Dettagli relativi a IBM Tivoli Advanced Allocation Management

Prevenzione ed evitamento degli episodi di fine anomala dell'attività x37

Aggiungi automaticamente un'allocazione secondaria, se non ne è stata specificata una, e riduci l'allocazione secondaria alla massima estensione gratuita disponibile. Incrementa la dimensione dell'allocazione secondaria quando si verificano estensioni del dataset, in base ad una particolare misura e in un particolare numero di volume. È possibile recuperare spazio su disco inutilizzato rilasciando automaticamente spazio di dataset inutilizzato, allocato, alla chiusura del dataset.

Ripristino da episodi di fine anomala dell'attività x37

Controlla la riduzione dello spazio primario per soddisfare l'allocazione e aggiungi dinamicamente volumi in fase di elaborazione di fine volume. È possibile effettuare il ripristino in seguito ad errori relativi allo spazio di allocazione secondaria, riducendo la quantità di allocazione ad un valore coerente con lo spazio disponibile corrente nel volume. Si può anche incrementare dinamicamente la dimensione della directory PDS, se esaurita.

Gestione dell'allocazione centralizzata

Imposta gli attributi di allocazione non specificati, o sovrascrivi gli attributi che non soddisfano gli standard. Controlla gli attributi di allocazione, ad esempio parametri gestiti da SMS, gestiti non da SMS, UNITNAME, UNITTYPE, VOLSER, DATACLAS, STORCLAS, MGMTCLAS, RECFM, LRECL, BLKSIZE, DISPOSITION, SPACE, data di scadenza e periodo di conservazione. È possibile dichiarare non riusciti lavori che specificano valori di allocazione limitati dall'installazione e fare in modo che i valori SMS DATACLAS sovrascrivano i valori specificati tramite JCL, istruzioni DEFINE o allocazione dinamica.

Integrazione con TEP

Connetti IBM® Tivoli® Advanced Allocation Management a IBM Tivoli OMEGAMON® XE for Storage tramite IBM Tivoli Enterprise Portal (TEP), per realizzare l'integrazione con le funzionalità di gestione dello storage correlate e monitorare l'effetto degli episodi di fine anomala dell'attività per quanto riguarda l'allocazione. Sarà possibile visualizzare informazioni e ricevere avvisi su situazioni da una singola interfaccia grafica, tramite l'integrazione con TEP.

Utilità di reporting di riduzione dei costi SMF

Valuta la riduzione dei costi potenziale generando un report che indichi la proiezione dei risparmi, mediante l'utilità di reporting SMF (System Management Facility). Il report fornisce le stime dei costi associati agli episodi di fine anomala dell'attività correlati allo spazio recuperabile e un riepilogo che riporta la proiezione dei risparmi annuali.

Filtro e personalizzazione del nome

Utilizza le opzioni BASIC, oltre a EXTENDED1 ed EXTENDED2, che corrispondono ai due metodi di eseguire la corrispondenza di modelli all'interno di ISPF (Interactive System Productivity System Facility). Variabili definite dall'utente consentono un'ulteriore personalizzazione dell'elaborazione. Le variabili definite dall'utente sono identificate nel membro per la definizione delle variabili (VARDEFS). Una volta specificata la definizione nel membro per la definizione delle varibili, la variabile potrà, quindi, essere specificata nelle parole chiave RULEDEF selezionate, oltre che nella variabile VGRPDEF VOLUMES.

Criteri di selezione estesi

Amplia la tua flessibilità con il supporto per più operandi, tra cui DATACLAS, DDNAME, DSNAME, DSNAME_QUALIFIER, JOBNAME, MGMTCLAS, STORCLAS, STORGRP, PROGRAM e USERID. Potenzia il supporto dell'operatore di confronto con opzioni di parole chiave di criteri di selezione estese, che includono DSORG (solo EQ ed NE), VOLSER_ANY, VOLSER_CURRENT e VOLSER_FIRST.

Supporto VSAM

Supporta dataset VSAM, che includono KSDS, ESDS, RRDS, VRRDS e LDS, indici alternativi e componenti indice e dati di cluster, ove possibile. IBM Tivoli Advanced Allocation Management non supporta la modalità di accesso RLS (record-level-sharing) VSAM.

Supporto per gruppi di volumi e dataset

Definisci gruppi DASD da cui selezionare ulteriori volumi, in base alla necessità. È incluso il supporto per: dataset VSAM (Virtual Storage Access Method) e non VSAM; gestiti da SMS (Storage Management Subsystem) e da non SMS; sequenziali fisici; partizionati; in formato striped e allocati dinamicamente. Inoltre, è incluso supporto per il formato dataset LARGE, che consente la specifica di oltre 65535 tracce per l'allocazione primaria e secondaria per dataset non VSAM, specificati con un valore DSNTYPE LARGE.

Supporto EAV e IAM

Supporta la funzionalità EAV di IBM z/OS® V1.10 per dataset VSAM e la funzionalità EAV aggiunta in z/OS V1.11 per dataset sequenziali in formato esteso, oltre alla funzionalità EAV aggiunta in z/OS 1.12. Ottieni supporto praticamente per tutte le funzioni che si applicano a dataset IAM, con supporto VOL_ADD per dataset IAM.

Interfaccia online

Accedi a IBM Tivoli Advanced Allocation Management tramite un'interfaccia utente online, che abilita utenti autorizzati ad emettere comandi operatore per visualizzare e aggiornare informazioni del sottosistema, attivare definizioni di regole e gruppi di volumi e abilitare o disabilitare funzioni specifiche del prodotto, ad esempio intercept a livello di prodotto, da una console operatore.

Ignorare allocazioni di sottosistema IBM Db2®

Elimina la creazione di blocchi di controlli non necessari e riduci il tempo CPU associato alle allocazioni effettuate da sottosistemi IBM Db2.

Dettagli tecnici

Requisiti software

Per eseguire il prodotto base: IBM z/OS V1.11 o versioni successive. Per eseguire l'interfaccia della workstation: IBM Tivoli Monitoring V6.2.

    Requisiti hardware

    Qualsiasi macchina in grado di eseguire IBM z/OS V1.11 o versioni successive.

      Potresti essere interessato anche a

      IBM OMEGAMON for Storage on z/OS

      Gestione e monitoraggio della disponibilità e delle prestazioni storage

      Ulteriori informazioni

      IBM Tivoli Advanced Backup and Recovery for z/OS

      Identificare in modo automatico i dati di app critiche,gestire i backup e molto altro

      Ulteriori informazioni