Caratteristiche principali di IBM Power System S924

Potente server a 2 socket con fino a 24 core attivi

Un server a 2 socket con fino a 24 core attivati e flessibilità di configurazione I/O. È dotato di configurazioni di modulo processore IBM® POWER9™ completamente attivati in un fattore di forma rack-mount di 19", 4U (unità EIA) con 8 core a 3,3 GHz; 10 core a 2,9 GHz, 11 core a 3,9 GHz e 12 core a 2,75 GHz. Fino a 4.096 GB di memoria DDR4 con velocità di 2.133, 2.400 e 2.666 Mbps.

Funzioni opzionali e integrate

L'unità opzionale PCIe Gen4 con due slot per modulo U.2 è disponibile con S924, oltre alle funzionalità di espansione per EXP12SX/EXP24SX SFF Gen2-bay Drawer e slot PCIe Gen4 hot-plug. Le funzionalità integrate includono: processore di servizio, tecnologia EnergyScale, hot-plug e raffreddamento ridondante, porte USB 3.0, due porte HMC, una porta di sistema con connettore RJ45 e quattro alimentatori hot-plug ridondanti.

Hypervisor PowerVM integrato senza costi aggiuntivi

IBM PowerVM® fornisce la virtualizzazione di livello industriale per ambienti AIX e Linux su sistemi basati su processori POWER. IBM PowerVM® è un hypervisor ottimizzato per il cloud, integrato in ogni server POWER9 senza costi aggiuntivi. PowerVM riduce i costi generali attraverso il consolidamento dei carichi di lavoro e le funzioni di pianificazione della capacità. È stato migliorato con un monitor delle prestazioni orientato alla virtualizzazione e le statistiche delle prestazioni disponibili tramite HMC. Queste statistiche sulle prestazioni possono essere utilizzate per comprendere le caratteristiche del carico di lavoro e per prepararsi alla pianificazione della capacità.

Facile come una scansione QR

Velocità di sviluppo e gestione delle applicazioni mobili. Include un ambiente di sviluppo, il middleware di runtime, un negozio di applicazioni enterprise private e una console di gestione e analytics per: eseguire la co-locazione delle applicazioni su un server scalabile; semplificare l'accesso ai dati e alle applicazioni con il networking virtuale; accelerare l'implementazione; ridurre il sovraccarico utilizzando le infrastrutture di recupero e di disaster recovery esistenti.

RAS sottosistema di memoria

La memoria è dotata della funzione di rilevamento e correzione degli errori, in modo che un errore di un qualsiasi modulo di memoria ECC possa essere corretto, se non sono presenti altri errori. Un modulo DRAM di riserva per ogni porta di memoria consente la sostituzione del dispositivo DRAM dinamico durante l'operazione di runtime. La riserva dinamica delle corsie sul collegamento DMI consente la riparazione di una corsia di dati guasta. Supporta fino a 4 TB di memoria.

Funzioni di disponibilità del processore

Il processore POWER9 tenta di recuperare le istruzioni del processore per alcuni errori transitori e il ripristino del processore alternativo per una serie di errori relativi al core. Questo riduce in modo significativo l'esposizione ad errori sia hardware (logici) che software (transitori) nel core del processore.

Live Partition Mobility

Con Live Partition Mobility, gli utenti possono migrare una partizione in esecuzione su un sistema POWER su un altro sistema POWER senza interrompere i servizi. La migrazione trasferisce l'intero ambiente del sistema, incluso lo stato del processore, la memoria, i dispositivi virtuali collegati e gli utenti connessi. Fornisce un sistema operativo continuo e la disponibilità delle applicazioni durante i tempi di inattività pianificati delle partizioni per la correzione dei problemi hardware e firmware.

Priorità disponibilità delle partizioni

Nell'ambiente PowerVM, se un evento di ripristino del processore alternativo richiede risorse di processore di riserva per proteggere un carico di lavoro, quando non sono disponibili altri metodi per ottenere le risorse di riserva, il sistema determina quale partizione ha la priorità minore e tenta di reclamare la risorsa necessaria per consentire che tale capacità venga ottenuta, ad esempio, per la prima volta da una partizione di prova invece che da un sistema di contabilità finanziaria.

Disponibilità della cache

Le cache L2 e L3 del processore POWER9 e la cache L4 del chip del buffer di memoria sono protette con la tecnologia ECC (Error Correction Code) a singolo o doppio bit. Inoltre, una soglia di errori correggibili rilevati sulle linee della cache può determinare l'eliminazione dei dati nelle linee della cache e la rimozione delle linee della cache mediante un'ulteriore operazione, senza richiedere un riavvio in ambiente PowerVM.

Processore di servizio

Il processore di servizio fornisce la possibilità di diagnosticare, verificare lo stato e rilevare le condizioni operative di un sistema. Viene eseguito su un sistema dedicato e non richiede risorse da un processore di sistema per essere operativo.

Dettagli tecnici

Requisiti software

Sistemi operativi: AIX, IBM i, Linux

Requisiti hardware

Non sono specificati ulteriori requisiti hardware.