Eurobits Technologies
Trasformare il panorama finanziario con servizi robusti e sicuri su IBM Cloud
Eurobits Technologies

Sotto la pressione delle autorità di regolamentazione, il settore bancario si sta aprendo per consentire a nuovi concorrenti di gestire l'aggregazione di conti bancari e pagamenti. Per Eurobits – che aiuta le banche a consentire a terze parti fidate l'accesso alle informazioni sui conti bancari – questo cambiamento rappresenta una significativa opportunità di crescita. Per mantenere il vantaggio di essere stato un pioniere, Eurobits è migrata su IBM® Cloud™, acquisendo la flessibilità, scalabilità e resilienza necessarie per servire una base di clienti in rapida crescita.

Sfida di business

Per sfruttare le opportunità di crescita internazionale, Eurobits desiderava una piattaforma più flessibile e scalabile per i suoi servizi bancari aperti, con la possibilità di mantenere i dati dei clienti in giurisdizioni definite.

Trasformazione

Eurobits è migrata su VMware vSphere su IBM Cloud in due data center. L'azienda utilizza IBM API Connect per industrializzare la gestione delle API e IBM Cloud Kubernetes Serviceper containerizzare le applicazioni .

Risultati Reportistica finanziaria

e una scalabilità più flessibile dei servizi rimuove gli ostacoli alla crescita

Piena sicurezza

i server cloud single-tenant danno fiducia ai clienti dei servizi finanziari

Conformità

con le leggi locali sulla protezione dei dati facilita l'espansione internazionale

Storia di una sfida aziendale
Attrezzarsi per crescere

In qualità di pioniere nei servizi di informazione sui conti bancari, Eurobits aiuta le banche a collaborare tra loro in modo che i loro clienti possano pagare e gestire facilmente i propri conti bancari presso diversi fornitori di servizi bancari. Per supportare entrambe queste attività, Eurobits fornisce API sicure che consentono a parti fidate di condividere in modo sicuro i dettagli del conto bancario del cliente e consente ai clienti di trasferire fondi senza accedere alla propria banca.

Nel gennaio 2018, è entrata in vigore la revisione della direttiva europea sui servizi di pagamento (PSD2). Questa direttiva consente ai clienti delle banche di utilizzare fornitori di terze parti per gestire le proprie finanze. I fornitori dei servizi di pagamento saranno legalmente tenuti a supportare la PSD2 nel settembre 2019.

Il CEO Arturo Gonzalez spiega: "Eurobits è stato il primo operatore in Europa in quello che oggi viene chiamato open banking, e per molti anni non abbiamo avuto molti concorrenti. Con l'introduzione della PSD2 e altri sviluppi, l'open banking è ormai una forza di mercato molto forte, non solo in Europa, ma in tutto il mondo. Volevamo entrare in questo spazio in rapida crescita con le sue enormi opportunità; la velocità era fondamentale, perché sapevamo che il nostro vantaggio competitivo che ci derivava dall'essere i primi non sarebbe stato eterno."

Eurobit aveva bisogno di costruire una nuova infrastruttura con sufficiente flessibilità per supportare la crescita di clienti, transazioni e copertura geografica. L'azienda ospitava i suoi sistemi principali su hardware co-localizzato in un data center di terze parti. Sebbene l'ambiente fosse completamente virtualizzato, l'infrastruttura fisica alla base costituiva ancora un freno allo sviluppo dell'azienda. Ogni volta che Eurobits diventava troppo grande per un server, doveva attendere che il suo fornitore di servizi completasse gli aggiornamenti o fornisse hardware aggiuntivo.

"Avevamo bisogno di maggiore flessibilità, sia per poter far crescere l'azienda su base costante, sia perché le nostre esigenze informatiche aumentano e diminuiscono in modo imprevedibile", afferma Arturo Gonzalez. "Con l'espansione internazionale in mente, dovevamo anche essere in grado di rispettare le leggi locali in materia di protezione dei dati, i regolamenti delle banche centrali e le leggi fintech che richiedono che i dati finanziari rimangano nel Paese. Per soddisfare questi requisiti, abbiamo cercato un provider di cloud con una presenza globale."

