Ridurre le emissioni di carbonio nel tragitto casa-lavoro
Transport for London consente al pubblico di spostarsi in modo sicuro, affidabile e sostenibile centralizzando le attività di manutenzione sul software IBM Maximo
Il distretto finanziario della City di Londra con l'edificio della Royal Exchange, Londra, Inghilterra, Regno Unito

Prendi la metropolitana. Noleggia una bici. Naviga sul Tamigi. Prendi l'autobus. Ci sono tantissimi modi per muoversi nel centro di Londra. Ed è compito di un'agenzia—Transport for London (TfL)—garantire che tutti questi spostamenti si svolgano senza problemi.

"Fondamentalmente TfL è un gruppo combinato di società di trasporto," spiega Richard Thomas, Senior Product Manager for Asset Management and Engineering Solutions dell'organizzazione. "E in passato, ciascuna di queste società aveva le proprie soluzioni di gestione degli asset, circa 60 in totale."

"Ad esempio, con la metropolitana di Londra," continua, "avevamo due distinte organizzazioni per la manutenzione—ognuna con la propria piattaforma per la manutenzione—il che significava che i processi di supporto variavano a seconda della linea ferroviaria. Quindi, se si verificava un problema su una linea che richiedeva la sostituzione di un componente, si andava a comprare l'intero pezzo, anche se potenzialmente avevamo un magazzino pieno di quel componente su una linea diversa di cui il team di riparazione non era a conoscenza."

Volendo semplificare le attività di manutenzione e riparazione per la metropolitana di Londra, TfL ha consolidato le operazioni in un unico team operativo per gli asset con una piattaforma comune. Sulla base del successo di questo sforzo iniziale, l'organizzazione ha deciso di espandere i propri sforzi di consolidamento in superficie, prevedendo attività di manutenzione e riparazione unificate per tutte le modalità di trasporto.

"Ci sono anche tutti gli elementi non ferroviari che dobbiamo gestire—autostrade, strade, fermate degli autobus, noleggio biciclette, alberi, cespugli," osserva Nick Hawker, Principal Asset Strategy Manager for Digital Data and Technology presso TfL. "E molte di queste operazioni—gran parte in superficie—sono gestite attraverso appaltatori esterni, ciascuno dei quali utilizza i propri sistemi nei diversi contratti."

In definitiva, TfL è responsabile della manutenzione delle attrezzature e dei materiali utilizzati per supportare:

  • 402 km di ferrovia
  • 427 stazioni ferroviarie (in superficie e sotterranee)
  • 590 km di strade
  • 675 linee di autobus

Oltre al desiderio generale di efficienza, TfL era anche motivata nel trovare una soluzione che potesse aiutarla nei suoi sforzi di sostenibilità. Come spiega Thomas: "Abbiamo diversi obiettivi da raggiungere per la decarbonizzazione, ma soprattutto dobbiamo raggiungere il net zero entro il 2040. Quindi, come parte del consolidamento, stavamo anche cercando di migliorare la qualità dell'aria e l'emissione di carbonio. Avevamo bisogno di informazioni più precise sui nostri asset in modo da prevedere quando avrebbero avuto dei problemi, dato che ogni interruzione aumenta la nostra impronta di carbonio."

21 milioni


Per la metropolitana di Londra si prevede in un periodo di 10 anni un risparmio pari a 21 milioni di sterline

10.000


Il software IBM Maximo supporta circa 10.000 tecnici sul campo e numerosi contratti di manutenzione di terze parti

Avevamo bisogno di informazioni migliori sui nostri asset per prevedere quando avrebbero avuto dei problemi, dato che ogni interruzione aumenta la nostra impronta di carbonio. Richard Thomas Senior Product Manager for Asset Management and Engineering Solutions Transport for London
Controllo centralizzato per Londra Centrale

Per il consolidamento iniziale all'interno della metropolitana di Londra, TfL ha standardizzato i suoi sforzi di supporto sul software IBM Maximo nell'ambito di una strategia a due dispositivi e un'unica applicazione. Il personale sul campo ora porta con sé un Apple iPad e un Apple iPhone, dispositivi che garantiscono l'accesso all'infrastruttura Maximo. E da questi strumenti i tecnici possono ottenere ordini di lavoro, verificare le condizioni di sicurezza e ottenere indicazioni per il prossimo cantiere.

Ma il lavoro di consolidamento non si è fermato qui.

