Che cos'è l'interoperabilità nell'assistenza sanitaria?

L'interoperabilità nell'assistenza sanitaria si riferisce all'accesso, all'integrazione e all'uso tempestivi e sicuri dei dati sanitari elettronici in modo che possano essere utilizzati per ottimizzare i risultati sanitari per gli individui e le popolazioni.

Abstract blur beautiful luxury hospital interior for backgrounds
Perché è importante l'interoperabilità nell'assistenza sanitaria?

È sempre stato difficile accedere ai dati sanitari e condividerli in modo sicuro. La natura dei dati sanitari produce un paradosso: sono difficili da condividere perché sono sensibili e richiedono un alto livello di privacy e sicurezza; tuttavia l'impossibilità di accedervi quando è necessario può causare danni significativi. Una mancanza di interoperabilità può risultare in una comprensione non completa delle esigenze sanitarie di un individuo o della popolazione, il che può portare a risultati peggiori e costi più elevati.

Poiché le popolazioni di tutto il mondo invecchiano e le persone vivono più a lungo, l'interoperabilità e la condivisione dei dati diventeranno sempre più importanti per fornire un'assistenza sanitaria efficace. Negli Stati Uniti, l'Agency for Healthcare Research and Quality ha stimato che due americani più anziani su tre soffrono di almeno due disturbi comportamentali o fisici cronici. Il trattamento per le persone affette da patologie multiple croniche rappresenta attualmente circa il66% dei costi di assistenza sanitaria.

Nella propria roadmap nazionale (PDF, 3,5 MB), l'Office of the National Coordinator for Health Information Technology (ONC) afferma che l'uso di cartelle cliniche elettroniche (electronic Health record, EHR) è notevolmente aumentato negli Stati Uniti. Molti ospedali possono ora accedere con continuità alle cartelle cliniche e ai dati dei pazienti provenienti da operatori esterni, ma meno della metà degli ospedali integra nelle cartelle dei singoli pazienti i dati ricevuti. Quindi, sebbene l'accesso ai dati clinici vitali sia migliorato, c'è ancora molto lavoro da fare per riunire le parti interessate e creare un ecosistema integrato di dati.

Oltre ad aiutare i medici e gli altri operatori sanitari ad avere una visione più completa sui loro pazienti, l'interoperabilità dei dati sanitari aiuta le organizzazioni di tutto il settore sanitario. Se i sistemi di informazione sanitaria fossero più integrati, i piani sanitari potrebbero dar luogo ad una migliore comprensione dei propri tassi di utilizzo e della domanda di servizi. Gli operatori sanitari governativi potrebbero accedere ai dati sulla popolazione per vedere le tendenze e soddisfare le esigenze dei propri cittadini. Inoltre, le organizzazioni del settore delle scienze biologiche potrebbero sfruttare solidi set di dati per promuovere una ricerca più rapida e informata.

Con una migliore interoperabilità, le organizzazioni non considererebbero più gli individui un giorno come paziente, l'altro come membro di un piano sanitario e il successivo come utente di app sanitarie. Invece, i responsabili delle decisioni di tutto il settore potrebbero iniziare a esaminare come le persone accedono e utilizzano le informazioni sanitarie, indipendentemente dalla loro fonte, per promuovere modelli di assistenza migliori, perseguire una migliore sicurezza dei pazienti e migliorare le esperienze per le persone che assistono.


Vantaggi di interoperabilità nell'assistenza sanitaria

Migliore coordinamento delle cure

Con l'accesso ai dati, i medici possono accedere più facilmente alle informazioni sanitarie più importanti di un paziente, il che può portare a una minore ripetizione di test, alla prevenzione delle interazioni terapeutiche involontarie e alla riduzione delle comunicazioni errate.

Prestazioni superiori

Quando i dati possono essere combinati più facilmente, possono anche essere analizzati più facilmente. L'interoperabilità consente alle organizzazioni di studiare l'andamento dei dati, le prestazioni precedenti e apportare miglioramenti basati sui dati all'assistenza ai pazienti e ad altre aree.

