Funzione in evidenza

Rilevamento automatizzato delle vulnerabilità di sicurezza

Il processo ripetibile, sostenibile e automatizzato per auditing e reporting consente di essere pronti per le verifiche, senza dover raccogliere le informazioni personalmente. zSecure™ Audit for Top Secret consente di estendere e potenziare la sicurezza, applicando e migliorando i criteri di protezione. I report generati automaticamente in formato standard consentono di individuare rapidamente i problemi, fornendo l'analisi delle vulnerabilità del mainframe, contribuendo a ridurre gli errori e a migliorare la qualità globale del servizio.

Raccolta degli eventi di numerosi prodotti

Funzionalità di reporting potenziate e i test del framework di conformità per Payment Card Industry Data Security Standard (PCI DSS), Security Technical Implementation Guide (STIG), GSD331, Sarbanes-Oxley (SOX) e altri standard e best practice.

Report personalizzabili

zSecure Audit for Top Secret consente di inviare i report via e-mail quotidianamente in caso di eventi specifici o di violazioni di sicurezza. Le funzionalità di report estese sono estremamente personalizzabili. I report possono analizzare anche l'accesso HTTP e il log degli errori per visualizzare chi accede o utilizza i dati in un ambiente IT interno tramite Internet.

Integrazione con QRadar SIEM

Gli eventi di auditing e i log di accesso degli utenti generati dagli strumenti IBM® di gestione della sicurezza possono essere popolati in QRadar® Security Information and Event Management (SIEM) per i report di normalizzazione e conformità, uniformando la raccolta delle linee di prodotti. Questa integrazione supporta una soluzione di gestione di eventi e informazioni di sicurezza completa ed efficace.

Copertura estesa dei record SMF e dei report degli eventi

zSecure Audit for Top Secret offre un ampio supporto dei record System Management Facilities (SMF) e dei report degli eventi predefiniti per consentire il reporting del comportamento degli utenti e di identificare gli utenti che aggirano le misure di sicurezza dei sistemi. Il linguaggio CARLa (CARLa Auditing and Reporting Language) utilizzato in zSecure Audit permette di modificare i pannelli e i report utilizzando SMF e altre fonti di dati.

Scalabilità per i sistemi Big Data

V2.2.1 consente di superare il limite di 2 GB di storage per abilitare l'elaborazione di più dati. Nota: la possibilità di utilizzare più memoria virtuale può avere implicazioni per le esigenze di storage reale e di paging. Ciò mette a disposizione lo storage libero per altri programmi. Con i modelli z196 o superiore, l'indirizzamento a 64 bit è attivato automaticamente, sebbene il ripristino dell'indirizzamento a 31 bit sia opzionale. È possibile selezionare il programma da eseguire nel secondo riquadro dell'opzione di menu SE.0 (SETUP RUN).