Sicuro, sostenibile, soddisfacente: ciò che hai nel piatto è importante
Antonello Produce utilizza IBM® Food Trust per semplificare la tracciabilità dei prodotti, dai semi agli scaffali dei negozi
Bambina che dà un morso a una grande fetta di anguria
Quanto è sicuro il cibo che metti in tavola? Pensi che sia sano e nutriente, ma se fosse stato trattato con un pesticida o un detergente a cui sei allergico? O forse era contaminato da alcuni batteri invisibili, con conseguenze potenzialmente letali. Come puoi sapere con certezza se il tuo cibo è sicuro e sostenibile?

"Per i nostri clienti e fornitori, la tracciabilità alimentare sta diventando sempre più importante", spiega Adrian Antonello, general manager di Antonello Produce. "Le persone vogliono sapere da dove proviene il loro cibo, in particolare in Australia, dal momento che negli ultimi cinque o dieci anni abbiamo avuto una serie di problemi di sicurezza alimentare, alcuni dei quali hanno causato danni importanti."

Avendo notato questa tendenza, Antonello Produce voleva fornire ai propri clienti alimenti di alta qualità e sostenibili di cui potessero fidarsi. In particolare, l'azienda stava progettando di lanciare un nuovo marchio East Fresh, che avrebbe unito i deliziosi prodotti coltivati dai suoi partner agricoli con record di tracciabilità basati su blockchain, rendendo più semplice verificare la filiera e la provenienza di qualsiasi frutta o verdura.

Naturalmente, riunire e condividere queste informazioni sulla coltivazione e sui trasporti non era un'impresa facile. "Ci sono già alcune aziende che fanno qualcosa del genere in Australia", osserva Antonello. "Ma in un modo molto più arcaico, più elementare di quello che stavamo cercando di fare noi. Volevamo realizzare qualcosa che non dipendesse dai documenti cartacei e che fosse molto più trasparente e accessibile alle persone che hanno bisogno di vederlo."

Questo passaggio dai processi basati su documenti cartacei ai workflow digitali non solo ridurrebbe gli attriti aziendali, ma renderebbe anche le informazioni sui prodotti più facilmente disponibili a tutte gli stakeholder di Antonello Produce, inclusi produttori, distributori, rivenditori e consumatori. E se dovesse verificarsi un problema, questo nuovo approccio faciliterebbe ulteriormente l'identificazione, l'isolamento e il richiamo dei prodotti in questione.

"Non è una cosa che accade tutti i giorni", chiarisce Antonello. “Il cibo che trattiamo è incredibilmente sicuro e un prodotto avariato non arriverà mai al rivenditore. Ma potrebbe verificarsi un evento una volta ogni 100 o 300 giorni legato a qualche tipo di contaminazione esterna o ad altri fattori che potrebbero influire sulla salute di una persona."

Oltre alla semplice sicurezza, avere accesso a queste informazioni aiuterebbe anche i consumatori e i rivenditori a prendere decisioni più intelligenti e sostenibili dal punto di vista ambientale quando si tratta di scelta degli alimenti.

"Abbiamo visto un numero crescente di persone che vogliono sapere da dove provengono geograficamente i loro alimenti", aggiunge Antonello. "Credo che le persone si preoccupino sempre di più dei chilometri percorsi dagli alimenti e dell'impatto energetico e ambientale di ciò che mettono nel piatto. Viene coltivato, confezionato e consegnato localmente? È a 1.000 chilometri di distanza? Questo sta già influenzando le abitudini di acquisto dei consumatori."

20 tonnellate

 

Tiene traccia della posizione, della provenienza e della filiera di circa 20 tonnellate di anguria ogni sette giorni

> 300 linee di prodotti

 

Dopo il lancio, la soluzione può essere scalata per supportare i mercati con oltre 300 linee di prodotti di Antonello Produce nel corso di un dato anno

Le persone vogliono sapere da dove proviene il loro cibo, soprattutto in Australia, dal momento che negli ultimi cinque o dieci anni abbiamo avuto svariati problemi di sicurezza alimentare. Adrian Antonello General Manager Antonello Produce
La stagione della crescita

Per portare avanti i suoi piani East Fresh, Antonello Produce aveva bisogno di creare una piattaforma centralizzata per la tracciabilità degli alimenti, in grado di seguire con precisione i prodotti dai campi di coltivazione agli scaffali dei negozi. E conoscendo l'impegno di IBM nel campo delle blockchain e della tracciabilità, l'azienda ha scelto di implementare la soluzione IBM Food Trust.

Non disponendo delle risorse interne necessari a implementare la tecnologia, Antonello Produce ha scelto Archisage, business partner di IBM, per avere un supporto adeguato. "Per noi era importante lavorare con qualcuno del posto", spiega Antonello. “Noi non abbiamo le competenze tecniche necessarie, quindi avevamo bisogno di qualcuno che gestisse effettivamente l'implementazione. Qualcuno che poteva essere sul posto e disponibile in caso di domande o problemi. Loro sono stati molto reattivi ed è stato un vero piacere lavorare con loro."