Migliori esperienze

L'interoperabilità dei dati può ridurre la quantità di lavoro amministrativo ripetitivo sia all'interno che all'esterno delle organizzazioni, generando esperienze più soddisfacenti sia per i dipendenti che per gli assistiti.


Cosa sono le FHIR?

Fast Healthcare Interoperability Resources, note anche come FHIR, rappresentano un framework di standard open source per i dati sanitari che si basa su un precedente framework di standard chiamato HL7. Le FHIR sono state create per facilitare il trasferimento dei dati sanitari da un sistema all'altro.

Le FHIR organizzano i dati in base a risorse quali paziente, condizioni, farmaci e forniscono una struttura standardizzata per l'organizzazione e l'interpretazione di tali dati da parte dei diversi sistemi informatici o dalle applicazioni. Le FHIR possono essere utilizzate anche per strutturare i dati finanziari e i dati del flusso di lavoro, quali informazioni sui reclami, gli appuntamenti e altro.

Molti dei principali sistemi sanitari negli Stati Uniti hanno già adottato le FHIR nelle loro pratiche per l'IT del settore sanitario. L'iniziativa Blue Button 2.0 di Medicare si basa su FHIR e la Veteran's Affairs Administration ha sviluppato una piattaforma FHIR chiamata Lighthouse. Entrambe forniscono piattaforme che consentono al paziente di accedere alle informazioni sanitarie tramite le FHIR.

Il Coordinatore Nazionale per le tecnologie dell'informazione (IT) negli Stati Uniti ha reso FHIR una parte fondamentale dellaroadmap di interoperabilità nazionale (PDF, 3,5 MB). Le nuove normative di governo e le regole di interoperabilità richiedono l'adozione più ampia di FHIR, quindi è vitale che gli enti di assistenza sanitaria, specialmente quelli che ricevono pagamenti per Medicare o servizi Medicaid, comprendano FHIR e lo incorporino tra le strategie di interoperabilità.

Ulteriori informazioni su IBM FHIR Server

Scambi di informazioni sanitarie e interoperabilità

Gli utenti moderni hanno grandi aspettative quando si tratta di accedere alle informazioni e molti oggi richiedono un accesso rapido e continuo alle proprie cartelle sanitarie e ai dati sull'assistenza. Per questo motivo molte organizzazioni sanitarie stanno creando reti per lo scambio di informazioni sanitarie (health information exchanges, HIE), ossia reti specializzate che si basano su sistemi interoperabili per condividere informazioni sanitarie elettroniche in modo trasparente e sicuro.

Anche se l'adozione delle EHR è stato un buon primo passo verso la creazione di HIE, ci sono ancora molti ostacoli da superare per raggiungere il livello di interoperabilità necessario per ottenere tutti i vantaggi delle HIE. Questi ostacoli includono:

Mancanza di standardizzazione: sebbene i formati di registrazione standard quali FHIR e HL7 stiano diventando più comuni e le nuove normative spingano i fornitori di EHR a fornire API che supportino l'interoperabilità, molti operatori e sistemi sanitari utilizzano sistemi EHR personalizzati che possono essere difficili da convertire in un formato standard e condivisibile con altri.

Sicurezza: Le organizzazioni sanitarie possono trovare difficile bilanciare l'esigenza di avere informazioni sanitarie accessibili con l'esigenza di proteggere informazioni sensibili e mantenere la privacy del paziente, in particolare con il numero crescente di attacchi di sicurezza informatica ai sistemi di assistenza sanitaria (PDF, 1,3 MB).

Consenso: costruendo sistemi sanitari digitali in cui le informazioni sanitarie fluiscono liberamente da un operatore ad un altro, non è sempre chiaro quando sia necessario il consenso del paziente e il livello di consenso richiesto. Le organizzazioni sanitarie sono comprensibilmente caute al riguardo e tendono a commettere l'errore di non condividere le informazioni.

Oneri professionali: Quando si introducono nuovi strumenti per i registri, le persone devono imparare a usarli. Gli operatori sanitari sono spesso diffidenti nei confronti dei nuovi sistemi poiché i sistemi EHR spesso svolgono un lavoro migliore nel supportare i flussi di lavoro amministrativi e di fatturazione rispetto alle esigenze dei medici.

