"Circular 4 Recovery": la nuova Call for Projects sull’Economia Circolare

di Paola Piacentini



Promossa da Università Campus Bio-Medico e Marzotto Venture Accelerator con il sostegno di Enel, “Circular 4 Recovery” è la nuova call for projects che ha l’obiettivo di affrontare la sfida della “transizione circolare” verso un pianeta più sostenibile.

Enel valuterà le startup selezionate da Marzotto Venture Accelerator e Università Campus Bio-Medico, tra tutte le candidature pervenute entro il 31 gennaio 2020, per lo sviluppo di eventuali concrete collaborazioni nella fase di test e sviluppo dell’idea. IBM, da sempre attenta ai temi della sostenibilità, si è unita all’iniziativa, insieme ad aziende quali Acea, Bonifiche Ferraresi, Cisco, Ferrovie dello Stato Italiane e Maire Tecnimont, che valuteranno e sosterranno, in un’ottica di open innovation, i migliori progetti di sviluppo tecnologico e imprenditoriale tra quelli presentati.

La necessaria transizione verso un nuovo paradigma economico circolare, basato sulla chiusura dei cicli, l’eliminazione tendenziale dei rifiuti e l’utilizzo esclusivo di fonti energetiche rinnovabili e distribuite, materie prime rinnovabili e materie prime seconde, ci mette di fronte a sfide tecnologiche e sociali inedite, imponendo sensibili cambiamenti ai processi produttivi e il radicale ripensamento dei modelli di consumo e business. L’Europa è in prima linea in questa transizione globale e l’11 marzo 2020 la Commissione europea ha adottato un nuovo Piano d’azione per l’Economia Circolare, uno dei blocchi principali dello European Green Deal, la nuova agenda per la crescita sostenibile che ridisegna l’impegno dell’UE su clima e ambiente per il prossimo trentennio.

Gli innovatori, startupper e sviluppatori sono chiamati da questa Call a proporre progetti finalizzati a creare nuovi modelli eco-friendly di produzione e consumo, capaci di evitare l’utilizzo di risorse non rinnovabili, di supportare i processi di trasformazione circolare delle aziende e di favorire la transizione verso un’economia più sostenibile dal punto di vista ambientale e sociale.

Le in 5 “Key Focus Areas”, orientati allo sviluppo di tecnologie, soluzioni digitali e servizi innovative, nell’ambito delle quali dovranno essere sviluppati idee e progetti imprenditoriali sono: Circular Bioeconomy, Circular Water Economy, Circular Energy Economy, New Circular Life Cycles, Circular City & Land.

La Call prevede la selezione di 20 progetti, che saranno scelti in coerenza con le sfide proposte per le 5 aree di intervento, che accederanno ad un Programma di Pre-Accelerazione di massimo 12 settimane, finalizzato a validare soluzioni tecnologiche e modelli di business attraverso un percorso di affiancamento ed erogazione di servizi personalizzati. A conclusione della fase di pre-accelerazione saranno selezionati per il Programma finale di Accelerazione, della durata compresa tra 12 e 24 settimane, fino ad un massimo di 10 progetti, che avranno la possibilità di accedere fino a 10 milioni di euro in equity investment stanziati dall’Acceleratore e alla ricca offerta di facilities messe a disposizione dagli organizzatori e dalle Corporate Partner della Call.

E’ possibile candidare il proprio progetto a questo link.

9 dicembre, 2020

Paola Piacentini, External Relations
@ppiac

Visit us on LinkedIn