Inoltre, il nuovo mondo dell'open banking richiede diversi modelli operativi. Alcune richieste di servizio riguardano informazioni finanziarie su base giornaliera o anche infragiornaliera, mentre altre richiedono solo l'accesso una tantum per uno snapshot dei dati. Tutti questi servizi richiedono API adatte per connettersi e utilizzare il servizio Eurobits.

Il precedente modello Eurobits per l'implementazione delle API per le banche mancava di scalabilità e sofisticatezza. Sebbene in passato avesse funzionato bene per un numero relativamente ristretto di clienti e transazioni, Eurobits sapeva di aver bisogno di un modello più flessibile per far fronte alla rapida crescita della domanda dei suoi servizi.

L'IBM API Connect ci consente di implementare e gestire le API in modo semplice ed economico, aiutando Eurobits a rimanere all'avanguardia nella funzionalità della piattaforma di pagamento. Arturo Gonzalez CEO Eurobits
Storia della trasformazione
Sondare il terreno

Dopo aver analizzato le offerte di tutti i principali fornitori globali di cloud, Eurobits ha scelto IBM Cloud come piattaforma strategica. "IBM aveva qualcosa di unico," afferma Arturo Gonzalez. "La nostra base di clienti è costituita principalmente da banche e FinTech e, in termini di percezione della sicurezza, le banche non vogliono che i loro dati si trovino in ambienti multi-tenant. Il principale elemento di differenziazione per IBM è stato il fatto che avremmo potuto avere una soluzione ibrida in cui le informazioni più critiche sarebbero passate attraverso un’architettura a single-tenant e avremmo potuto utilizzare un’architettura multi-tenant per le informazioni meno critiche."

Come prima fase della migrazione sul cloud e per testare IBM Cloud prima di impegnarsi completamente, Eurobits ha creato un ambiente di disaster recovery (DR) in un data center IBM a Parigi per le sue implementazioni VMware vSphere esistenti. VMware vSphere Replication sincronizza intere macchine virtuali dalle implementazioni di produzione – inizialmente nel data center di terze parti – su IBM Cloud Bare Metal Server. Uno strumento di orchestrazione implementa automaticamente l'infrastruttura della macchina virtuale di emergenza in IBM Cloud nel caso in cui Eurobits abbia bisogno di eseguire il failover dei suoi ambienti di produzione.

"Lavorare con IBM Services ci ha dato fiducia, perché potevamo effettivamente parlare in modo diretto con le persone in caso di supporto, mentre gli altri grandi operatori del cloud forniscono solo supporto anonimo o automatizzato," afferma Arturo Gonzalez. "Quando si incontrano difficoltà tecniche, la capacità di lavorare con persone reali aggiunge sicuramente valore."

Migrazione dei workload critici sul cloud

A seguito del successo dell'iniziativa DR, Eurobits e il team dei servizi IBM Cloud sono passati alla fase successiva: la migrazione di tutti gli ambienti di produzione sul cloud. Il team ha utilizzato VMware vSphere High Availability per configurare tre cluster di replica per i server VMware ESXi sui server bare metal IBM Cloud di Amsterdam; e l'ambiente DR iniziale per VMware rimane a Parigi. Per i sistemi in cui non sono necessari server dedicati, Eurobits utilizza le offerte IBM Cloud, tra cui VMware vSphere su IBM Cloud, VMware vCenter Server su IBM Cloud e IBM Spectrum Protect™ Plus su IBM Cloud per il backup e la protezione dei dati VMware.

Eurobits utilizza le API VMware per automatizzare la creazione e la migrazione di macchine virtuali per le implementazioni di produzione su IBM Cloud, utilizzando sia script propri sia script forniti da IBM. Tutte le macchine virtuali VMware verranno sottoposte a backup nel data center di disaster recovery di Parigi.

