BrightFarms utilizza IBM Food Trust per la sua attività di coltivazione indoor
Basato su IBM Blockchain su IBM Cloud
Immagine di coltivazioni indoor di Brightfarms

Tutti abbiamo visto i titoli dei giornali. Negli ultimi anni, i focolai di E. coli hanno causato il ritiro di numerosi lotti di lattuga romana, con un impatto in tutti gli Stati Uniti, causato malattie e spinto i consumatori a gettare via milioni di chili di cibo potenzialmente utilizzabile. L'intero paese ha evitato la lattuga romana per settimane, mentre gli investigatori lavoravano per determinare da dove avesse avuto origine l'epidemia di E. coli. I rivenditori, inoltre, hanno subito danni per milioni di dollari.

La complessità della tipica supply chain, in cui i prodotti provenienti da aziende agricole diverse vengono combinati e spediti in tutto il paese, rende difficile individuare rapidamente il problema. La romana, un tempo una delle lattughe preferite sulle tavole americane, ha registrato un calo delle vendite del 20% dal 2018.

BrightFarms è stata fondata per semplificare e decentralizzare la supply chain degli ortaggi e offrire ai consumatori una scelta più sostenibile. "Se si guarda a ciò che sta accadendo oggi in termini di cambiamento climatico e di imprevedibilità delle colture, con siccità e piogge eccessive, è sempre più difficile continuare a considerare la California come la nostra distributrice di insalata", afferma Abby Prior, vicepresidente senior del reparto Sales and Marketing di BrightFarms.

L'azienda ha creato delle greenhouse farm in tutti gli Stati Uniti che riforniscono i rivenditori locali di verdure a foglia verde. "Coltiviamo tutto in modo sostenibile, senza pesticidi e senza OGM", aggiunge Prior. “Stiamo anche riducendo l’impronta di carbonio della lattuga qui negli Stati Uniti. Coltiviamo con meno acqua, meno terra e meno carburante rispetto ai prodotti provenienti dalla West Coast. E siamo un'azienda spinta da una missione, focalizzata sulla salute del pianeta e sulla salute delle persone".

Miglioramento dei tempi di consegna

 

Brightfarms confeziona, spedisce e consegna ortaggi in sole 24 ore dal raccolto

Ricerca più rapida

 

 

La piattaforma IBM® Food Trust traccia tutti i prodotti in >1 minuto

In caso di ritiro, con IBM Food Trust, saremmo in grado di rintracciare il nostro prodotto in pochi secondi. Abby Prior Senior Vice President of Sales and Marketing BrightFarms

Tutte le verdure di BrightFarms sono coltivate, raccolte, confezionate e spedite dalle greenhouse farm situate nelle aree metropolitane che servono o nelle immediate vicinanze. L'azienda confeziona, spedisce e consegna gli ortaggi in appena 24 ore dalla raccolta. "Consegniamo gli ortaggi ai consumatori con la stessa rapidità con cui li otterrebbero se li coltivassero nel proprio giardino", afferma Prior. Il modello di distribuzione di BrightFarms, in cui una singola greenhouse farm serve solo i rivenditori locali, rende molto più facile per l'azienda tracciare il percorso dei suoi prodotti in caso di problemi legati alla sicurezza. Tuttavia, quando BrightFarms ha iniziato a collaborare con Walmart, ha avuto l’opportunità di aggiungere ulteriori misure, attraverso IBM Food Trust, alla sua strategia di sicurezza alimentare esistente.

La sicurezza alimentare diventa high-tech

Nell'ambito di un mandato del partner Walmart, BrightFarms ha iniziato a utilizzare la tecnologia IBM® Blockchain tramite la rete IBM Food Trust. "In qualità di responsabile del settore alimentare di BrightFarms, non potrei essere più d'accordo con la decisione di Walmart di utilizzare questa tecnologia", afferma Jackie Hawkins, Senior Manager of Food Safety di BrightFarms. "Ci offre un ulteriore livello di protezione per i nostri programmi di sicurezza alimentare già avanzati".

Utilizzando il modulo Trace della piattaforma IBM Food Trust, BrightFarms raccoglie dati su ogni fase del processo di coltivazione, confezionamento e consegna. L'azienda utilizza IBM Blockchain su IBM® Cloud per mantenere i dati crittografati in modo sicuro, e li carica sulla piattaforma IBM Food Trust in ogni fase del processo, dal momento della semina fino all'arrivo degli ortaggi confezionati al rivenditore. Una volta che le verdure sono sugli scaffali, il rivenditore può continuare ad aggiungere dati alla piattaforma, tra cui il tempo di permanenza degli ortaggi in magazzino e la temperatura a cui vengono conservati.

BrightFarms tiene anche traccia degli indicatori chiave di prestazione (KPI) sul cloud per determinare quali colture producono i rendimenti più elevati. "Nel corso del tempo possiamo osservare le colture a basso e ad alto rendimento, il che a sua volta ci consente di concentrarci solo sulle colture a più elevato rendimento e di maggior successo", afferma Hawkins. "Non vogliamo destinare tutte le risorse, l'acqua e le sostanze nutritive a colture che non hanno un ottima resa". Tutti gli sforzi dell'azienda mirano a offrire ortaggi più sicuri e sostenibili ai suoi clienti.

