Esplora Turbonomic

Risorse correlate Cos'è l'osservabilità?

Comprendi meglio cos'è l'osservabilità, perché è importante, come funziona e i vantaggi che ne derivano come pratica di monitoraggio completa.

La guida aziendale all'osservabilità

Man mano che la tua azienda e i sistemi che la alimentano crescono in dimensioni e complessità, mettiti nella posizione di sapere come funziona tutto, ovunque e contemporaneamente.

Instana riceve la nomina di Leader da G2

IBM Instana è stato nominato Leader nello Spring 2023 APM Grid Report di G2 per la presenza sul mercato e la soddisfazione del cliente.

Fai il passo successivo

IBM Instana consente osservabilità in tempo reale che tutti, e chiunque, possono utilizzare. Offre un rapido time to value, verificando al contempo che la strategia di osservabilità possa tenere il passo con la complessità dinamica degli ambienti di oggi e di domani. Dal mobile al mainframe, Instana supporta oltre 250 tecnologie ed è in continua crescita. 

Esplora IBM Instana Prenota una demo live