Funzione in evidenza

Consentire al personale di sicurezza RACF di concentrarsi su attività di valore.

Minimizza l'esigenza di capacità gestionali RACF® (IBM® Resource Access Control Facility) altamente specializzate e sfrutta la gestione RACF decentralizzata per ridurre l'onere dello staff di esperti della sicurezza IT.

Visualizzare e gestire i profili utilizzando Microsoft Windows

Consenti allo staff di servizio e assistenza nonché agli amministratori della sicurezza LoB di visualizzare e gestire i profili e i dataset direttamente da un'interfaccia Microsoft Windows intuitiva, piuttosto che dover accedere a schermate TSO/ISPF (IBM Time Sharing Option/Interactive System Productivity Facility) separate. Le attività come le modifiche ACL (Access Control List), la copia e l'eliminazione dei profili e le modifiche e reimpostazioni delle password, possono essere gestite con una formazione minima, riducendo così i costi dell'IT.

Ridurre i rischi di sicurezza dell'amministratore RACF decentralizzato

Fornisci diritti amministrativi mirati per facilitare la gestione di sicurezza e privacy. Lo staff dell'assistenza, lo staff del centro servizi o gli amministratori della sicurezza visualizzano solamente i profili e le azioni che possono amministrare. Ad esempio, un membro dello staff dell'assistenza che può reimpostare le password (ma che non ha altri diritti) non potrà avviare comandi per la creazione di nuovi utenti. Inoltre, sarà possibile ridurre i costi e gli sforzi perché non ci sarà bisogno di implementare le sessioni 3270 e TSO/ISPF per lo staff.

Autorizzare gli utenti ad identificare rapidamente le minacce alla sicurezza

In caso di errori, un programmatore può ignorare il sistema di controllo degli accessi. L'interfaccia point-and-click di tipo foglio di calcolo in zSecure™ Visual consente ai responsabili di business e ai revisori di visualizzare velocemente le informazioni principali su personale e risorse in modalità di sola lettura, riducendo così l'esigenza di avere una distribuzione periodica o ad hoc dei report.

Funziona con piattaforme IBM comuni

IBM® Security zSecure Visual, parte di IBM Security zSecure Compliance and Administration è accessibile tramite le soluzioni IBM Security QRadar® SIEM, IBM Security Guardium®, RACF e IBM MFA.

Migliora la scalabilità per i sistemi di big data

V2.2.1 consente di superare il limite di 2 GB di storage per abilitare l'elaborazione di più dati. Nota: la possibilità di utilizzare più memoria virtuale può avere implicazioni per le esigenze di storage reale e di paging. Ciò mette a disposizione lo storage libero per altri programmi. Tramite indirizzamento a 64-bit dei modelli (z196 o successivi), viene attivato automaticamente, sebbene sia facoltativo tornare all'indirizzamento a 31-bit. È possibile selezionare il programma da eseguire sul secondo pannello dell'opzione di menu SE.0 (SETUP RUN) in ISPF UI.

Dettagli tecnici

Requisiti software

Requisiti: un server IBM z Systems® supportato in grado di supportare z®/OS V2.1 o versione successiva.

  • IBM z/OS® V1R12
  • IBM z/OS V1R13
  • IBM z/OS V2R1

Requisiti hardware

Un server IBM z Systems supportato in grado di supportare z/OS V2.1 o versione successiva. Requisiti minimi e consigliati per processore, spazio su disco e memoria per la suite zSecure V2.1.1 e le soluzioni zSecure Compliance and Administration V2.1.1, zSecure Compliance and Auditing V2.1.1 e zSecure Administration V2.1.1.

  • Processore: Z800 (minimo); IBM System z9 o z10 Enterprise Class (EC) (consigliato)
  • Spazio su disco: 300 MB (minimo); 450 MB (consigliato)
  • Memoria: 1 GB (minimo); 2 GB (consigliato)

Specifiche tecniche

zSecure V2.2.1 effettua anche gli aggiornamenti con i prodotti, le applicazioni e gli standard per includere:

  • CA ACF2 e CA Top Secret
  • IBM MQ
  • ICSF (IBM Integrated Cryptographic Service Facility)
  • Server Windows
  • PCI-DSS (Payment Card Industry-Data Security Standard)
  • DISA STIGs (Defense Information Systems Agency Security Technical Implementation Guides)