Stiamo anche riducendo l’impronta di carbonio della lattuga qui negli Stati Uniti. Coltiviamo con meno acqua, meno terra e meno carburante rispetto ai prodotti provenienti dalla West Coast. E siamo un'azienda spinta da una missione, focalizzata sulla salute del pianeta e sulla salute delle persone. Abby Prior Senior Vice President of Sales and Marketing BrightFarms
Insight più approfonditi migliorano la sicurezza e la freschezza

La supply chain di BrightFarms, basata su una singola farm che rifornisce i rivenditori vicini, consente all'azienda di avere un grande controllo e una visione d'insieme della supply chain. Allo stesso tempo, se un prodotto fosse compromesso, l'azienda potrebbe determinare quasi immediatamente l'esatta posizione del prodotto interessato. "In caso di ritiro, con IBM Food Trust, saremmo in grado di rintracciare il nostro prodotto in pochi secondi. Impiegheremmo più tempo a digitare i dati di ricerca nella piattaforma che a trovare effettivamente il prodotto", spiega Prior. Inoltre, poiché la piattaforma Food Trust fornisce informazioni precise sulla posizione e sullo stato di tutti i prodotti, in caso di ritiro lo spreco sarebbe minimo.

La piattaforma IBM Food Trust ha permesso al team di approvvigionamento di BrightFarms di avere insight più approfonditi sul proprio sistema di gestione delle scorte. "Con l'espansione di BrightFarms, si amplierà anche l'offerta di prodotti. Ed è importante per noi fornire ai nostri clienti i prodotti più freschi che abbiamo a disposizione. Il modulo IBM Food Trust Fresh Insights sarà in grado di aiutarci in tal senso in futuro", afferma Prior. Gli insight della piattaforma IBM Food Trust consentiranno inoltre di ridurre al minimo gli sprechi alimentari e di aumentare la resa dei raccolti, contribuendo a contenere i costi per i clienti.

BrightFarms, che è in continua crescita, prevede che la piattaforma IBM Food Trust la aiuterà a fornire gli insight e la visibilità di cui i consumatori hanno bisogno. "La piattaforma IBM Food Trust offre maggiore trasparenza e tracciabilità per la nostra supply chain", afferma Hawkins. "La piattaforma offre ai nostri consumatori e ai rivenditori partner la garanzia e la fiducia necessarie nel mercato di oggi".

Logo BrightFarms
Informazioni su BrightFarms

Fondata nel 2011, BrightFarms (link esterno a ibm.com) è uno dei principali produttori di verdure a foglia verde, con aziende agricole ad ambiente controllato in tutta la zona del medio Atlantico e del Midwest degli Stati Uniti. BrightFarms finanzia, costruisce e gestisce greenhouse farm locali in collaborazione con supermercati, città, fonti di capitale e venditori, consentendo di eliminare in modo rapido ed efficiente tempi, distanze e costi dalla supply chain alimentare. L'azienda, con sede a New York, conta circa 180 dipendenti.

Fasi successive
Verdure a foglia verde, fresche e locali 365 giorni all'anno Costruire supply chain alimentari resilienti di fronte al COVID-19 Prodotti ittici tracciati tramite blockchain: aiutare la pesca storica del New England a prosperare
Note a piè di pagina

© Copyright IBM Corporation 2020. IBM Corporation, IBM Cloud, New Orchard Road, Armonk, NY 10504

Prodotto negli Stati Uniti d'America, marzo 2020.

IBM, il logo IBM, ibm.com, IBM Cloud e IBM Food Trust sono marchi di International Business Machines Corp., registrati in diverse giurisdizioni del mondo. Altri nomi di prodotti e servizi potrebbero essere marchi di IBM o di altre società. Un elenco aggiornato dei marchi IBM è disponibile sul web alla voce “Copyright and trademark information” (Informazioni sul copyright e sui marchi) all'indirizzo www.ibm.com/it-it/legal/copytrade.shtml.

Le informazioni contenute nel presente documento sono aggiornate alla data della prima pubblicazione e possono essere modificate da IBM senza preavviso. Non tutte le offerte sono disponibili in ogni Paese in cui opera IBM.

Gli esempi citati relativi a dati di prestazione e clienti sono presentati unicamente a scopo illustrativo. Gli attuali risultati in termini di performance possono variare a seconda delle specifiche configurazioni e delle condizioni operative. LE INFORMAZIONI RIPORTATE NEL PRESENTE DOCUMENTO SONO DA CONSIDERARSI “NELLO STATO IN CUI SI TROVANO”, SENZA GARANZIE, ESPLICITE O IMPLICITE, IVI INCLUSE GARANZIE DI COMMERCIABILITÀ, DI IDONEITÀ A UN PARTICOLARE SCOPO E GARANZIE O CONDIZIONI DI NON VIOLAZIONE. I prodotti IBM sono coperti da garanzia in accordo con termini e condizioni dei contratti sulla base dei quali vengono forniti.