SDDC (Software-Defined Data Center)

sfondo nero e blu

SDDC (Software-Defined Data Center)

Hai bisogno di modi per migliorare l'agilità IT? Scopri cos'è un SDDC (Software-Defined Data Center) e come può aiutarti ad accelerare la fornitura di risorse IT.

  • Scopri cos'è un SDDC (Software-Defined Data Center) e quali vantaggi a breve e lungo termine può offrire
  • Scopri in che modo un SDDC basato sul cloud può accelerare l'implementazione 
  • Riesamina i requisiti chiave per scegliere un provider cloud

Gli sforzi tesi a soddisfare l'esigenza di migliorare l'agilità IT stanno spingendo le organizzazioni ad esplorare nuove architetture di data center. Le organizzazioni devono accelerare la fornitura di servizi tecnologici mantenendo al tempo stesso il controllo sull'IT, riducendo al minimo la complessità e abbassando i costi.

In poche parole, i processi per l'approvvigionamento e l'implementazione dell'infrastruttura tradizionale sono troppo lenti e macchinosi. I gruppi di business e gli sviluppatori di software non possono aspettare settimane o mesi per l'acquisto e il provisioning di una nuova infrastruttura fisica. Per sfruttare al meglio le mutevoli condizioni del mercato e soddisfare le aspettative dei clienti, i team hanno bisogno di risorse in un lasso di tempo misurabile in ore o minuti.

Un'architettura SDDC (Software-Defined Data Center) può aiutare a migliorare notevolmente l'agilità IT. Eseguendo il pooling delle risorse dell'infrastruttura, standardizzando gli strumenti di gestione nei livelli dell'infrastruttura e abilitando un provisioning basato sulle politiche, un SDDC può aiutare i gruppi IT a rispondere più velocemente alle nuove richieste di risorse IT. Allo stesso tempo, un SDDC consente ai gruppi IT di mantenere il controllo sul provisioning, ridurre i costi e stabilire un percorso per la modernizzazione delle applicazioni.


Cos'è un SDDC (Software-Defined Data Center)?

Sin dall'introduzione, anni fa, della virtualizzazione del server , le organizzazioni hanno riconosciuto il valore del pooling delle risorse dell'infrastruttura. Astraendo le risorse di calcolo dai server fisici, la virtualizzazione del server aiuta ad accelerare il provisioning, migliorare l'utilizzo del sistema e ridurre le spese hardware.

L'SDDC è il risultato di anni di evoluzione nella virtualizzazione del server. Estende la virtualizzazione dalle risorse di calcolo a quelle di storage e rete  e fornisce una singola serie di strumenti software per gestire tali risorse virtualizzate. Inoltre, l'SDDC consente l'automazione del provisioning e della gestione basata sulle politiche, che accelera la fornitura di risorse e migliora l'efficienza.


Componenti

L'SDDC combina risorse di calcolo, storage e rete virtualizzate con una piattaforma standardizzata per la gestione dell'intero ambiente integrato.

La virtualizzazione del calcolo, o virtualizzazione del server, è ben nota a molte organizzazioni. Utilizzando un hypervisor, la virtualizzazione del calcolo astrae i sistemi operativi e le applicazioni dai server fisici. Di conseguenza, gli amministratori possono utilizzare le VM (virtual machine) per eseguire applicazioni e sistemi operativi multipli e distinti su un unico server. Per oltre un decennio, le organizzazioni hanno utilizzato la virtualizzazione del calcolo per ridurre la proliferazione dei server e migliorare l'utilizzo delle risorse.

Per ulteriori informazioni sulla virtualizzazione, consultare "Virtualization: A Complete Guide".

La virtualizzazione dello storage, come la virtualizzazione del server, esegue il pooling delle risorse, eliminando le isole di sistemi di storage disconnessi. Lo storage virtualizzato migliora la flessibilità e la scalabilità perché puoi eseguire il provisioning dello storage dal pool, spesso senza dover acquistare della nuova capacità. Con lo storage virtualizzato, puoi anche allocare lo storage in modo dinamico, fornendo a ciascuna applicazione la capacità di cui ha bisogno on demand.