Per la fase pilota del progetto, Antonello Produce ha scelto di concentrarsi esclusivamente sul monitoraggio delle angurie. Stava per iniziare una nuova stagione della crescita di tre mesi e, sebbene le angurie rappresentassero un prodotto ad alto volume per l'azienda, in estate la maggior parte di questo prodotto proveniva da un unico fornitore: un'azienda agricola a conduzione familiare con cui Antonello Produce aveva una lunga storia di collaborazione.

Di angurie ne trattiamo tante", aggiunge Antonello. "Probabilmente ne vendiamo fino a 200 tonnellate a settimana. Ciò significa circa 20.000 angurie ogni sette giorni. E abbiamo pensato che sarebbe stato un buon inizio per IBM Food Trust."

Vivek Mittal, Principal Consultant e Director di Archisage, aggiunge: "IBM Food Trust è la parte chiave dell'intero programma. Così, mentre il centro di distribuzione riceve le spedizioni - con i relativi ordini di acquisto, documenti di spedizione e qualsiasi altro documento correlato - noi trasformiamo tutti quei documenti in dati standardizzati che Food Trust può comprendere".

E continua: "Poiché si tratta di un'azienda di dimensioni ridotte, gran parte dei processi erano basati su documenti cartacei. Abbiamo quindi creato un documento di input, basato su un foglio di calcolo di Microsoft Excel con macro personalizzate, che consente di caricare i dati relativi alla crescita e alla spedizione. Abbiamo anche creato una piccola applicazione che cerca i documenti rilevanti nel loro file system elettronico e li carica automaticamente sulla piattaforma di tracciabilità".

Soddisfatta dei risultati complessivi di questa fase iniziale, Antonello Produce ha scelto di fare operare la soluzione a pieno ritmo produttivo.

 

IBM Food Trust è la parte fondamentale dell'intero programma. Quindi, mentre il centro di distribuzione riceve le spedizioni... noi trasformiamo tutta la documentazione in dati standardizzati che Food Trust può comprendere. Vivek Mittal Principal Consultant e Director di Archisage, business partner di IBM
Dati più veloci per prodotti più sicuri

"Come ho detto prima, la sicurezza alimentare è una preoccupazione crescente qui in Australia", osserva Antonello. "Alcuni anni fa si è verificato un incidente in cui un operaio scontento in un impianto di confezionamento di fragole ha inserito aghi molto sottili in delle fragole a caso. E tornando ancora più indietro nel passato, un coltivatore di meloni ha avuto un problema con l’acqua utilizzata per il lavaggio della frutta e ha avuto un’epidemia di salmonella che ha causato decessi."

Quando si tratta di reagire a questi possibili problemi di contaminazione, la velocità è fondamentale. Inoltre, i rivenditori e i clienti devono essere in grado di identificare non solo da dove provengono i prodotti problematici, ma anche la posizione di qualsiasi altro prodotto potenzialmente contaminato. Con la soluzione Food Trust attiva, quando avrà sviluppato ulteriormente il sito web del marchio East Fresh Antonello Produce riuscirà a rendere disponibili questi dati ai propri clienti in modo più efficiente.

"Tutto ciò che occorre è un numero di lotto o un numero di fattura e noi possiamo fornire loro la storia completa di quel prodotto", spiega Antonello. "Da quale specifico lotto agricolo proveniva la spedizione? Quando sono stati messi i semi nel terreno? Cosa è stato fatto per migliorare o trattare quel lotto: sono stati usati prodotti chimici o fertilizzanti? Conoscere queste risposte aiuta a differenziare il nostro marchio e a creare fiducia nell'integrità e nella sicurezza degli alimenti che vengono distribuiti, venduti e consumati."

Ora in fase di produzione, Antonello Produce ha già ampliato l’uso della piattaforma IBM Food Trust oltre le angurie, applicandola alle zucche e alle patate dolci, con l’obiettivo di arrivare a incorporare tutte le 300 linee di prodotti. Inoltre, Archisage ha aggiornato il processo di input passando da Excel a Intuit QuickBooks per generare i fogli di calcolo pertinenti.

Inoltre, Antonello Produce è anche alla ricerca di modi per rendere i propri dati di tracciabilità più facilmente disponibili ai consumatori. "Stiamo discutendo delle potenzialità di un sistema a schermo intero in-store", aggiunge Mittal. "Così i consumatori potrebbero scansionare un codice QR sulla confezione e vedere tutti i dati in Food Trust. Vedrebbero così l'intero percorso del loro cibo."

Fornire l’accesso a queste informazioni aiuterebbe inoltre i consumatori a fare scelte più sostenibili riguardo a ciò che mettono nel carrello, consentendo loro di dare priorità ai coltivatori locali o alle pratiche di coltivazione che riducono i danni.