"Abbiamo iniziato a esaminare tutti i diversi sistemi di gestione degli asset presenti in TfL per vedere quali potevamo consolidare in Maximo," spiega Thomas. "Abbiamo iniziato con la gestione dei nostri contratti autostradali, che erano enormi—alcuni intorno ai 150 milioni di sterline all'anno. Poi siamo passati ai contratti tecnologici, alla manutenzione esterna di semafori, segnaletica, TV a circuito chiuso, ecc. Poi le fermate degli autobus e le pensiline—che sono tutti arredi stradali. Tutti questi contratti verranno gestiti tramite la nostra soluzione Maximo."

"In totale, ci sono circa 50 diversi tipi di gruppi di asset in tutto la TfL," aggiunge Hawker. "Probabilmente siamo a metà del lavoro per inserirli in Maximo. Ma il nostro desiderio per i prossimi anni è che tutti lo utilizzino dal back-end."

Attualmente, TfL si affida alla piattaforma IBM Maximo per gestire le attività quotidiane di manutenzione di più di 10.000 tecnici interni nella metropolitana di Londra. E in superficie, il software consente il monitoraggio, il supporto e la supervisione di numerosi contratti con fornitori di servizi esterni.

"Considera la nostra manutenzione preventiva delle autostrade," osserva Thomas. "I nostri appaltatori esterni pianificheranno queste attività in Maximo ogni mese. Poi esaminiamo questi piani e li approviamo. E quando l'ordine di lavoro è completato, il report di completamento viene eseguito tramite Maximo. Il pagamento viene approvato tramite Maximo. E poi gli aggiornamenti dei dati sul lavoro e sugli asset possono essere controllati dai nostri ispettori utilizzando Maximo. Abbiamo tutto consolidato in un'unica piattaforma."

Il report di completamento viene eseguito tramite Maximo. Il pagamento viene approvato tramite Maximo. E poi gli aggiornamenti dei dati sul lavoro e sugli asset possono essere controllati dai nostri ispettori utilizzando Maximo. Abbiamo tutto consolidato in un'unica piattaforma. Richard Thomas Senior Product Manager for Asset Management and Engineering Solutions Transport for London
Prevedere un domani più green

Man mano che l'uniformità inizia a prendere piede non solo nei processi, ma anche nei dati relativi agli asset e alle prestazioni, TfL sta passando da una gestione orientata alla risposta a un approccio più proattivo—che contribuirà a incrementare sia le prestazioni sia la sostenibilità.

"Abbiamo ancora spazio per la crescita quando si tratta della nostra esperienza con Maximo," spiega Thomas. "Nei prossimi anni, esploreremo le funzionalità di monitoraggio dello stato di salute e la natura predittiva dei dati che stiamo raccogliendo per indirizzare le decisioni che vogliamo prendere. È così che evolviamo la nostra attività per disinnescare i problemi prima che si verifichino. È così che ci evolviamo per raggiungere il net zero."

"I dati ci consentiranno di conoscere l’impatto delle nostre decisioni prima di prenderle," aggiunge Hawker. "E con questa conoscenza possiamo evitare scelte dispendiose o inefficienti. Ci consentirà di sapere se possiamo continuare a eseguire la manutenzione di un'apparecchiatura o se dobbiamo sostituirla o migliorarla."

E prevedendo e risolvendo potenziali malfunzionamenti, rotture e interruzioni prima che si verifichino, TfL sarà in grado di prolungare la durata delle attrezzature esistenti, riducendo la necessità di acquisti futuri. Allo stesso tempo, queste opzioni di trasporto pubblico funzioneranno in modo più affidabile e ininterrotto, rendendo i pendolari più felici e contribuendo a indirizzare il traffico locale verso alternative più efficienti dal punto di vista delle emissioni di carbonio.

I dati ci consentiranno di conoscere l'impatto delle nostre decisioni prima di poterle prendere. E con questa conoscenza possiamo evitare scelte dispendiose o inefficienti. Nick Hawker Principal Asset Strategy Manager for Digital Data and Technology Transport for London
Più sinergia, meno interruzioni

Estendendo il ciclo di vita degli asset esistenti, riducendo la necessità di parti di ricambio e limitando il rischio di guasti catastrofici, TfL prevede di risparmiare oltre 21 milioni di sterline nei prossimi 10 anni solo per le sue attività nella metropolitana di Londra. E questo risparmio non potrà che aumentare man mano che le operazioni di superficie dell'organizzazione continueranno a passare al software Maximo.