La virtualizzazione della rete ti consente di eseguire il provisioning e la gestione delle reti indipendentemente dall'hardware fisico. Tale astrazione delle risorse riduce i tempi di provisioning e migliora la flessibilità, consentendoti di spostare più facilmente i carichi di lavoro tra i data center senza vincoli fisici. La giusta soluzione di virtualizzazione della rete incorporerà anche le funzionalità di sicurezza per salvaguardare le reti e isolare i carichi di lavoro.

L'SDDC integra questi livelli di virtualizzazione, creando un unico ambiente iperconvergente che facilita la fornitura di risorse IT ad a service - indipendentemente dal fatto che l'SDDC sia implementato in un ambiente cloud privatopubblico o ibrido . Un'unica piattaforma di gestione standardizza la gestione nei livelli di virtualizzazione e consente un'automazione basata sulle politiche che semplifica le operazioni.

Per una panoramica della tecnologia di virtualizzazione, guarda il nostro video "Virtualization Explained":


Vantaggi

L'implementazione di un'architettura SDDC può offrire vantaggi sia a breve che a lungo termine. Il principale vantaggio a breve termine è l'agilità. Con un SDDC, puoi ridurre drasticamente i tempi per eseguire il provisioning di nuove risorse. Non sono più necessari giorni o settimane per impostare un nuovo server fisico, fornire maggiore capacità di storage a un'applicazione o modificare la rete fisica. L'automazione basata sulle politiche può accelerare ulteriormente il provisioning, consentendoti di implementare le risorse in pochi minuti.

Un SDDC può anche aiutare a migliorare le prestazioni dell'infrastruttura. Puoi ottimizzare il calcolo, lo storage e la rete per ogni applicazione e carico di lavoro senza dover apportare modifiche fisiche all'infrastruttura.

A lungo termine, l'SDDC aiuta a controllare i costi. Il pooling delle risorse migliora l'utilizzo dell'infrastruttura e ti consente di evitare acquisti di nuova infrastruttura. Un migliore utilizzo significa anche che rimane inattiva meno infrastruttura, che consuma immobili, energia e raffreddamento. Se decidi di implementare un SDDC utilizzando un'infrastruttura di cloud ibrido o pubblico, potresti passare da un modello CAPEX a un modello OPEX, evitando ingenti spese in conto capitale iniziali.

L'adozione di un approccio SDDC aiuta anche a stabilire un percorso verso la modernizzazione dell'infrastruttura e delle applicazioni. La standardizzazione su un'unica piattaforma di gestione consente di integrare più facilmente nuove tecnologie e migrare i carichi di lavoro agli ambienti cloud.


Sfide

Prima di implementare un SDDC, assicurati di comprendere le potenziali sfide che potrebbero mettere a rischio il tuo ROI (return on investment).

L'ostacolo principale è ottenere un accordo interfunzionale. La standardizzazione tra i team è fondamentale per l'adozione dell'SDDC, ma molte organizzazioni IT tradizionali sono vincolate da processi e politiche in silos che rendono difficile la standardizzazione. L'allineamento di team di approvvigionamento, team di sviluppo, analisti IT, amministratori di sistema e altri soggetti ai nuovi strumenti e processi può richiedere tempo. Tuttavia, il vantaggio in termini di efficienza, innovazione e TCO (total cost of ownership) può essere immenso quando l'SDDC viene adottato pienamente.

Una volta che la standardizzazione è stata accettata nella tua organizzazione, si presentano anche delle sfide tecniche. Ad esempio, il passaggio al nuovo ambiente potrebbe comportare dei tempi di inattività delle applicazioni. Una pianificazione per implementare i componenti dell'SDDC in fasi può aiutare a ridurre al minimo i rischi di tempi di inattività. L'utilizzo di un SDDC basato sul cloud potrebbe anche consentirti di testare a costi contenuti i nuovi livelli di virtualizzazione prima di portare in produzione l'intero ambiente.