Eurobits ha inizialmente migrato 30 VM su IBM Cloud e oggi ne gestisce circa 50. Mani Ghelichkhani, IT Director, spiega i fattori trainanti di questa crescita: "Siamo un'azienda in crescita, aggiungiamo più utenti e IBM Cloud ci offre la possibilità di supportare l'espansione combinata con un'elevata disponibilità – e di sviluppare nuovi prodotti."

Eurobits utilizza inoltre lo storage di file IBM Cloud per un repository di file di grandi dimensioni connesso tramite NFS ad alcuni dei suoi server di produzione e lo storage a blocchi IBM Cloud per le immagini dei dischi di backup.

Accesso a nuovi flussi di entrate

Per affrontare le sfide legate alla crescente diversità dei servizi offerti tramite API, Eurobits ha scelto IBM IBM API Connect su IBM Cloud, che ha consentito all'azienda di attingere a un nuovo segmento di mercato.

Arturo Gonzalez commenta: "Con l'aumentare del numero e della varietà di modelli di coinvolgimento, sarebbe praticamente impossibile implementare il nostro modello di distribuzione delle API. IBM API Connect ci consente di implementare e gestire le API in modo semplice ed economico, aiutando Eurobits a rimanere all'avanguardia nelle funzionalità delle piattaforme di pagamento."

Pablo Rovira, CRO/CMO di Eurobits, commenta: "IBM API Connect ci consente di pubblicare le API in un marketplace in cui i clienti più piccoli possono consumare e pagare i servizi come e quando ne hanno bisogno. In precedenza, Eurobits era fortemente orientata verso i grandi clienti B2B e le nostre relazioni con i clienti prevedevano un contatto quotidiano faccia a faccia. Il costo di quel modello di consegna ci ha escluso dai potenziali clienti più piccoli. IBM API Connect ci offre una grande flessibilità e ha abbassato i costi di accesso ai nostri servizi, aprendo un mercato completamente nuovo."

Microservizi su Kubernetes

La seconda fase della migrazione sul cloud di Eurobits consiste nella containerizzazione delle applicazioni. L'azienda utilizza IBM Cloud Kubernetes Service per creare un'architettura più resiliente ed elastica in grado di adattarsi alle mutevoli esigenze dei clienti. Per i servizi di informazione sui conti bancari, ad esempio, Eurobits utilizza microservizi basati su Java in container per accelerare significativamente ogni fase dallo sviluppo fino alla produzione ogni volta che uno dei suoi 400 servizi di connessione bancaria necessita di aggiornamento. Poiché i connettori bancari condividono numerose risorse fisiche e logiche, l'utilizzo di un approccio basato su container anziché su più VM, consente un migliore utilizzo delle risorse IT e migliora anche le prestazioni.

Arturo Gonzalez commenta: "IBM Cloud Kubernetes Service ci consente di passare da un approccio architettonico piuttosto monolitico a un approccio più distribuito che utilizza i microservizi e ci consente di gestire individualmente ciascun connettore bancario."

Mani Ghelichkhani aggiunge: "Data la tecnologia che dobbiamo utilizzare per ottenere tutte le informazioni dai conti bancari degli utenti finali, ogni parte di software deve essere indipendente dalle altre. La containerizzazione ci consente di eseguire azioni correttive in qualsiasi connettore senza influire sull'architettura complessiva della nostra soluzione di aggregazione. Il team DevOps è molto soddisfatto di come questa tecnologia gli semplificherà la vita durante la messa in produzione dopo l'applicazione di patch correttive o di sviluppo a un servizio."

IBM Cloud Kubernetes Service ci consente di passare da un approccio architettonico piuttosto monolitico a un approccio più distribuito che utilizza i microservizi e ci consente di gestire individualmente ciascun connettore bancario. Arturo Gonzalez CEO Eurobits
Storia dei risultati
Flessibilità estrema

L'esecuzione su IBM Cloud offre a Eurobits le prestazioni, la disponibilità, la scalabilità, la flessibilità e la sicurezza di cui ha bisogno per stare al passo con i concorrenti nel mercato in rapida crescita e sempre più internazionale dei servizi bancari aperti. I server bare metal VMware vSphere su IBM Cloud offrono a Eurobits la potenza di calcolo dedicata per velocizzare le transazioni senza i potenziali rischi per la sicurezza inerenti a un panorama multi-tenant. Inoltre, l'azienda può estendere rapidamente i suoi sistemi principali su nuovi server bare metal, consentendole di soddisfare la domanda emergente dei clienti.

