Vai al contenuto principale

Sanità più intelligente

Per creare un sistema sanitario più intelligente,
le soluzioni devono essere tecnologiche,
interconnesse e intelligenti.

La tecnologia da sola non può guarire i nostri malanni. Ma può aiutare chi cura le nostre malattie, medica le nostre ferite e studia per trovare le migliori terapie. Può anche aiutare le persone sane a fare scelte più intelligenti in materia di prevenzione.

Lo sapevi che il governo giapponese incoraggia i cittadini a mantenere la linea?

Lo sapevi che il governo giapponese incoraggia i cittadini a mantenere la linea?

Una nuova legge richiede ai cittadini di età compresa tra i 40 e i 74 anni di controllare annualmente il loro peso. Chi oltrepassa i limiti deve mettersi a dieta e seguire dei corsi per dimagrire.

Sia che questa nuova legge venga vista come una medicina di tipo “grande fratello” o semplicemente come una misura preventiva per un maggiore benessere, è il segno di una profonda evoluzione: le soluzioni per l'assistenza sanitaria richiedono un cambiamento. Grazie all'utilizzo di strumenti quali sistemi di analisi avanzati, soluzioni wireless di calcolo e tecnologie integrate per la sanità, il sistema sanitario può migliorare.

Infatti, questo sistema non ha lo scopo di fare grandi scoperte nel campo della ricerca medica. Le soluzioni per una sanità più intelligente si basano sul paziente. Ad esempio, prendiamo in considerazione il modello "Medical Home". Il medico di famiglia può essere paragonato all'allenatore di una squadra che gestisce il benessere del paziente fornendo le cure preventive. Il medico dedica più tempo ad ogni persona della “squadra”, è raggiungibile via e-mail e al telefono per consulti, lavora con orario prolungato e coordina le attività dell’intera equipe medica per ogni paziente.


 

Migliore assistenza.

L'East General Hospital di Toronto (US) ha introdotto un dispositivo di comunicazione wireless, sviluppato da Vocera e IBM (US). Consente a medici e infermieri di comunicare con sicurezza semplicemente dando due colpetti al dispositivo. Gli utenti possono inoltre controllare il dispositivo con comandi vocali. Questo dispositivo ha ridotto il tempo di risposta al "codice rosso" da due minuti e mezzo a 59 secondi. La soluzione riduce la necessità di cercare fisicamente una persona e rende più semplice comunicare in modo veloce e sicuro all'interno dell'ospedale.

Nel Kingston General Hospital in Ontario (PDF, 887KB) (800 letti) le infermiere considerano Vocera uno strumento indispensabile, che consente di ridurre del 25% il tempo speso in telefonate e ricerca delle persone, a beneficio dell'attenzione al paziente.

Dati a portata di mano.

Per oltre dieci anni, Google è stata una risorsa importante per informazioni sulla sanità a livello mondiale. Ora l’iniziativa congiunta di Google, IBM e Continua Health Alliance (US) consente la creazione di profili sanitari personali — raccogliendo informazioni su condizioni mediche, allergie e malattie.

Inoltre, la partnership permette agli utenti di ricevere in tempo reale prescrizioni da ospedali e farmacie. Ad esempio:


 

Assistenza medica domiciliare

L'interesse per un modello di assistenza medica domiciliare è in costante crescita negli Stati Uniti e anche nel mondo.

In particolare, medici, responsabili sanitari, assicuratori, legislatori e grandi aziende concordano che il modello di assistenza medica domiciliare migliora la qualità e la soddisfazione dei pazienti e contribuisce a ridurre la spesa sanitaria complessiva.

IBM ha pubblicato un interessante studio sull'argomento: “Patient Centered Medical Home: What, Why and How?” (US). Puoi inoltre guardare in questo video un gruppo di esperti che discutono sull'importanza di associare l'IT al modello di assistenza medica domiciliare per avere risultati migliori e più intelligenti.

Guarda il video


Il paziente al centro del sistema sanitario

Entro il 2010, il 30% dei dati archiviati nei computer del mondo saranno immagini mediche. Il problema è che tutte le informazioni sono isolate. Collegando tutti questi dati li rendiamo intelligenti.


 

Cos'altro ci potremmo aspettare da un sistema sanitario più intelligente?


Le soluzioni per una sanità più intelligente si basano sul paziente.

Le informazioni non sono isolate
Il sistema sanitario è interconnesso. Come lo spagnolo Servicio Extremeño de Salud (SES) (US), in cui ogni sede dispone di un proprio sistema di registrazione dei pazienti. L'organizzazione sta creando una piattaforma globale che collega circa 13.000 professionisti nell’ambito di un sistema di pianificazione che gestisce nove milioni di visite ambulatoriali all'anno.

Le conoscenze non hanno frontiere
La sanità più intelligente varca ogni confine. Ad esempio, l'isola di Tristan da Cunha, oltre 1.665 miglia a ovest di Cape Town, in Sud Africa, è raggiungibile solo con un viaggio in nave di una settimana. Ma ciò non significa che i residenti non possano usufruire di cure mediche avanzate. Il “Project Tristan” (US) integra attrezzature mediche, comunicazioni satellitari e tecnologia EHR con supporto remoto consentendo ai medici di tutto il mondo di assistere quotidianamente i medici dell’isola nelle diagnosi e nelle emergenze.