IBM Cloud Pak for Security: la piattaforma aperta per collegare strumenti di sicurezza, dati e cloud

di Paola Piacentini



Negli ultimi dieci anni, le aziende di tutta Europa hanno corso per adottare decine di prodotti per la sicurezza IT, con una spesa EMEA che ha raggiunto i 40 miliardi di dollari nel 2019, in crescita del 7,8% dal 2018 secondo Gartner. A livello mondiale questa spesa si attesta sui 124 miliardi di dollari.
Ognuno di questi strumenti affronta un piccolo pezzo del crescente puzzle dedicato alla sicurezza, ma ora le aziende si trovano di fronte alla gestione di 25-50 strumenti che non necessariamente “lavorano” bene insieme. Questo problema è inoltre esasperato dal fatto che i dati critici sono ora distribuiti in molteplici ambienti on premise e cloud.

IBM ha seguito da vicino queste tendenze, ridisegnando il suo portafoglio di sicurezza sulla scia della più ampia strategia IBM post-Red Hat.
Con le notizie di oggi, IBM sta facendo un cambiamento significativo con la prima piattaforma di sicurezza progettata per essere veramente aperta: è infatti basata su standard aperti e codice open source.
IBM Cloud Pak for Security è in grado di collegarsi, cercare e analizzare i dati da qualsiasi strumento di sicurezza o risorsa cloud, senza doverli spostare dalla posizione originale.

20 novembre 2019

Paola Piacentini, External Relations
@ppiac

Visit us on LinkedIn