"Uno dei nostri clienti principali sta per lanciare una grande campagna di marketing che moltiplicherà i loro utenti per 10 o 20 in uno o due mesi," afferma Arturo Gonzalez. “VMware vSphere on IBM Cloud ci offre l'estrema flessibilità di cui abbiamo bisogno per questo tipo di scenario. L'esecuzione su IBM Cloud supporta anche la nostra continua espansione internazionale, consentendoci di scalare senza problemi in termini di dimensioni e geografia."

Estremamente sicuro e conforme

Laddove le normative locali richiedono che i dati personali e finanziari rimangano nel Paese, la rete globale di data center cloud di IBM renderà più facile per Eurobits conformarsi semplicemente avviando istanze locali dei servizi richiesti. La virtualizzazione VMware e la containerizzazione di Kubernetes sono ideali per supportare la rapida ridistribuzione delle funzionalità esistenti in nuove posizioni. L'architettura delle applicazioni come microservizi e relativa implementazione su IBM Cloud Kubernetes Service migliorano anche la scalabilità orizzontale e il tempo di attività complessivo delle applicazioni. Infine, l'isolamento dei servizi comporta un beneficio in termini di sicurezza.

In sintesi, i clienti Eurobits sono per lo più banche e FinTech che necessitano di soluzioni conformi, estremamente sicure e ad alte prestazioni con comprovate funzionalità di recupero per supportare la continuità aziendale. Soddisfacendo questi requisiti, IBM Cloud consente a Eurobits e ai suoi clienti di conformarsi a rigide normative in più aree geografiche. In particolare, l'uso di server bare metal mantiene i dati e le transazioni fisicamente isolati da altri ambienti sul cloud, dando fiducia ai clienti di Eurobits che sono avversi al rischio.

Sempre a disposizione per le aziende

L'utilizzo della tecnologia VMware High Availability all'interno del cloud center di produzione aiuta a mantenere sempre disponibili le informazioni vitali sull'account e i servizi di pagamento. E con una soluzione di DR completa su IBM Cloud, Eurobits può ripristinare i servizi in modo rapido e affidabile in caso di interruzione imprevista e a un costo di proprietà inferiore rispetto al precedente panorama ospitato.

"Se un servizio non funziona, ora è molto più semplice ripristinarlo automaticamente," afferma Arturo Gonzalez. "In pratica, ciò significa meno tempi di inattività e un ripristino più rapido e prevediamo che queste metriche miglioreranno una volta completata la nostra migrazione verso un'architettura reattiva con Kubernetes – i maggiori vantaggi devono ancora arrivare."

E conclude: "Il fatto che Eurobits collabori con IBM offre ai nostri clienti del settore dei servizi finanziari un elevato livello di comfort e fiducia. Avevamo bisogno di realizzare questa migrazione per avere successo in un mercato che sta crescendo molto velocemente e che ci pone pesanti sfide e restrizioni normative. Con il supporto di IBM Cloud, affrontiamo queste sfide con fiducia."

Logo Eurobits
Eurobits Technologies

Eurobits (link esterno a  ibm.com) è il pioniere europeo dei servizi di aggregazione dei conti per il settore bancario. Servendo le più grandi istituzioni finanziarie in tutta Europa, tra cui BBVA, Santander (Spagna), ICA Banken (Svezia), La Banque Postale (Francia) e KBC (Belgio), Eurobits offre collegamenti estremamente sicuri e senza interruzioni tra banche, telecomunicazioni, servizi pubblici e fornitori di servizi di pagamento in 17 Paesi. Eurobits ha partecipato attivamente allo sviluppo della seconda direttiva sui servizi di pagamento dell'UE e fornisce anche servizi di fatturazione elettronica attraverso un'API.