Queste sfide non sono insormontabili. Con i progressi nel cloud computing, in particolare nel cloud ibrido, è diventato più facile per le organizzazioni trasferire e proteggere i dati in modo coerente. Gli ambienti cloud offrono alle organizzazioni l'opportunità di creare pipeline di dati che riportino i dati in un formato standard del settore quale FHIR e forniscano un accesso sicuro alle entità che ne avessero bisogno, siano esse compagnie assicurative, fornitori o i pazienti stessi.

Scopri come abilitare l'interoperabilità dei dati sanitari

Leggi l'articolo


Impegno dei CMS per promuovere l'interoperabilità

Nel 2016, il presidente Obama ha compiuto un passo importante per risolvere il blocco delle informazioni firmando il 21st Century Cures Act, che richiede ai sistemi EHR di fornire un'API rivolta al paziente per conservare la propria certificazione federale. Nel 2020, i Centers for Medicaid & Medicare Services (CMS) hanno emesso una norma che impone ai piani e agli operatori sanitari che ricevono fondi federali per i propri programmi di adottare misure per rendere più facile l'accesso alle informazioni sanitarie.

La maggior parte delle politiche incoraggia le compagnie di assicurazione a implementare delle API (application programming interface) e uno scambio di dati tali da consentire un accesso sicuro alle directory degli operatori, ai dati sulle richieste dei pazienti e ad altre risorse che permettano un tempestivo accesso ai dati. Questo accesso darebbe ai pazienti, così come agli operatori e alle compagnie assicurative, una visione più olistica delle cure ricevute dalle persone e sosterrebbe più ampi sforzi per la salute pubblica.

Scopri come gli standard di interoperabilità obbligatori influenzeranno la tua organizzazione.

Ulteriori informazioni sulle normative CMS


Le sfide dell'interoperabilità nell'assistenza sanitaria

Nonostante molti esperti e leader sanitari concordino sul fatto che una migliore interoperabilità migliorerebbe l'assistenza sanitaria complessiva, ci sono sfide che le organizzazioni sanitarie spesso si trovano ad affrontare quando operano per rendere i propri dati e sistemi più interoperabili. Cerchiamo di esplorare queste sfide e il modo in cui le organizzazioni le può superare:

Coordinazione disgiunta
Migliorare l'interoperabilità richiede un forte coordinamento tra i diversi enti, le autorità regolatrici e i leader così come il coordinamento all'interno degli enti. Le autorità di regolamentazione forniscono standard e regole da seguire per le organizzazioni sanitarie, ma le organizzazioni che desiderano essere proattive sull'interoperabilità dovrebbero prendere in considerazione la creazione di una strategia di interoperabilità dedicata e rendere prioritaria la pianificazione dell'interoperabilità.

Budget limitati
Non tutte le organizzazioni dispongono delle risorse finanziarie o tecniche necessarie per investire nelle risorse tecniche necessarie per creare un sistema realmente interoperabile. È possibile che siano disponibili sovvenzioni governative per aggiornare i sistemi di documentazione sanitaria, quindi le organizzazioni dovrebbero verificare la propria eleggibilità. Molti fornitori di cloud offrono anche modelli di pagamento pay-as-you-go che potrebbero rendere le spese per le risorse tecniche più convenienti e prevedibili.

Diverse esigenze tecnologiche
Le organizzazioni sono tenute a seguire regole e normative diverse a seconda del tipo di assistenza fornita e del luogo in cui si trovano, quindi molte organizzazioni dispongono di dati altamente personalizzati. Le organizzazioni possono connettere diversi sistemi interni ed esterni attraverso una piattaforma cloud ibrida che offre loro opzioni per combinare e integrare i propri dati senza sacrificare le personalizzazioni di cui hanno bisogno.

Sistemi legacy
Le organizzazioni sanitarie con sistemi legacy meno recenti affrontano la duplice sfida di modernizzare i propri sistemi soddisfacendo al contempo i requisiti di interoperabilità. Le organizzazioni possono raggiungere entrambi gli obiettivi utilizzando un approccio cloud ibrido per estrarre i dati dai sistemi legacy e renderli più accessibili per applicazioni e programmi moderni. Questo approccio offre alle organizzazioni la possibilità di mantenere i dati in movimento mentre lavorano all'aggiornamento dei propri sistemi.


