Chi ne sa di più della protezione di Z delle persone che utilizzano Z?

Funzioni in evidenza

Controllo degli accessi alle risorse

L'API (Application Programming Interface) facilita i controlli di accesso su oltre 2.000 risorse, consentendoti di sostituire facilmente la sicurezza interna di un'applicazione con la sicurezza RACF® (IBM® Resource Access Control Facility) e di contribuire a migliorare in modo significativo le prestazioni dell'applicazione con un'interfaccia applicativa zSecure™ ad alte prestazioni. zSecure™ CICS Toolkit può implementare anche verifiche di risorse di terze parti nella maggior parte delle classi di risorse.

Separazione dei compiti

zSecure TOOLKIT riduce l'onere della programmazione e della gestione della manutenzione dagli sviluppatori di applicazioni CICS, aiutandoli a focalizzarsi sul miglioramento della funzionalità. CICS Toolkit consente all'applicazione CICS di utilizzare RACF per impostare le politiche di accesso che verranno richiamate direttamente dal database RACF, consentendo così una separazione dei compiti in modo che i membri dello staff di supporto dell'applicazione non siano autorizzati a gestire le autorità e i privilegi nelle applicazioni

Schermate personalizzabili

Utilizza l'API per personalizzare facilmente le schermate zSecure CICS Toolkit per soddisfare i requisiti di un'installazione specifica e controllare la quantità e il tipo di informazioni che vengono visualizzate dagli amministratori decentralizzati. È anche possibile personalizzare i comandi RACF supportati da zSecure CICS TOOLKIT. L'API consente anche un'applicazione autorizzata per verificare la password di un altro utente. Le schermate mostreranno solo agli amministratori locali le opzioni e i campi selezionati.

Funzionalità API sofisticate

Le funzionalità API avanzate in zSecure CICS Toolkit possono eseguire funzioni di sicurezza RACF selezionate se sul server Web è presente un'applicazione che comunica con CICS sul mainframe. Tra le varie funzioni troviamo la verifica dell'ID utente e della password immessi sull'interfaccia Web rispetto a quelli del database RACF o l'utilizzo di funzioni di sicurezza in RACF per controllare il server Web e le applicazioni Web.

Menu facile da utilizzare

Gli amministratori locali possono inviare rapidamente i comandi tramite un menu per funzioni come la reimpostazione delle password e l'aggiunta di utenti. Il menu di zSecure CICS Toolkit consente agli utenti di rimanere all'interno dell'applicazione CICS per emettere comandi di sicurezza sul mainframe. I programmatori delle applicazioni non hanno bisogno di conoscere il database RACF o il suo layout per creare un'applicazione di gestione della sicurezza RACF personalizzata, offrendo un time to value migliore.

Scalabilità per i sistemi Big Data

V2.2.1 consente lo storage al di sopra del limite di 2 GB ("l'asticella") per abilitare l'elaborazione di più dati. Nota: la possibilità di utilizzare più memoria virtuale può avere implicazioni per le esigenze di storage reale e di paging. Questa operazione consente di liberare lo storage per altri programmi. Con i modelli z196 o successivi, l'indirizzamento a 64 bit è attivato automaticamente, sebbene il ripristino dell'indirizzamento a 31 bit sia opzionale. È possibile selezionare il programma da eseguire nel secondo riquadro dell'opzione di menu SE.0 (SETUP RUN).