Funzioni principali di IBM Z Batch Resiliency

Insight in tempo quasi reale sull'utilizzo e la capacità di ripristino dei dati

La raccolta e l'analisi della funzione SMF di IBM® Z Batch Resiliency sono state create per garantire velocità ed efficienza. La raccolta viene svolta continuamente per tutto il giorno e i dati vengono trasmessi alle attività secondarie di analisi per ottenere lo stato aggiornato al minuto dell'utilizzo e della capacità di ripristino dei dati. IBM Z Batch Resiliency si interfaccia con molteplici componenti del sistema per fornire uno stato preciso dell'elaborazione batch, oltre a numerose informazioni cronologiche.

Capacità di ripristino rapida e automatizzata

IBM Z Batch Resiliency consente una maggiore facilità di ripristino, ottenuta senza un'estesa competenza di applicazioni, per ridurre notevolmente il tempo necessario per la ripresa dell'attività aziendale. Se un dataset deve essere ripristinato l'interfaccia del pannello ISPF di IBM Z Batch Resiliency consente un'identificazione rapida del backup appropriato necessario e genera automaticamente JCL di ripristino corrispondente al metodo di backup. Inoltre, i driver di IBM Z Batch Resiliency consentono di creare modelli di JCL per qualsiasi metodologia.

Insight più approfonditi sui tuoi dati

Con IBM Z Batch Resiliency si può ottenere una conoscenza granulare e in tempo reale dei lavori batch in esecuzione sul sistema e dei dataset aperti, che possono essere a rischio. Si possono visualizzare i lavori che erano in esecuzione in un determinato momento in passato, i dataset aperti e aprire un report a cascata di dipendenze di dati downstream. È possibile ripristinare dataset o applicazioni utilizzando l'interfaccia intuitiva del pannello ISPF di IBM Z Batch Resiliency.

Portafoglio completo di produzione di report

Utilizzando l'enorme quantità di informazioni acquisite nei database di IBM Z Batch Resiliency, si possono facilmente generare report con dettagli sull'utilizzo e le relazioni di dati di applicazioni batch utilizzando l'interfaccia del pannello ISPF o eseguiti come report batch pianificati. Questi report fondamentali individuano le lacune nella resilienza e nelle verifiche per adempiere ai mandati di conformità, fornendo automaticamente report di verifica per le normative di ripristino e condivisione dei dati.

Acquisizione continua dell'attività dei dataset

La funzione TimeLiner di IBM Z Batch Resiliency è continuamente in esecuzione per acquisire l'attività di Apertura e Chiusura di dataset attraverso SVC e uscite utente, fornendo informazioni aggiornate al minuto sui lavori in esecuzione sul sistema e sullo stato dei dataset utilizzati dai lavori. La funzione TimeLiner tiene traccia e crea un punto di controllo delle informazioni nel suo database e nel suo registro, per fornire al personale addetto alle operazioni e al ripristino informazioni preziose per individuare facilmente dati potenzialmente danneggiati.

Finanziamo le possibilità

Aumenta al massimo il tuo potere d'acquisto con opzioni di pagamento flessibili e tassi competitivi per soluzioni, sistemi, servizi e software IBM.