"La piattaforma Maximo consolidata ci consente di condividere nuove idee—scoprire nuovi modi di lavorare e nuove efficienze," aggiunge Thomas. La funzionalità "out-of-the-box" ci offre la flessibilità necessaria per generare nuove prove di concetto e la velocità per agire più rapidamente di quanto abbiamo mai fatto prima. Ci consente di trovare quella perfetta sinergia tra i nostri dati aziendali e i nostri dati sulle prestazioni per produrre piani di investimento intelligenti e informati insieme a decisioni intelligenti e informate."

E queste scelte, a loro volta, contribuiscono a migliorare il servizio per i viaggiatori a Londra—grazie a nuove efficienze e riducendo l'impronta di carbonio dell'organizzazione. Allo stesso tempo, la standardizzazione delle operazioni di manutenzione aiuterà i tecnici a definire i loro compiti e a mantenere la sicurezza sul campo.

"La tecnologia incoraggia e supporta il business nel cambiamento," conclude Thomas. "E Maximo offre così tante funzionalità che è perfetto per aiutarci a cambiare il modo in cui TfL affronta la manutenzione, la sicurezza, le supply chain e l'adattamento ai cambiamenti climatici."

Logo Transport for London
Informazioni su Transport for London (TfL)

Fondata nel 2000, TfL (link esterno a ibm.com) è l'agenzia governativa locale responsabile della gestione delle operazioni quotidiane della rete di trasporto pubblico e delle principali strade di Londra. Attualmente l'organizzazione dà lavoro a circa 28.000 dipendenti e opera attraverso una rete di oltre 60 filiali, affiliati e licenziatari.

IBM Maximo

Monitoraggio degli asset, gestione, manutenzione predittiva e pianificazione dell'affidabilità—tutto in un unico pacchetto. IBM Maximo Application Suite formalizza il tuo processo decisionale con dati sulle prestazioni del mondo reale, consentendoti di estendere i cicli di vita, risolvere i problemi e far crescere il tuo business.

Scopri di più Visualizza altri casi di studio VPI

Affidabile, sostenibile, rinnovabile: energia che funziona

Leggi il case study
Downer

Manutenzione predittiva. Treni prevedibili.

Leggi il case study
Melbourne Water

Sostenibilità intelligente—sfruttando la potenza della tecnologia IoT

Leggi il case study
Legale

© Copyright IBM Corporation 2024. IBM Corporation, New Orchard Road, Armonk, NY 10504

Prodotto negli Stati Uniti d'America, gennaio 2024.

IBM, il logo IBM e Maximo sono marchi o marchi registrati di International Business Machines Corporation, negli Stati Uniti e/o in altri Paesi. Altri nomi di prodotti e servizi potrebbero essere marchi di IBM o di altre società. Un elenco aggiornato dei marchi IBM è disponibile su ibm.com/legal/copyright-trademark.

Le informazioni contenute nel presente documento sono aggiornate alla data della prima pubblicazione e possono essere modificate da IBM senza preavviso. Il contenuto del presente documento (inclusi i riferimenti alla valuta O ai prezzi che escludono le imposte applicabili) è aggiornato alla data di pubblicazione iniziale e può essere modificato da IBM in qualsiasi momento. Non tutte le offerte sono disponibili in ogni Paese in cui opera IBM.

Tutti gli esempi citati relativi a clienti sono presentati per illustrare il modo in cui alcuni clienti hanno utilizzato i prodotti IBM e i risultati da essi eventualmente conseguiti. I costi effettivi relativi agli ambienti e le caratteristiche inerenti alle performance possono variare a seconda delle specifiche configurazioni e condizioni del cliente. In generale non è possibile fornire risultati attesi, poiché i risultati di ciascun cliente dipendono interamente dai sistemi e dai servizi ordinati. LE INFORMAZIONI RIPORTATE NEL PRESENTE DOCUMENTO SONO DA CONSIDERARSI “NELLO STATO IN CUI SI TROVANO”, SENZA GARANZIE, ESPLICITE O IMPLICITE, IVI INCLUSE GARANZIE DI COMMERCIABILITÀ, DI IDONEITÀ A UN PARTICOLARE SCOPO E GARANZIE O CONDIZIONI DI NON VIOLAZIONE. I prodotti IBM sono coperti da garanzia in accordo con termini e condizioni dei contratti sulla base dei quali vengono forniti.