Fasi successive

Per maggiori informazioni sul portafoglio di IBM Cloud for VMware Solutions, contatta il tuo rappresentante IBM o business partner IBM oppure visita il seguente sito web: ibm.com/cloud/vmware

Visualizza altre storie dei clienti o scopri di più su IBM Cloud

Visualizza PDF
Note a piè di pagina

© Copyright IBM Corporation 2018. 1 New Orchard Road, Armonk, New York 10504-1722 Stati Uniti. Prodotto negli Stati Uniti d'America, ottobre 2018.

IBM, il logo IBM, ibm.com, IBM API Connect, IBM Cloud e IBM Spectrum Protect sono marchi di International Business Machines Corp., registrati in molte giurisdizioni in tutto il mondo. Altri nomi di prodotti e servizi potrebbero essere marchi di IBM o di altre società. Un elenco aggiornato dei marchi IBM è disponibile sul web alla pagina "Copyright and trademark information" all'indirizzo ibm.com/legal/copytrade.shtml.

VMware, il logo VMware, VMware Cloud Foundation, VMware Cloud Foundation Service, VMware vCenter Server e VMware vSphere sono marchi o marchi registrati di VMware, Inc. o delle sue consociate negli Stati Uniti e/o in altri Paesi.

Non tutte le offerte sono disponibili in ogni Paese in cui opera IBM.

Gli esempi citati relativi a dati di prestazione e clienti sono presentati unicamente a scopo illustrativo. Gli attuali risultati in termini di performance possono variare a seconda delle specifiche configurazioni e delle condizioni operative.

Tutti gli esempi citati relativi a clienti sono presentati per illustrare il modo in cui alcuni clienti hanno utilizzato i prodotti IBM e i risultati da essi eventualmente conseguiti. I costi effettivi relativi agli ambienti e le caratteristiche inerenti alle performance possono variare a seconda delle specifiche configurazioni e condizioni del cliente. Contatta IBM per scoprire cosa può fare per te l'AI.

La valutazione e la verifica del funzionamento di qualsiasi altro prodotto o programma con prodotti e programmi IBM sono responsabilità dell’utente.

È responsabilità del cliente assicurare la conformità a normative e regolamenti applicabili. IBM non fornisce consulenza legale né dichiara o garantisce che i propri servizi o prodotti assicurino al cliente la conformità con qualsivoglia legge o regolamento.

Qualsivoglia dichiarazione relativa a direzione e intenzioni future di IBM è suscettibile di modifiche o smentite senza preavviso e rappresenta unicamente obiettivi e scopi.

L'effettiva capacità di archiviazione disponibile può essere segnalata sia per i dati non compressi che per quelli compressi e può variare e potrebbe essere inferiore a quella dichiarata.

Dichiarazione di buone pratiche di sicurezza: la sicurezza dei sistemi IT comporta la protezione dei sistemi e delle informazioni tramite la prevenzione, il rilevamento e la risposta ad accessi impropri all'interno e all'esterno dell'azienda. Gli accessi impropri possono causare alterazione, distruzione, appropriazione indebita o abuso dei dati e danni o abuso dei sistemi, anche per essere utilizzati per attacchi verso terzi. Nessun sistema o prodotto IT va considerato totalmente sicuro e nessun singolo prodotto, servizio o misura di sicurezza è da considerarsi completamente efficace nella prevenzione dell’uso o dell’accesso improprio. I sistemi, i prodotti e i servizi IBM sono progettati per far parte di un approccio legittimo e completo alla sicurezza, il quale implica necessariamente procedure operative supplementari, e potrebbe richiedere altri sistemi, prodotti o servizi per fornire la massima efficacia. IBM NON GARANTISCE CHE SISTEMI, PRODOTTI O SERVIZI SIANO ESENTI DA O RENDERANNO L’AZIENDA ESENTE DA CONDOTTA MALEVOLA O ILLEGALE DI UNA QUALSIASI PARTE.