Livelli di interoperabilità sanitaria

L'interoperabilità per l'assistenza sanitaria ha quattro diversi livelli che sono stati definiti da esperti di informatica e dalla Healthcare Information and Management Systems Society (HIMSS). Alcuni di questi livelli possono essere raggiunti oggi con l'architettura e i sistemi IT sanitari esistenti, mentre altri richiederanno innovazione e ulteriori sviluppi nella tecnologia incentrata sul paziente.

Questi livelli includono:

Di base

Questo livello di interoperabilità, noto anche come trasporto semplice, è il più basilare. I dati vengono trasferiti in modo sicuro da un sistema o dispositivo a un altro senza interpretarli o trasformarli in un formato particolare. Ad esempio, un'infermiera scarica un file PDF degli ultimi risultati di laboratorio di un paziente dal portale dei risultati del laboratorio, quindi inserisce manualmente i dati nella cartella clinica del paziente.

Strutturale

Quando si ottiene l'interoperabilità strutturale, o il trasporto strutturato, tutti i dati vengono standardizzati in un formato particolare in modo che possano essere interpretati da più sistemi o dispositivi. Questi dati sono organizzati in un ordine particolare in modo che il sistema ricevente possa rilevare automaticamente campi di dati specifici. Gli standard dei dati quali FHIR e HL7 garantiscono l'interoperabilità strutturale in modo da assicurare la coerenza, la centralizzazione e la semplicità di trasferimento dei dati tra i sistemi.

Semantica

Il livello semantico di interoperabilità, o trasporto semantico, prevede lo scambio tra sistemi di dati con strutture dati completamente diverse. I sistemi di diagnosi per immagini forniscono un semplice esempio: esistono molti formati DICOM e non DICOM specifici per le immagini. Con l'interoperabilità semantica, le immagini possono essere trasferite da un sistema a un altro, interpretate e incorporate nel nuovo sistema indipendentemente dal formato o dall'origine dell'immagine. Tuttavia, determinare quali dati raccogliere e trasferire può essere difficile, poiché i sistemi hanno modi diversi di presentare le stesse informazioni. Per questo motivo, alcuni esperti sostengono che sarà necessaria l'AI per raggiungere la piena interoperabilità semantica.

Organizzativa

L'interoperabilità organizzativa implica lo scambio continuo di dati tra varie organizzazioni con requisiti, normative e obiettivi diversi. Per raggiungere questo livello di interoperabilità, devono esserci innovazioni nelle policy e nella governance, nonché innovazioni tecnologiche per garantire che i flussi di consenso, sicurezza e integrati si muovono senza intoppi tra i diversi gruppi. Sebbene alcuni esperti affermino che quello della semantica sia il più alto livello di interoperabilità, altri affermano che invece questo livello sia raggiunto dall'interoperabilità organizzativa.


Soluzioni correlate

Soluzioni di interoperabilità per l'assistenza sanitaria

Dalla consulenza alla gestione dei dati fino al supporto API intuitivo, IBM offre numerose soluzioni per supportare e sviluppare la strategia di interoperabilità della tua organizzazione.


Visualizzazione e scambio di immagini universali

Semplifica la visualizzazione delle immagini con un visualizzatore universale di qualità di livello diagnostico che supporta la collaborazione in tempo reale per un massimo di 10 utenti.


Archivio neutro del fornitore

Crea una strategia di diagnostica per immagini che colleghi l'intera organizzazione con un archivio di immagini che riunisce tutti i tuoi dati di diagnostica per immagini, indipendentemente dall'origine o dal formato.


Sistema di gestione dello sviluppo medico integrato

Semplifica le tue sperimentazioni mediche con un sistema di gestione dei dati che supporta tutte le fasi della sperimentazione su un'unica piattaforma intuitiva e unificata che può essere utilizzata in tutti i tuoi siti di sperimentazione.


Consulenza sanitaria

Gli esperti del settore possono aiutarti a superare con successo le sfide dell'interoperabilità e a sviluppare una strategia che supporti i requisiti e gli obiettivi della tua organizzazione.