L'innovazione batte sprechi alimentari e inefficienza

di Alessandro Ferrari



“Ogni anno, due milioni e settecentomila italiani si rivolgono alle organizzazioni di assistenza per potersi assicurare un pasto mentre l’eccedenza produttiva della ristorazione e del commercio assomma a circa 1,2 miliardi di euro. La piattaforma BitGood è nata per ridurre questo spreco”.

Le parole di Marco Cosentino, direttore tecnico di DeepLab, dimostrano quale valore sociale ed economico possa oggi esprimere un’innovazione tecnologica orientata alla sostenibilità e al soddisfacimento di un preciso bisogno. Qui, ad agire, è la blockchain i cui punti di forza in termini di tracciamento e trasparenza delle informazioni rendono efficiente, al massimo grado possibile, l’attività di donazione delle aziende e la distribuzione sul territorio da parte del terzo settore.

Un aiuto per l’ottimizzazione del time to market e la scalabilità di BitGood, ma non solo, è venuto dall’iniziativa Startup with IBM. “L’adesione al programma - precisa Cosentino - ci ha infatti aperto le porte alla piattaforma Cloud e all’utilizzo dei crediti gratuiti permettendoci, nello stesso tempo, di familiarizzare con le altre tecnologie come gli strumenti cognitivi di Watson”.

Con l’impiego di questi ultimi, la startup romana ha potuto avviare un’attività di ricerca e sviluppo per la realizzazione di modelli previsionali dedicati alla valutazione del merito creditizio delle piccole imprese. Un risultato di non poco conto se si tengono a mente le difficoltà incontrate da chi fa business in questa difficile fase emergenziale.

“In definitiva - conclude Cosentino - ciò che IBM mette a disposizione delle startup è un percorso di crescita e formazione a 360 gradi, con un sostegno concreto sia dal punto di tecnologico sia finanziario. Noi stessi, in questi mesi, abbiamo dovuto affrontare alcune difficoltà e il supporto dell’azienda è stato sempre puntuale. E questo è un elemento distintivo”.

15 gennaio 2021

Alessandro Ferrari, Strategic Communications Leader
@alefederferrari

Visit us on LinkedIn