Progetto NERD? Edizione 2021: il digitale è roba per donne

di Paola Piacentini



Recenti studi ci dicono che il 65% dei bambini di oggi farà da adulto una professione che ancora non esiste, e la maggior parte di queste professioni sarà nell'ambito digitale e tecnologico. Secondo una media globale del World Economic Forum però, meno del 30% delle studentesse intraprende un percorso universitario o post-universitario in questo campo. Stando poi ai dati dell’Unesco del biennio 2014-2016, solo il 3% degli studenti che si iscrivono a corsi di ICT (Tecnologie dell’Informazione e della Comunicazione) è donna, dato che si ferma al 5% per i corsi di Matematica e Statistica, e all’8% per Ingegneria.

L’uguaglianza di genere è un obiettivo strategico per favorire crescita economica e benessere. Diminuire il divario esistente è anche parte dell’agenda 2030 degli Obiettivi di sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite, soprattutto in relazione allo studio.

Il Progetto NERD? (Non è Roba per Donne?) nasce dalla collaborazione tra il dipartimento di Informatica della Sapienza di Roma e IBM, già nel 2013, per rispondere proprio a questa precisa esigenza e con l’obiettivo di stimolare le ragazze ad avvicinarsi alle materie STEM, in particolare all’informatica. L’iniziativa si è ampliata nel tempo fino a coinvolgere quest’anno 16 Università su tutto il territorio nazionale.

Il bilancio negli otto anni trascorsi ha visto la partecipazione di più di 12.000 ragazze, 1.200 scuole secondarie di secondo grado, ed ha registrato aumenti considerevoli di iscrizioni in “rosa” nelle facoltà STEM delle Università italiane coinvolte, che vanno da un minimo del 15% a punte di eccellenza del 35%.

Da quest’anno sarà possibile partecipare al Progetto NERD? nelle città di Alessandria, Bari, Bologna, Camerino, Cesena, Cosenza, Genova, Milano, Napoli, Padova, Roma, Torino, Venezia, Vercelli e Verona.

Partecipando a incontri formativi e laboratori online, le giovani studentesse imparano in maniera semplice, veloce e divertente a progettare e programmare app, sperimentando, sotto la supervisione di chi questo percorso l’ha già intrapreso con passione, il “mestiere” dell’informatico. Organizzate in gruppi di 3 o 4, le ragazze svilupperanno un chatbot cognitivo su un tema che loro stesse sceglieranno, utilizzando I servizi di Watson su piattaforma IBM Cloud, e consegneranno il loro lavoro perchè venga valutato da una commissione congiunta IBM-Università. I tre progetti più meritevoli a livello nazionale, che si distinguono per innovazione e livello tecnico, vengono premiati con uno stage presso IBM. Il 20 maggio si svolgerà la premiazione italiana. In ogni città poi verrà assegnato al progetto che si sarà classificato meglio un premio locale.

I partner accademici facilitano l’incontro con le scuole superiori del territorio e permettono alle ragazze di conoscere il mondo universitario in anteprima: l’iniziativa infatti si rivolge a studentesse del terzo e quarto anno di scuola superiore di qualsiasi indirizzo.

Il progetto NERD è animato da volontarie e volontari IBM – gli IBM Volunteers - e si prefigge di mostrare come l'informatica sia una materia creativa, interdisciplinare e basata sul problem solving, attività nella quale le donne eccellono.

“Con il Progetto NERD?, permettiamo alle studentesse italiane di concedersi il beneficio del dubbio per scoprire se sono dei talenti nel campo delle materie STEM, in particolare in informatica.” ha dichiarato Floriana Ferrara, responsabile Progetto NERD? e CSR Leader IBM Italia.

Il riconoscimento dell'impegno ‘Percorsi per le Competenze Trasversali e l’Orientamento’ (PCTO) promosso dal MIUR è di 10 ore per chi frequenta le sessioni senza consegnare il lavoro e di 20 ore per chi consegna.

Questo il calendario delle prossime sessioni plenarie nelle Università coinvolte:

Dove Quando Università
Alessandria26 gennaioUniversità del Piemonte Orientale
Bari12 gennaioUniversità Aldo Moro di Bari e il Politecnico di Bari
Bologna5 febbraioAlma Mater Studiorum di Bologna
Camerino2 febbraioUniversità degli Studi di Camerino
Cesena5 febbraioAlma Mater Studiorum di Bologna
Cosenza27 gennaioUniversità della Calabria
Genova28 gennaioDibris-Dipartimento di Informatica, Bioingegneria ,Robotica ed Ingegneria dei Sistemi
Università di Genova
Milano29 gennaioUniversità degli studi Milano Bicocca
Dipartimento di Informatica, Sistemistica e Comunicazione
Napoli3 febbraioFederico II di Napoli
Padova22 gennaioUniversità degli Studi di Padova
Roma20 gennaioUniversità La Sapienza
Torino26 gennaioPolitecnico di Torino
Venezia4 febbraioUniversità Ca' Foscari Venezia
Vercelli26 gennaioUniversità del Piemonte Orientale
Verona15 gennaioUniversità di Verona

Chi volesse partecipare potrà iscriversi attraverso l’adesione a questo link http://ibm.biz/tournerd Inoltre, le studentesse potranno ottenere l’attestato IBM relativo al corso “Build your own chatbot” registrandosi alla piattaforma OPEN P-Tech: https://www.ptech.org/it/open-p-tech/

Si ringraziano in particolare per la collaborazione le società Dock, ValueTransformationServices, Intesa, Sistemi Informativi e il Centro Elis.

Il Progetto NERD? aderisce al manifesto di Repubblica Digitale:
https://teamdigitale.governo.it/it/repubblica-digitale

13 gennaio, 2021

Paola Piacentini, External Relations
@ppiac

Visit us on LinkedIn