Andando avanti, la virtualizzazione di nuovi livelli della tua infrastruttura, come storage e rete, richiederà probabilmente che il tuo team operativo modifichi i suoi processi e flussi di lavoro esistenti. I tuoi amministratori potrebbero dover affrontare una curva di apprendimento mentre si preparano a gestire il nuovo ambiente e utilizzare nuovi strumenti. L'adozione di un SDDC basato sul cloud che utilizza strumenti familiari può aiutare a ridurre significativamente la curva di apprendimento.


Utilizzo del cloud per accelerare il passaggio a un SDDC (Software-Defined Data Center)

I servizi cloud possono aiutare ad affrontare le sfide e accelerare il passaggio a un'architettura SDDC. Implementando un SDDC su un'infrastruttura basata sul cloud, puoi ridurre i tempi e i rischi legati alla riprogettazione della tua infrastruttura esistente.

Allo stesso modo, adottando strumenti di gestione basati sul cloud, puoi eliminare il tempo necessario per l'installazione di tali strumenti sull'infrastruttura locale. Se il provider cloud offre gli strumenti e le interfacce attualmente utilizzati dai tuoi amministratori, puoi evitare la curva di apprendimento. Gli amministratori possono continuare a utilizzare questi strumenti per gestire le risorse basate sul cloud proprio come farebbero con le risorse locali. 

Un SDDC basato sul cloud aiuta anche a controllare i costi evitando l'acquisto di infrastruttura fisica. Ad esempio, potresti realizzare un ambiente completamente nuovo nel cloud ed eliminare tutte le spese in conto capitale. In alternativa, ti potresti avvalere della tua infrastruttura esistente in un ambiente ibrido, utilizzando il cloud per espandere le tue risorse senza dover acquistare e implementare più sistemi fisici.

Sfruttando l'infrastruttura basata sul cloud, puoi eseguire la scalabilità verticale della capacità e accedere alle ultime tecnologie senza dover eseguire costantemente degli upgrade dei tuoi sistemi fisici. L'implementazione di un SDDC nel cloud ti aiuta a fornire prestazioni applicative eccezionali e una capacità sufficiente per supportare la crescita dei dati evitando al tempo stesso ingenti spese in conto capitale.

Puoi anche mantenere il controllo sul tuo ambiente. Quando adottano servizi di cloud pubblico senza la supervisione dell'IT, gli utenti di business e gli sviluppatori possono creare nuovi problemi normativi, di sicurezza e di governance. Con il giusto SDDC basato sul cloud, puoi accedere alle risorse cloud assicurandoti al tempo stesso che tutti rispettino le politiche interne e le normative esterne.


Selezione di un provider cloud

Cosa dovresti cercare in un provider SDDC basato sul cloud? Il provider giusto offrirà strumenti di gestione e interfacce familiari, in modo che la tua organizzazione non debba spendere tempo e denaro per apprendere un nuovo software di gestione.

Il provider giusto avrà anche l'esperienza di cui hai bisogno per una transizione senza soluzione di continuità al nuovo ambiente. Puoi collaborare con il provider per implementare rapidamente un ambiente ibrido in modo da poter iniziare subito a trarre vantaggio dalla nuova architettura, continuando al tempo stesso a utilizzare la tua infrastruttura esistente.

Il provider giusto avrà anche la flessibilità per supportare una gamma di configurazioni hardware e SDDC. Il provider deve offrire opzioni gestite e non gestite, in modo da consentirti di scegliere se mantenere il controllo completo dell'ambiente o se esternalizzare l'amministrazione. In definitiva, dovresti avere la flessibilità per implementare un SDDC che soddisfi i tuoi requisiti unici.

Se sei pronto a iniziare a utilizzare IBM Cloud oggi stesso, registrati qui.

Scopri la soluzione VMware SDDC →


Soluzioni correlate

IBM Cloud for VMware Solutions

IBM Cloud for VMware Solutions è progettato per aiutarti a spostare i carichi di lavoro VMware da ambienti on premise a IBM Cloud.