Tutto ciò di cui hanno bisogno è un numero di lotto o un numero di fattura e noi possiamo fornire loro la cronologia completa di quel prodotto. Adrian Antonello General Manager Antonello Produce
Un marchio di cui ti puoi fidare

Nel complesso, la nuova soluzione rende molto più semplice per Antonello Produce tracciare e identificare le spedizioni di prodotti alimentari, indipendentemente da dove si trovino nella catena di distribuzione.

"I tempi sono stati ridotti notevolmente", nota Antonello. "Prima, se avessimo ricevuto un richiamo di prodotto o una richiesta generica, avremmo potuto impiegare giorni per mettere insieme tutte le informazioni sulla spedizione. Ci avrebbero chiamato o avremmo dovuto avviare interminabili conversazioni via e-mail solo per risolvere la richiesta. E poiché tutto era su carta, avremmo dovuto frugare in tutti i nostri schedari per trovare i documenti giusti. Ora basta fare clic su un pulsante e in pochi minuti abbiamo tutta la documentazione rilevante davanti a noi."

Oltre al risparmio di tempo e lavoro, questa migliore tracciabilità aiuta anche a distinguere il nuovo marchio East Fresh, attirando l'interesse dei potenziali acquirenti. “Dà un valore aggiuntivo a ciò che facciamo e ci garantisce l'opportunità di ottenere un margine migliore per i prodotti che vendiamo. Anche il nome IBM conferisce al processo una notevole validità: è un marchio affidabile. E rafforza l’elemento di fiducia che stiamo portando a East Fresh."

Logo Antonello
Informazioni su Antonello Produce

Nata dalle tradizioni di una famiglia di agricoltori di tre generazioni, Antonello Produce (link esterno a ibm.com) è un'azienda a conduzione familiare che offre servizi di vendita all'ingrosso, marketing e distribuzione di prodotti freschi a negozi di alimentari, ristoranti e consumatori in tutto il sud-est dell'Australia. L'azienda è stata fondata nel 2005 e ha sede a Melbourne, in Australia.

Logo Archisage
Informazioni su Archisage

Archisage (link esterno a ibm.com), business partner di IBM, fornisce soluzioni IT personalizzate e servizi di consulenza correlati incentrati sulla promozione di nuove efficienze. L'azienda, e in particolare i suoi due fondatori, vanta una lunga storia di collaborazione con IBM, che risale a decenni prima della fondazione ufficiale dell'azienda nel 2015. Attualmente, Archisage ha sede a Melbourne, in Australia.

Successivo:
Visualizza il case study in PDF Centro Agroalimentare Roma

Un fronte unito contro gli attacchi informatici

Leggi il case study
Sustainable Shrimp Partnership

Ecuador: gamberi sostenibili per un futuro sostenibile

Leggi il case study
Farmer Connect

Aumentare la fiducia grazie a un record verificabile del percorso che compie il caffè prima di giungere nella tazza

Leggi il case study
Note a piè di pagina

© Copyright IBM Corporation 2023. IBM Corporation, IBM Blockchain, New Orchard Road, Armonk, NY 10504

Prodotto negli Stati Uniti d'America, marzo 2023.

IBM, il logo IBM e IBM Food Trust sono marchi di International Business Machines Corporation, registrati in diverse giurisdizioni del mondo. Altri nomi di prodotti e servizi potrebbero essere marchi registrati di IBM o di altre aziende. Un elenco aggiornato dei marchi IBM è disponibile su ibm.com/trademark.

Microsoft, Windows, Windows NT e il logo Windows sono marchi di Microsoft Corporation negli Stati Uniti, in altri Paesi, o entrambi.

Le informazioni contenute nel presente documento sono aggiornate alla data della prima pubblicazione e possono essere modificate da IBM senza preavviso. Non tutte le offerte sono disponibili in ogni Paese in cui opera IBM.

Tutti gli esempi citati relativi a clienti sono presentati per illustrare il modo in cui alcuni clienti hanno utilizzato i prodotti IBM e i risultati da essi eventualmente conseguiti. I costi effettivi relativi agli ambienti e le caratteristiche inerenti alle performance possono variare a seconda delle specifiche configurazioni e condizioni del cliente. In generale non è possibile fornire risultati attesi, poiché i risultati di ciascun cliente dipendono interamente dai sistemi e dai servizi ordinati. LE INFORMAZIONI FORNITE NEL PRESENTE DOCUMENTO SONO DA CONSIDERARSI “NELLO STATO IN CUI SI TROVANO”, SENZA GARANZIE, ESPLICITE O IMPLICITE, IVI INCLUSE GARANZIE DI COMMERCIABILITÀ, DI IDONEITÀ PER UN PARTICOLARE SCOPO E GARANZIE O CONDIZIONI DI NON VIOLAZIONE. I prodotti IBM sono coperti da garanzia in accordo con i termini e le condizioni dei contratti sulla base dei quali vengono forniti.