Panoramica

Vantaggi

Funzionalità

Risparmio energetico

Riduci i costi energetici e l’impronta di carbonio attraverso il consolidamento dei server e la modernizzazione dei database.

Confidential computing

Isola i carichi di lavoro e proteggili da minacce interne ed esterne attraverso un ambiente TEE (Trusted Execution Environment) di confidential computing.

 

Crittografia quantum-safe

Proteggi i tuoi dati di oggi e di domani con una crittografia end-to-end che si avvale delle tecnologie quantum-safe integrate nel sistema.

Cloud ibrido aperto

Passa a una piattaforma di cloud ibrido aperto con l’infrastruttura che preferisci.

Capacità flessibile

Soddisfa una domanda dall’andamento fluttuante con un sistema che riequilibra costantemente le risorse e consente capacità temporanea o permanente a seconda delle esigenze.

Resilienza

Ottieni una disponibilità del 99,99999% per i carichi di lavoro mission-critical: una percentuale che corrisponde a circa tre secondi di inattività all’anno.²

Conformità semplificata

Semplifica e automatizza le attività legate alla conformità con IBM Security and Compliance Center.

Accelerazione AI on-chip

Fornisci insight più velocemente con un TCO più contenuto grazie al processore IBM® Telum. Crea e addestra modelli AI con strumenti open-source familiari.

Prodotti correlati

IBM® LinuxONE III

Server on-premise che fornisce crittografia ovunque, sviluppo cloud-native e cyber-resilienza.

IBM Cloud® Hyper Protect Digital Asset Platform

Costruisci un’architettura on premise con IBM Cloud® Hyper Protect Virtual Server basato su tecnologia LinuxONE.

IBM Cloud® LinuxONE Virtual Server for Virtual Private Cloud

Per la prima volta, LinuxONE è disponibile come scelta opzionale per il cloud pubblico.

Inizia

Scopri in che modo IBM LinuxONE può favorire la crescita aziendale e al contempo salvaguardare il pianeta.

Note a piè di pagina

1 – Il consolidamento dei carichi di lavoro Linux su 5 sistemi IBM LinuxONE Emperor 4, invece dell'esecuzione sui server x86 confrontati in condizioni simili, consente di ridurre il consumo di energia del 75%, lo spazio del 50% e l'impronta di CO2e di oltre 850 tonnellate annue.

AVVERTENZA: Confrontati 5 IBM Machine Type 3931 Max 125, modello composto da tre cassetti CPC contenenti 125 core configurabili (CP, zIIP o IFL) e due cassetti I/O per supportare sia la rete che lo storage esterno, rispetto a 192 sistemi x86 con un totale di 10364 core. Il consumo di energia di IBM Machine Type 3931 era basato su input a IBM Machine Type 3931 IBM Power Estimation Tool per una configurazione memo. Il consumo di energia di x86 era basato su valori di energia di IDC QPI di marzo 2022 per 7 modelli di server Cascade Lake e 5 Ice Lake, con un numero di core da 32 a 112 per server. Tutti i server x86 confrontati erano server a 2 o 4 socket. IBM Z e x86 sono in esecuzione 24x7x365 con carichi di lavoro di produzione e non di produzione. Il risparmio presuppone un rapporto PUE (Power Usage Effectiveness, Efficacia nell'utilizzo dell'energia) di 1,57 per calcolare energia aggiuntiva per il raffreddamento del data center. Il valore PUE si basa sull'Uptime Institute 2021 Global Data Center Survey (https://uptimeinstitute.com/about-ui/press-releases/uptime-institute-11th-annual-global-data-center-survey). CO2e e altre equivalenze che si basano sul calcolatore EPA GHG (https://www.epa.gov/energy/greenhouse-gas-equivalencies-calculator) utilizzano medie ponderate nazionali per gli Stati Uniti. I risultati possono variare in base all'utilizzo e all'ubicazione specifici del cliente.

2 - Per il calcolo del valore previsto sono stati utilizzati dati interni di IBM ricavati tramite misurazioni e proiezioni. I componenti necessari includono IBM z16; I sistemi IBM z/VM V7.2 sono stati raccolti in una Single System Image, ciascuno con RHOCP 4.10 o successivo; IBM Operations Manager; GDPS 4.5 per la gestione del ripristino dati e il ripristino delle macchine virtuali attraverso sistemi di distanza Metro e storage, tra cui Metro Multi-site Workload e GDPS Global, e storage IBM DS8000 series con IBM HyperSwap. È stato usato un carico di lavoro MongoDB v4.2. È necessario attivare la tecnologia di resilienza, fra cui clustering z/VM Single System Image, GDPS xDR Proxy for z/VM e Red Hat OpenShift Data Foundation (ODF) 4.10 per la gestione dei dispositivi di storage locali. Le misurazioni precedenti non includono le interruzioni causate da applicazioni. Altre configurazioni (hardware o software) potrebbero presentare caratteristiche di disponibilità diverse.